WordPerfect e CorelDraw moltiplicati X3

Corel torna ad aggiornare i suoi due prodotti di punta, dotandoli di un buon numero di nuovi strumenti dedicati sia agli utenti consumer che a quelli professionali

Ottawa (Canada) - Nel mondo hi-tech stanno spuntando "X" un po' ovunque, e a quanto pare anche Corel si Ŕ adeguata a questo trend. WordPerfect Office X3 e CorelDRAW X3 sono le nuove versioni aggiornate delle storiche suite della casa canadese, la prima destinata al lavoro d'ufficio e la seconda alla creazione di grafica vettoriale e bitmap.

Fra le pi¨ anziane e mature alternative a MS Office, WordPerfect si compone, come tradizione, di tre applicazioni chiave: l'omonimo elaboratore di testi, il foglio di calcolo Quattro Pro e il programma di presentazioni Presentations. In tutte sono state introdotte novitÓ e migliorie, ma fra queste spicca la capacitÓ di WordPerfect X3 di importare, modificare ed esportare i documenti in formato PDF: una capacitÓ che, secondo Corel, non offre alcun'altra suite concorrente. Le pi¨ recenti versioni di StarOffice e OpenOffice supportano il salvataggio dei documenti in formato PDF, ma non sono in grado di aprirli. Microsoft implementerÓ il supporto ai file PDF nel prossimo Office 12, ma anche in questo caso dovrebbe mancare un filtro di importazione.

WordPerfect X3 migliora poi ulteriormente la compatibilitÓ con i formati di Microsoft, ma con grande delusione della comunitÓ open source manca invece del supporto a OpenDocument: una scelta incomprensibile visto che Corel si Ŕ sempre detta tra i pi¨ convinti sostenitori del formato promosso da OpenOffice.org.
WordPerfect Office X3 include poi un nuovo client di posta elettronica, una nuova interfaccia utente, nuove risorse on-line, un miglior supporto ai caratteri internazionali, e una funzione che permette agli utenti di eliminare con facilitÓ dai documenti ogni informazione personale.

L'edizione Standard della suite comprende, oltre alle applicazioni base, il client e-mail WordPerfect Mail e il programma di grafica Presentations Graphics X3. L'edizione Home contiene invece versioni "lite" di WordPerfect X3 e Quattro Pro X3, Photo Album 6 Standard Edition, Pinnacle Studio SE, Pinnacle Instant CD/DVD LE v8, Norton Internet Security 2006, e altri tool minori. L'edizione Professional include gli stessi componenti della Standard pi¨ il database relazionale Paradox, Microsoft Visual Basic for Applications, e tool per lo sviluppo. I prezzi in dollari (quelli in euro non sono ancora noti) sono di 160 dollari per l'edizione Standard, 80 dollari per la Home e 259 dollari per quella Professional.

La nuova suite CorelDRAW X3 si indirizza sia ai professionisti della grafica che agli appassionati. Ad entrambi offre un sostanzioso numero di novitÓ, tra cui PowerTrace, un'applicazione che converte le immagini bitmap in grafica vettoriale modificabile; l'Image Adjustment Lab di PhotoPaint, studiato per regolare con un clic i colori e i toni delle fotografie digitali; uno strumento potenziato per scrivere righe di testo che seguano delle curve impostate dall'utente; un'anteprima di stampa per gli oggetti grafici sovrapposti; uno strumento taglierino per rimuovere aree non desiderate negli oggetti; e inoltre 10.000 clipart, 35 nuovi caratteri WGL4 e 1.000 fotografie esenti da royalty.

CorelDRAW X3 costa 599 euro (IVA esclusa) nella versione completa e 299 euro nella versione aggiornamento.
TAG: sw
20 Commenti alla Notizia WordPerfect e CorelDraw moltiplicati X3
Ordina
  • pensate che il manuale di una vecchia versione di word perfetc per mac era stato convertito in pdf attraverso word...la tristezza e ke lo si leggeva nelle info da acrobat reader....prodotto da Word con Distiller....

    senzaparole
    non+autenticato
  • qualcosa dentro di me diceva NO NO NO,
    ma l'idea di utilizzare OpenOffice nel nostro piccolo ufficio si è rivelata fallimentare, l'installazione della versione 2.0 non ha convinto i miei soci della bontà della scelta Open.. come dargli torto: forse qualche patch avrebbe migliorato le cose, ma la nuova release si è rivelata difettosissima specialmente nel'importazione di file provenienti da msoffice... sta infatti qui il vero snodo problematico, che ci ha afflitto anche nelle versioni precedenti: moltissimi piccoli difetti che aggiungono al lavoro lungaggini e problemi nell'aggiustamento delle formattazioni di file provenienti (o da esportare verso) dalla piattaforma microsoft (la totalità dei nostri clienti ci lavora)
    non+autenticato

  • > moltissimi piccoli difetti
    > che aggiungono al lavoro lungaggini e problemi
    > nell'aggiustamento delle formattazioni di file
    > provenienti (o da esportare verso) dalla
    > piattaforma microsoft (la totalità dei nostri
    > clienti ci lavora)

    Fino a quando Microsoft non aprirà i suoi formati di documento, questo sarà inevitabile.
    La prossima versione di Office salverà di default in formato OpenXML e, anche se non sarà direttamente compatibile con OpenDocument, sarà un formato aperto e standardizzato.
    Quindi questa difficoltà è desinata a cadere. Suite alternative potranno supportare ufficialmente il nuovo formato, a tutto vantaggio degli utenti.
    Io credo che se non ci fosse stato OpenOffice, la Microsoft non avrebbe mai intrapreso questo passo.

    Saluti
    VITRIOL
  • La suite proposta viaggia solo su Windows, dove il dominio di MS Office è praticamente incontrastato.

    Perchè non provare a dare una compilata alla suite anche per OSX e le distro principali di linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il source, ma almeno il binario).

    Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche su altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di entrare in un mercato dove probabilmente ha più chances di riuscire.

    ╚ un discorso che vale anche per altri software "minori".

    Madder

    PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva provato a proporre una sua distro a suo tempo.

  • - Scritto da: Madder
    > La suite proposta viaggia solo su Windows, dove
    > il dominio di MS Office è praticamente
    > incontrastato.
    >
    > Perchè non provare a dare una compilata alla
    > suite anche per OSX e le distro principali di
    > linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il
    > source, ma almeno il binario).
    >
    > Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche su
    > altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di
    > entrare in un mercato dove probabilmente ha più
    > chances di riuscire.
    >
    > ╚ un discorso che vale anche per altri software
    > "minori".
    >
    > Madder
    >
    > PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva
    > provato a proporre una sua distro a suo tempo.


    Ci hanno già provato ed un po' e fallivano... alla fine li ha salvati MS.
    non+autenticato
  • al di là delle indubbie difficltà, non sarebbe male poter mettere di nuovo le mani su WordPerfect, senza tanti aggeggi inutili intorno.

    Era veramente un bel programma di videoscrittura che ho usato su due o tre piattaforme diverse. Mi piacerebbe vderlo su macOSX dove, per altro esistono diversi programmi di WP (a differenza di windows).

    Corel Draw no, non ha chances, non ne ha mai avute.

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Madder
    > > La suite proposta viaggia solo su Windows, dove
    > > il dominio di MS Office è praticamente
    > > incontrastato.
    > >
    > > Perchè non provare a dare una compilata alla
    > > suite anche per OSX e le distro principali di
    > > linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il
    > > source, ma almeno il binario).
    > >
    > > Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche
    > su
    > > altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di
    > > entrare in un mercato dove probabilmente ha più
    > > chances di riuscire.
    > >
    > > ╚ un discorso che vale anche per altri software
    > > "minori".
    > >
    > > Madder
    > >
    > > PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva
    > > provato a proporre una sua distro a suo tempo.
    >
    >
    > Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...
    > alla fine li ha salvati MS.


    Non esattamente. Microsoft ha acquistato la maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico scopo e' stato quello di far chiudere la linea di prodotti per linux (che giravano con wine) e di affossare ancora di piu' la posizione di Corel.
    Prova a cercare sulla rete: CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz
    oppure
    CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz
    e poi ci racconti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Madder
    > > > La suite proposta viaggia solo su Windows,
    > dove
    > > > il dominio di MS Office è praticamente
    > > > incontrastato.
    > > >
    > > > Perchè non provare a dare una compilata alla
    > > > suite anche per OSX e le distro principali di
    > > > linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro
    > il
    > > > source, ma almeno il binario).
    > > >
    > > > Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche
    > > su
    > > > altri sistemi operativi permetterebbe a Corel
    > di
    > > > entrare in un mercato dove probabilmente ha
    > più
    > > > chances di riuscire.
    > > >
    > > > ╚ un discorso che vale anche per altri
    > software
    > > > "minori".
    > > >
    > > > Madder
    > > >
    > > > PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel
    > aveva
    > > > provato a proporre una sua distro a suo tempo.
    > >
    > >
    > > Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...
    > > alla fine li ha salvati MS.
    >
    >
    > Non esattamente. Microsoft ha acquistato la
    > maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico
    > scopo e' stato quello di far chiudere la linea di
    > prodotti per linux (che giravano con wine) e di
    > affossare ancora di piu' la posizione di Corel.
    > Prova a cercare sulla rete:
    > CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz
    > oppure
    > CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz
    > e poi ci racconti.

    beh se corel avesse goduto di ottima salute, non avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS, evidentemente il tentativo di passare al pinguino l'ha dissanguata

    nel bene o nel male bill ha salvato corel
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Madder
    > > > > La suite proposta viaggia solo su Windows,
    > > dove
    > > > > il dominio di MS Office è praticamente
    > > > > incontrastato.
    > > > >
    > > > > Perchè non provare a dare una compilata alla
    > > > > suite anche per OSX e le distro principali
    > di
    > > > > linux/BSD (nel senso, magari non dare in
    > giro
    > > il
    > > > > source, ma almeno il binario).
    > > > >
    > > > > Secondo me, lo sforzo per poter lavorare
    > anche
    > > > su
    > > > > altri sistemi operativi permetterebbe a
    > Corel
    > > di
    > > > > entrare in un mercato dove probabilmente ha
    > > più
    > > > > chances di riuscire.
    > > > >
    > > > > ╚ un discorso che vale anche per altri
    > > software
    > > > > "minori".
    > > > >
    > > > > Madder
    > > > >
    > > > > PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel
    > > aveva
    > > > > provato a proporre una sua distro a suo
    > tempo.
    > > >
    > > >
    > > > Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...
    > > > alla fine li ha salvati MS.
    > >
    > >
    > > Non esattamente. Microsoft ha acquistato la
    > > maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico
    > > scopo e' stato quello di far chiudere la linea
    > di
    > > prodotti per linux (che giravano con wine) e di
    > > affossare ancora di piu' la posizione di Corel.
    > > Prova a cercare sulla rete:
    > > CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz
    > > oppure
    > > CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz
    > > e poi ci racconti.
    >
    > beh se corel avesse goduto di ottima salute, non
    > avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,
    > evidentemente il tentativo di passare al pinguino
    > l'ha dissanguata
    >
    > nel bene o nel male bill ha salvato corel

    Passare a cosa?
    E poi la distro di Corel esiste ancora, anche se non è più Corel a svilupparla.
    E' XANDROS
    non+autenticato

  • > >
    > > beh se corel avesse goduto di ottima salute, non
    > > avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,
    > > evidentemente il tentativo di passare al
    > pinguino
    > > l'ha dissanguata
    > >
    > > nel bene o nel male bill ha salvato corel
    >
    > Passare a cosa?
    > E poi la distro di Corel esiste ancora, anche se
    > non è più Corel a svilupparla.
    > E' XANDROS

    Corel ha dovuto dismettere tutto il settore linux perchè non era produttivo. Xandros è un'altra compagnia che ha rilevato il know-how ma con Corel non c'entra nulla.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Madder
    > > > > La suite proposta viaggia solo su Windows,
    > > dove
    > > > > il dominio di MS Office è praticamente
    > > > > incontrastato.
    > > > >
    > > > > Perchè non provare a dare una compilata alla
    > > > > suite anche per OSX e le distro principali
    > di
    > > > > linux/BSD (nel senso, magari non dare in
    > giro
    > > il
    > > > > source, ma almeno il binario).
    > > > >
    > > > > Secondo me, lo sforzo per poter lavorare
    > anche
    > > > su
    > > > > altri sistemi operativi permetterebbe a
    > Corel
    > > di
    > > > > entrare in un mercato dove probabilmente ha
    > > più
    > > > > chances di riuscire.
    > > > >
    > > > > ╚ un discorso che vale anche per altri
    > > software
    > > > > "minori".
    > > > >
    > > > > Madder
    > > > >
    > > > > PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel
    > > aveva
    > > > > provato a proporre una sua distro a suo
    > tempo.
    > > >
    > > >
    > > > Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...
    > > > alla fine li ha salvati MS.
    > >
    > >
    > > Non esattamente. Microsoft ha acquistato la
    > > maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico
    > > scopo e' stato quello di far chiudere la linea
    > di
    > > prodotti per linux (che giravano con wine) e di
    > > affossare ancora di piu' la posizione di Corel.
    > > Prova a cercare sulla rete:
    > > CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz
    > > oppure
    > > CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz
    > > e poi ci racconti.
    >
    > beh se corel avesse goduto di ottima salute, non
    > avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,
    > evidentemente il tentativo di passare al pinguino
    > l'ha dissanguata
    >
    > nel bene o nel male bill ha salvato corel


    Microsoft ha piu soldi di Corel (prima e adesso), quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...
    FINE
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    >
    > Microsoft ha piu soldi di Corel (prima e adesso),
    > quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...
    > FINE

    Per comprare ci deve essere qualcuno che vende. Microsoft compra perché gli altri vendono.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > >
    > > Microsoft ha piu soldi di Corel (prima e
    > adesso),
    > > quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...
    > > FINE
    >
    > Per comprare ci deve essere qualcuno che vende.
    > Microsoft compra perché gli altri vendono.

    Microsoft e' piu potente di Corel perche ha piu' brevetti dalla sua parte, piu' avvocati e piu' agganci politici. Quindi Microsoft fa offerte che "non si possono rifiutare"
    FINE
    non+autenticato

  • >
    > Microsoft e' piu potente di Corel perche ha piu'
    > brevetti dalla sua parte, piu' avvocati e piu'
    > agganci politici. Quindi Microsoft fa offerte che
    > "non si possono rifiutare"
    > FINE

    ma questo corel per linux (sia os che wordperfect) quanto aveva venduto.

    Se non vendi..... nisba.

    Secondo me molto dipende da come andra' nero per linux, se questo dovesse vendere (anche in versione oem), credo che altri si metteranno nel mercato linux.

    Escluso la distro, in quanti hanno comprato programmi dekstop per distro linux (non conoscendoli non posso fare esempi ).
  • ah ah ah

    stevejobs con i suoi imovie imac iqui ila...

    ah ah ah

    gates con i suoi mydoc myphoto mybitch...

    aha ah

    ora pure wiliam shanter con corel x3....

    ma perche' non BASTA SCRIVERE 1.2 1.3 1.4   SEMPLICE NO?
    non+autenticato
  • X3 = 13
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > X3 = 13

    e probabilmente il motivo sta proprio nella tridescafobia, cioè la convinzione che il numero 13 "porti male", più forte nei paesi anglosassoni che da noi in Italia, dove è più temuto il 17.

  • - Scritto da: ElfQrin
    > - Scritto da: Anonimo
    > > X3 = 13
    >
    > e probabilmente il motivo sta proprio nella
    > tridescafobia, cioè la convinzione che il numero
    > 13 "porti male", più forte nei paesi anglosassoni
    > che da noi in Italia, dove è più temuto il 17.

    17=XVII anagramma di VIXI, cioè sono morto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > 17=XVII anagramma di VIXI, cioè sono morto

    Sì, VIXI -> vissuto -> sono morto

    Mentre 13 è riferito ai commensali dell'ultima cena, dopo la quale Gesù fu tradito.
    non+autenticato
  • Tra non molto scometto uscirà anche "Corel Painth Shop Pro X3" , eppure mi ricorda qualcosa .... gilette sensor , mach.......3 come quello delle lamette da barba ! A bocca aperta Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato