PC economici con Linux

Linspire e Mirus si accordano per la distribuzione di una nuova serie di macchine a basso costo senza Windows

Roma ? Linspire e Mirus, facendo dell'essenzialità la propria bandiera, hanno deciso di unire gli sforzi nello sviluppo di una serie di PC pratici, poco dispendiosi, semplici da usare e mirati per l'uso domestico e il lavoro d'ufficio.

Koobox, la nuova linea desktop di Mirus, è composta da 3 PC che tentano di colpire la fascia bassa del mercato e di attrarre tutti coloro che desiderano acquistare una macchina già assemblata, ma non vogliono trovarsi Windows, e il relativo prezzo aggiuntivo, tra i piedi. Le tre configurazioni Koobox risultano comunque ben distinte, nonostante puntino alla stessa fascia di mercato.

La prima, la più economica delle tre, propone un sistema basato sul processore AMD Sempron 2800+, 256 MB di memoria RAM, disco fisso da 40 GB e masterizzatore CD. I comparti audio e video sono integrati nella scheda madre: ciò dimostra la vocazione del PC per applicazioni semplici come la navigazione e l'utilizzo dei programmi non troppo complessi delle varie suite office. Il case è di tipo mid tower e al suo interno prendono posto 5 porte USB e un alimentatore da 300 watt. Il primo sistema Koobox è provvisto anche di periferiche esterne quali: altoparlanti stereo da 2 watt, tastiera e mouse ottico. La dotazione software prevede il sistema operativo Linspire, comprensivo di un'ampia collezione di programmi opensource, tra cui anche il sempre più popolare browser internet Firefox e la suite OpenOffice.org. Il prezzo della configurazione più economica di Mirus è di circa 300 dollari.
Un po' più costosa, quasi 100 dollari in più, è la seconda configurazione che riprende quasi tutte le caratteristiche della precedente e apporta qualche miglioria sul versante hardware. Il sistema da circa 400 dollari vanta infatti un processore AMD Sempron 3000+, 512 MB di RAM, hard disk da 160 GB e masterizzatore DVD Dual Layer. Infine, il sistema top di gamma, da quasi 500 dollari, non differisce da quello da 400 dollari se non per la presenza di un processore da 64 bit. In particolare, la CPU montata su questo sistema è un Athlon 64 3000+ di AMD.

I PC in questione offrono un buon rapporto qualità prezzo ma il loro cammino è tutto in salita. La scelta di distribuire le macchine solamente tramite Internet potrebbe, infatti, limitare il mercato in maniera decisiva. Linspire aveva già collaborato, e continua tuttora a farlo, con la grande catena di centri commerciali Wal-Mart per la distribuzione di notebook a basso costo contenenti la propria distribuzione di Linux. A differenza di Wal-Mart, Mirus non può contare però su di una distribuzione così ampia, inoltre vi è da considerare che l'impossibilità dell'utente di poter toccare con mano il prodotto potrebbe fungere, in questo caso, da forte deterrente.

A complicare le sorti della nuova serie Koobox vi è anche il fattore concorrenza rappresentato, non solo dalla grande catena commerciale sopraccitata, ma anche dalle iniziative commerciali di Dell, che ha recentemente deciso di vendere computer senza sistema operativo, e dall'oramai popolare Mac Mini di Apple che offre, ad un prezzo ragionevole, una macchina dotata di una suite software per l'utilizzo domestico e un design che in molti ritengono accattivante.

Le preoccupazioni fino ad ora esposte non sembrano tangere Richard Shyu di Mirus che ha recentemente affermato: "I consumatori domandano da tempo di poter avere maggior scelta nei PC con distribuzioni Linux, per questo motivo abbiamo deciso di dedicare loro non una, ma tre macchine che rispondono a diverse esigenze. Siamo sicuri che i nostri PC saranno apprezzati da tutti coloro che non amano Windows e per la prima volta vogliono affacciarsi verso un nuovo ambiente".

Dario Panzeri
TAG: desktop
3 Commenti alla Notizia PC economici con Linux
Ordina