2006, l'anno dell'LCD

Taipei (Taiwan) ? Secondo le stime di DisplayBank saranno 155 milioni i monitor per PC che verranno venduti entro la fine di questo anno: tra questi ben 125 milioni, circa l'80%, saranno a schermo piatto con tecnologia a cristalli liquidi.

L'abbassamento generalizzato dei costi dei display LCD, assieme allo sviluppo di nuove tecnologie che fanno diminuire i prezzi di quelle precedenti, hanno portato in poco meno di due anni ad un'impressionante crescita delle quote di mercato dei monitor a schermo piatto. Da una situazione di stallo del 2004, dove i monitor CRT vendevano quanto gli LCD, si è scesi inesorabilmente a quote più modeste lo scorso anno per i display dotati di tubo catodico.

Il 2006 sarà quindi l'annata d'oro per gli schermi LCD che guadagneranno il 20% del mercato, mentre gli antenati CRT perderanno circa il 30% rispetto all'anno precedente. La crescita della tecnologia LCD riguarderà soprattutto il mercato taiwanese che, da solo, fornisce quasi 100 milioni di esemplari all'anno. Nel corso del 2006, stando ai dati forniti da una previsione di DigiTimes Research, da Taiwan arriveranno circa il 30% di schermi in più rispetto allo scorso anno.
Nonostante il cambio della guardia nella vendita dei monitor possa far pensare ad una crescita diffusa, l'andamento generale del settore dei display non sta andando troppo bene.
I tassi di aumento annuo sono infatti bassi, nell'ordine del 4 o 5%, il che è dovuto soprattutto all'avanzata dei notebook sul mercato che nel 2005 hanno superato i dati di vendita dei PC fissi anche nel nostro paese.

Dario Panzeri
TAG: mercato
3 Commenti alla Notizia 2006, l'anno dell'LCD
Ordina