eBay, niente più Postepay

Confermati dalla nuova policy gli orientamenti della società delle aste online, che non vede sufficienti garanzie nelle ricariche delle card postali. Ma erano le più usate dagli utenti

Roma - Il mezzo che secondo molti è il più utilizzato dagli utenti italiani per effettuare i pagamenti sul maggiore sito di aste, eBay.it, è ora "fuorilegge": come già preannunciato, la nuova policy che regola le attività commerciali che si svolgono sul celebre sito ha messo al bando l'uso di Postepay.

La carta Postepay è una card ricaricabile che consente a chi vende di far eseguire il pagamento del prodotto acquistato su eBay attraverso una semplice operazione postale. Questa operazione, però, non è formalmente legata all'acquisto, ed effettuare la ricarica della Postepay di qualcuno, in sé non rappresenta alcun genere di "ricevuta formale" dell'acquisto stesso. Inoltre, segnala eBay, "chi invia denaro tramite ricarica di una carta prepagata di una persona sconosciuta non può avere la certezza dell'effettiva identità del beneficiario della ricarica, quindi è facilmente esposto alla possibilità di perdere il proprio denaro. Infatti le carte prepagate vengono in alcuni casi emesse con controlli sull'identità del titolare lacunosi e superficiali".

Com'è ovvio in un servizio usato da decine di migliaia di persone, nel tempo si sarebbero verificati alcuni abusi, per esempio di persone che avendo ricevuto il pagamento tramite Postepay non hanno poi onorato l'accordo e spedito la merce. Situazioni che eBay ha da tempo stigmatizzato: ora chi provi ad acquistare un oggetto offerto con Postepay si trova dinanzi ad una schermata che riporta il divieto all'uso di questo strumento.
Sebbene ora in molti, basta dare un'occhiata in rete e sugli stessi forum di eBay, accusino l'azienda di aver tolto di mezzo in modo autoritario uno strumento che concorre con PayPal, il sistema di pagamento online gestito dalla stessa eBay e tra quelli consigliati ufficialmente per gli acquisti, la società delle aste insiste sulle esigenze di sicurezza.

"Sicurezza e praticità - si legge infatti nelle motivazioni che sorreggono la nuova policy - sono alla base delle regole eBay relative ai pagamenti. Queste regole sono state create per promuovere transazioni online sicure e per incoraggiare l'uso di metodi di pagamento online sicuri, di facile utilizzo e affidabili, nonché per offrire livelli di protezione elevati per gli utenti".

Oltre a Paypal, eBay promuove l'uso di carte di credito, bonifici, assegni o vaglia postali nonché contrassegno.
TAG: mercato
452 Commenti alla Notizia eBay, niente più Postepay
Ordina
  • Essendo correntista postale, mi sono sempre trovato bene con i pagamenti eseguiti attraverso la carta postepay,di recente le poste mi sembra che stiano provvedendo a "fortificare" la carta postepay, adesso non è più una semplice prepagata, adesso ha un chip incorporato, ed è a tutti gli effetti una CARTA DI CREDITO, mi sembra che adesso per autorizzare un pagamento, le poste italiane esigono una password,(generata casualmente attraverso la macchinetta che poste regala ai correntisti per poter eseguire le operazioni), ed aggiungo pure che se guardiamo con attenzione la carta postepay sulla sua parte posteriore si vede scritto, in caratteri piccoli, "Questa carta è utilizzabile anche all'estero secondo le vigenti norme valutarie".
    A questo punto mi chiedo: percchè boigottare la carta di credito POSTEPAY?.
    distinti saluti,
    un vecchio correntista postale.
    non+autenticato
  • Idea!Per fortuna che di alternative ve ne sono talte <ADDIO eBay> E VAI...
  • NON fate postepay ricaricabile! Se ve la clonano nonostante siate sempre stati attenti a non divulgare mai i vostri dati non rispondendo mai a nessuna mail di pishing, nonostante la denuncia alle autorità, poste italiane, senza neanche interpellarvi, vi manda una lettera prestampata in cui vi dice che probabilmente siete stati vittima di phising, e che quindi non può dare credito alle vostre richieste di rimborso, nonostante, aggiugo io così lo sapete tutti foi che leggete, la legge italiana – articolo 56 del Codice del consumo, decreto legislativo 206 del 2005, - obbliga l’ente emittente a riaccreditare la somma al possessore della carta se si tengono sotto controllo gli estratti conto della carta e si contestano gli eventuali addebiti sospetti per utilizzi online.
    Siamo proprio al menefreghismo più assoluto.
    NON FATE LA CARTA POSTEPAY! NEL MODO PIù ASSOLUTO!
    non+autenticato
  • Il problema non esiste affatto... basta creare un account PayPal e registrare come carta da cui scalare i pagamenti la vostra Postepay. Cosi facendo potrete comprare con PayPal in sicurezza su eBay, sempre beneficiando della vostra carta Postepay sulla qualle verranno addebitati i costi. C'è solo un passaggio da fare in più che oltretutto è gratuito, infatti se pagavate direttamente con Postepay un importo di 10 euro vi viene addebitato il costo di transazione di 1 euro in più. Passando da PayPal invece è tutto gratis e sicuro.
    non+autenticato
  • Ebay non accetta la postepay per motivi di sicurezza .... La cosa potrebbe anche starci, fermo restando il diritto di liberta' di un utente di pagare come meglio crede la merce che compra (ebay fa solo da tramite, se poi il venditore accetta in pagamento la sorella dell'acquirente non sono certo problemi di ebay....)

    La cosa che puzza davvero e' che se utilizzo la postepay su paypal va tutto bene!!!!!!

    Ma non e' un controsenso? O e' la prova definitiva che per ebay l'utilizzo diretto della postepay invece di paypal e' una perdita economica non indifferente...
    Per favore non pariamoci dietro "....per la sicurezza dell'utente......"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | Successiva
(pagina 1/13 - 65 discussioni)