Ricattano sito milionario e lo buttano giù

Un attacco DDoS protratto per alcuni giorni ha spinto fuori dalla rete Million Dollar Homepage, uno dei siti più celebri del momento. Gli aggressori volevano 50mila dollari in cambio di un patto di non aggressione

New York (USA) - C'è aria di sgomento nei commenti che si leggono in queste ore su alcuni giornali mainstream, ma era tristemente prevedibile tutto quello che ora sta accadendo ad uno dei siti più gettonati della rete. Un sito che oggi fatica per rimanere raggiungibile e che è vittima di una delle più sfacciate azioni di attacco informatico realizzate negli ultimi anni: una cracker crew ha infatti letteralmente buttato fuori dalla rete Million Dollar Homepage, reso celeberrimo dalla capacità del suo creatore di vendere pubblicità su pixel e di arricchirsi rapidamente.

In realtà mentre scriviamo la pagina va e viene, segno che lo studente britannico Alex Tew, ideatore e gestore del sito, in collaborazione con il suo provider, InfoRelay, stanno combattendo per tornare online.

Lo stesso Tew ha spiegato che i cracker nei giorni scorsi avevano chiesto 50mila dollari: se Tew avesse ceduto, la crew si impegnava a non attaccare il sito. Un ricatto in piena regola, del tutto simile a quelli già registrati in passato, legato a doppio filo alla possibilità per i cracker di attivare una botnet, ossia un network di computer zombie, PC non presidiati connessi perlopiù in banda larga che, all'insaputa dei loro proprietari, possono essere azionati da remoto dai cracker. Questi possono usarli per sferrare attacchi distribuiti, i DDoS (distributed denial-of-service), che consistono di un invio continuo e crescente di pacchetti ai server obiettivo dell'attacco e sono capaci - se sufficientemente massicci - di mettere in crisi anche infrastrutture piuttosto avanzate.
Nel caso della Million Dollar Homepage gli esperti di InfoRelay sostengono che sono almeno 23mila gli host coinvolti nell'aggressione, segno evidentemente che i cracker che hanno tentato la via del ricatto dispongono di una notevole capacità di fuoco, sebbene assai inferiore a quella di altre botnet emerse di recente.

Sul caso, stando a Tew e InfoRelay, sta lavorando anche l'FBI. Non vi sono certezze ma l'idea di InfoRelay è che l'attacco abbia origine in Russia. E sono crew russe alcune di quelle su cui polizie di mezzo mondo cercano di mettere le mani per fatti del tutto analoghi a quelli che ora riguardano la pagina di Tew.

A giocare a sfavore del ragazzo e della sua pagina, evidentemente, il fatto che la crew di cracker sa che Tew si è messo in tasca molto denaro, più di un milione di dollari, vendendo pixel di pubblicità, e ha così sperato di potergli "soffiare" una parte del guadagno.

Va anche detto che il sito preso di mira non rappresenta in alcun modo una infrastruttura critica. Ma quanto sta accadendo potrebbe aiutare a far comprendere quali sono le possibili conseguenze di certe forme di aggressione telematica, e quali potrebbero essere se gli attacchi fossero rivolti a sistemi assai più importanti. Una questione che tocca l'Italia da vicino, essendo il nostro paese in ritardo sul fronte della sicurezza, come spiegato nei giorni scorsi dagli esperti del CNIPA, il braccio informatico del Governo.
49 Commenti alla Notizia Ricattano sito milionario e lo buttano giù
Ordina
  • A che serve Million Dollar Homepage?

    Come funziona e come ci si può fare i Million?

    E' furbo lui o grulli tutti gli altri?



    Desidero la soluzione dei miei quesiti.

    Grazie

  • - Scritto da: Ubu re
    > A che serve Million Dollar Homepage?
    >
    > Come funziona e come ci si può fare i Million?
    >
    > E' furbo lui o grulli tutti gli altri?
    >
    > Desidero la soluzione dei miei quesiti.
    >
    > Grazie

    Fatti la stessa domanda riguardo la pubblicità tradizionale.
    non+autenticato
  • > E' furbo lui o grulli tutti gli altri?

    grulli
    Akiro
    1907
  • e' lui che s'e' inventato un modo per fare soldi con fatica zero, e' un genio.
    non+autenticato
  • Come questo.

    Sinceramente la notizia non mi addolora più di tanto.
    non+autenticato
  • Ma la smettiamo di dare risalto a questa inutile e disgustosa idea miliardaria?
    Ma vi rendete conto che NON E' una pagina pubblicitaria? E' un evento mediatico che sfrutta come cassa di risonanza i poveri "giornalai", io fatico a chiamarli giornalisti al giorno d'oggi. Mi meraviglio che punto informatico dia tanto risalto a questa notizia.

    Se qualcuno mi dirà che parlo per invidia, beh, come dargli torto, quando ci sono di mezzo i soldi...
    però, dai, chi di voi seriamente ha pensato che una pagina del genere sia qualcosa di più di un vero "bidone", una trappola per polli pronti a farsi spennare perchè a loro volta hanno spennato altri polli e hanno affollato la rete di immondizia da cui a loro volta hanno tratto denaro?
    Casinò, siti porno... e altre schifezze di tal genere...
    Bah...
    non+autenticato

  • > Casinò, siti porno... e altre schifezze di tal
    > genere...
    > Bah...

    Schifezze? Sono cose normalissime, legali, fanno parte dell'essere umano...se accettiamo immondizia come te perche' dovremmo censurare cio' che puo' piacere?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma la smettiamo di dare risalto a questa inutile
    > e disgustosa idea miliardaria?
    > Ma vi rendete conto che NON E' una pagina
    > pubblicitaria? E' un evento mediatico che sfrutta
    > come cassa di risonanza i poveri "giornalai", io
    > fatico a chiamarli giornalisti al giorno d'oggi.
    > Mi meraviglio che punto informatico dia tanto
    > risalto a questa notizia...

    Punto Informatico è libera di dare le notizie che vuole. Se non ti piace, cambia sito, no?

    > Se qualcuno mi dirà che parlo per invidia, beh,
    > come dargli torto, quando ci sono di mezzo i
    > soldi...
    > però, dai, chi di voi seriamente ha pensato che
    > una pagina del genere sia qualcosa di più di un
    > vero "bidone", una trappola per polli pronti a
    > farsi spennare perchè a loro volta hanno spennato
    > altri polli e hanno affollato la rete di
    > immondizia da cui a loro volta hanno tratto
    > denaro?
    > Casinò, siti porno... e altre schifezze di tal
    > genere...
    > Bah...

    Su qyesto sono perfettamente d'accordo. Anzi, per caso hai contatti con la crew che sta attaccando MillionDollarHomePage.com? Avrei un paio di pc connessi a Internet in banda larga per portare la loro botnet a 23002 computers A bocca aperta
    non+autenticato

  • Io credo che ci sia stata tanta invidia in questo atto.

    Quando guardi la Million Dollar Homepage pensi guarda quanti soldi ha fatto questo tizio con un'idea idiota quanto geniale.

    Ci sono migliaia di imitazioni in tutto il mondo di quell'idea.

    A qualcuno deve essere venuto il sangue acido e certo di colpire qualcuno con una buona disponibilità economica, lo ha minacciato per estorcergli denaro.

    L'invidia è proprio una brutta cosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Io credo che ci sia stata tanta invidia in questo
    > atto.

    Io penso che ci sia stato solo un atto mediatico.
    In fondo quel sito stava perdendo popolarità.... ( ...lo si visita 1 volta nella vita....e poi basta... ed ecco che nasce una nuova idea per attirare utenti al sito... ).

    > Quando guardi la Million Dollar Homepage pensi
    > guarda quanti soldi ha fatto questo tizio con
    > un'idea idiota quanto geniale.

    Geniale? Cioe' uno che ti vende un pixel di una pagina html a 1$ lo chiami geniale?
    Direi tutto fuorchè geniale. Quello è uno che è riuscito a rubar soldi a tanti altri che hanno rubato soldi via internet ( vedi casinò e simili ).

    Io acquisterei dei pixel su quel sito solo per un motivo:
    Denunciarlo e portarlo in tribunale tra una decina d'anni, quando quel sito non lo cagherà piu' nessuno e lui chiuderà il sito. A quel punto mi avrà sottratto un bene che ho acquisito ( ergo : furto ), quindi richiesta di risarcimento milionario.
    ( Ma non sono tanto pollo da immischiarmi in una cosa del genere )

    > Ci sono migliaia di imitazioni in tutto il mondo
    > di quell'idea.

    Già.... gente che cerca di trovar polli simili a quelli che hanno sottoscritto i pixel su quel sito ( quanto ci vuole a fare un sito del genere? Zero. Quanto ci vuole per portarlo alla stessa popolarità? Un migliaio di euro e qualche buona conoscenza nel campo ).


    > A qualcuno deve essere venuto il sangue acido e
    > certo di colpire qualcuno con una buona
    > disponibilità economica, lo ha minacciato per
    > estorcergli denaro.

    Ripeto che secondo me è tutta una bufala x attirare nuovamente l'attenzione.

    > L'invidia è proprio una brutta cosa.

    L'ignoranza è ancora + brutta
    ryoga
    2003
  • Ecco un invidioso!
    non+autenticato
  • ahaha sisi ho pensato la stessa cosa ! una rosicata del genere non la vedevo da anni Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • > Ripeto che secondo me è tutta una bufala x
    > attirare nuovamente l'attenzione.

    E chiamalo stupido...

    Io avrei già dato al tipo quantomeno una laurea in marketing, comunicazione o qualche altra menata del genere.

    non+autenticato
  • Occhio ad essere polli in questo periodo che c'e' l'aviaria e se un pollo si ammala lo sopprimono A bocca aperta
    Ciao Sorride
  • ROSICONE!!!!!!!   :D
    non+autenticato

  • - Scritto da: ryoga
    > Geniale? Cioe' uno che ti vende un pixel di una
    > pagina html a 1$ lo chiami geniale?

    il tizio in questione ora ha in tasca 1 milione di dollari, e tu? hai avuto altre idee geniali? facci partecipi...

    > Direi tutto fuorchè geniale.

    L'invidia è proprio una brutta cosa.

    > L'ignoranza è ancora + brutta

    e quando non lo si vuole ammettere è ancora peggio...

    Fan Apple
    non+autenticato
  • solo 1 parola per discriverti LOOOOOOOOOL
    non+autenticato
  • Sono come le auto, quindi per il bene di tutti, è meglio che chi acquista un computer faccia al più presto un corso per la ECDL.

    Che manco a farlo apposta significa
    European Computer Driving Licence

    Un mondo senza Botnet si può, spero che bill gates riesca trovare qualche soluzione.
    non+autenticato
  • Con la ECDL il termine zombie passa all'utente così dopo sono in due e si fanno compagnia
    non+autenticato
  • l'ecdl potrebbe andar bene se la fanno fare come attivita' di laboratorio ai bambini di terza elementare. Il QI a 8 anni e' gia' sufficente a capire che se premi la "G" di grassetto, il testo diventa in grassetto.
    non+autenticato
  • > Un mondo senza Botnet si può, spero che bill
    > gates riesca trovare qualche soluzione.

    Direi di no, in quanto, così, affosserebbe il "OneCare", oltre a tutto il mercato nato per riempire il computer di 10000 programmi mangia-memoria.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)