Un Grammy anche per Bell Labs

Recording Academy non premia solo i musicisti, ma anche le aziende che hanno saputo innovare nel settore musicale. A fine febbraio i Bell Labs riceveranno il Technical Grammy Award

Murray Hill (USA) - Musica e tecnologia sono diventate un binomio inscindibile. Per questo motivo ogni anno la Recording Academy premia con il Technical Grammy Award le aziende che si sono distinte con innovazioni importanti nel settore musicale. L'edizione 2006 vedrà i Bell Labs di Lucent Technologies partecipare alla cerimonia dei Grammy, che si terrà l'8 febbraio presso lo Staples Center di Los Angeles, per ricevere l'ambito riconoscimento.

E' la prima volta che viene riconosciuto un premio di questo genere ad un laboratorio di ricerca. Le scorse edizioni avevano visto la premiazione di aziende del calibro di JBL, Apple, Shure etc.

I Bell Labs si sono distinti per decenni per il carattere pionieristico delle tecnologie applicate alla moderna tecnica di registrazione, alla trasmissione elettronica, alle comunicazioni digitali, fino ai più recenti progetti di ricerca e sviluppo riguardanti l'acquisizione dei suoni digitali.
Le invenzioni di maggiori rilievo sviluppate dai Bell Labs in campo musicale e audio includono la registrazione ad alta fedeltà (1925), la registrazione stereo (single groove recording, 1933), la registrazione stereofonica su nastro (1941), il laser (1958) e il microfono (1966). Le ultime innovazioni hanno riguardato la compressione audio applicata alla tecnologia radio digitale, che consente a stazioni AM, FM e via satellite di trasmettere con una qualità musicale prossima a quella dei CD.

Il futuro riserva altre novità nel campo delle nano-tecnologia, della registrazione iper-sensitiva per l'ottimizzazione dell'acquisizione di suoni ad alta qualità e nuove ricerche per l'implementazione di laser, materiali e formati in grado di produrre la nuova generazione di archiviazione multimediale ad alta densità.

Dario d'Elia