Si fa vedere il wormino giapponese

Capace di diffondersi come molti suoi predecessori sui sistemi Windows sfruttando la rubrica di Outlook, FBound scrive in giapponese ai giapponesi

Roma - C'è un altro worm che gira in queste ore anche sulla rete italiana, almeno stando a quanto affermato dal produttore di software antivirus Trend Micro.

L'azienda ha infatti rilasciato ieri un warning che specifica come il worm noto come "FBound" sia da considerarsi a medio rischio, una soglia di attenzione che consiglia cautela agli utenti e invita ad informarsi sulle caratteristiche del software malevolo.

Il worm, che i tecnici hanno denominato "WORM_FBound.B", come molti altri attacca i sistemi Windows auto-inviandosi dai PC infetti a tutti gli indirizzi email che individua nella rubrica di Windows. Lo stesso worm è noto anche con altri nomi: JAPANIZE.A, FIDAO.A, FIDAO, W32/Fbound.b@MM, Win32/Japanize.Worm e I-Worm.Zircon.B.
Il subject dell'email, invece, è "important" oppure viene tratto a caso da un gruppo di frasi in giapponese se l'indirizzo email del destinatario termina con.jp, se dunque chi lo riceve è presumibilmente giapponese. L'allegato, invece, è sempre "Patch.exe". Il corpo del messaggio appare privo di testo.

Rispetto ad altri worm, comunque, FBound non sembra capace di danneggiare il contenuto dei PC infetti ma si limita a riprodursi il più rapidamente possibile.