Adobe Acrobat sposa il 3D

Acrobat ora può inglobare all'interno dei documenti PDF immagini 3D realizzate con i più diffusi software di CAD. Da visualizzare e manipolare con il gratuito Reader

San Jose (USA) - Estendendo ulteriormente le funzionalità e il campo di applicazione del suo celebre formato Portable Document Format (PDF), Adobe ha introdotto una nuova e più costosa edizione di Acrobat in grado di importare i modelli grafici 3D creati con alcuni tra i più diffusi applicativi di CAD.

Il nuovo Acrobat 3D può convertire automaticamente una certa varietà di formati grafici vettoriali, tra cui quelli di AutoCAD, e inglobare le immagini importate all'interno dei file PDF. Tali documenti possono essere condivisi dalle aziende con fornitori, partner e clienti in possesso del software gratuito Adobe Reader 7.0, che presto consentirà di ruotare e zoomare i modelli 3D, modificare la luce d'ambiente, aggiungere texture e materiali, e riprodurre animazioni. Tutto ciò senza la necessità, per gli utenti, di disporre di costosi programmi CAD o di specifici visualizzatori.

Acrobat 3D è dedicato soprattutto ai progettisti e ai professionisti della grafica 3D che operano in settori quali l'ingegneria civile e l'industria manifatturiera (automobilistica, aerospaziale, delle macchine industriali ecc.), ma può essere utilizzato anche da figure professionali come gli architetti e i pubblicitari.
Oltre a semplificare la collaborazione e la condivisione delle informazioni, Adobe sostiene che Acrobat 3D consente alle aziende di poter distribuire progetti e schemi 3D senza necessariamente fornire anche quei dati, come coordinate e funzioni matematiche, che ne consentirebbero la clonazione. A tal proposito l'autore del documento ha la facoltà di scegliere quali informazioni rendere accessibili all'utente.

Va detto che Adobe aveva già aggiunto nei propri software un parziale supporto alla grafica 3D alla fine del 2004, quando rilasciò le versioni 7.0 di Acrobat e Reader. All'epoca Adobe spiegò di voler trasformare la propria piattaforma di publishing e gestione documentale in una soluzione completa per la creazione, lo scambio e la pubblicazione di documenti provenienti da più fonti e contenenti vari tipi di oggetti e contenuti mediali. In tale prospettiva ha acquisito un ruolo chiave Adobe Reader, ora capace di gestire oggetti interattivi come moduli elettronici, animazioni e modelli 3D.

Acrobat 3D può già essere ordinato nella versione inglese al prezzo di 1.402,80 euro: i prezzi delle versioni aggiornamento si trovano qui. Il pieno supporto ad Acrobat 3D verrà aggiunto da Adobe in una prossima versione del proprio Reader, la 7.0.7, il cui rilascio è previsto per il prossimo mese.
TAG: sw
34 Commenti alla Notizia Adobe Acrobat sposa il 3D
Ordina
  • ho provato il pdf demo (quello con la turbina aeroderivativa) sul sito ufficiale acrobat e la mia personalissima opinione è senz'altro favorevole a questo acrobat 3d. Semplicemente geniale!

    Brava Adobe.

    PS: programma appesantito? Aggiornate l'hardware cantinari!
    non+autenticato

  • Hai dimenticato la firma:
    UFFICIO STAMPA ADOBE ITALIA

    - Scritto da: Anonimo
    > ho provato il pdf demo (quello con la turbina
    > aeroderivativa) sul sito ufficiale acrobat e la
    > mia personalissima opinione è senz'altro
    > favorevole a questo acrobat 3d. Semplicemente
    > geniale!
    >
    > Brava Adobe.
    >
    > PS: programma appesantito? Aggiornate l'hardware
    > cantinari!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Hai dimenticato la firma:
    > UFFICIO STAMPA ADOBE ITALIA

    Ma no! E' solo un trollone in pausa pranzo che si burla di (N)Voi!Sorride
    non+autenticato
  • Lavoro in una graaaaande multinazionale, con centinaia di pc installati.
    Abbiamo s.o. microsoft, microsoft office, matlab, autodesk, e moltissimi applicativi vari tra cui acrobat professional (non su tutti i pc, circa sul 20%).
    ADOBE è l'unica che è venuta a fare auditing sull'uso delle sue licenze da parte nostra, ed ha VOLUTO addirittura controllare a campione ed a loro discrezione il parco macchine per verificare che non ci fossero installazioni abusive del loro software.
    Personalmente ritengo acrobat professional molto caro per la qualità e funzionalità che ha.
    E' uno dei pochi software che mi manda in bestia ad usarlo, perchè è tutto tranne che intuitivo (in genere trovi le funzionalità dove proprio non le cercheresti).
    La versione localizzata non riconosce neanche di default la cartella documenti utente (probabilmente la cerca solo in inglese).
    Su w2k, stabilissimo, è l'unico software che 2 o 3 volte mi ha fatto andare in schermata blu convertendo un documento da office a pdf.
    Inoltre c'è un gran numero di software free che fanno quasi tutto quello che fa lui a profumatissimo pagamento.
    ADOBE fa la voce grossa con i suoi clienti, quelli che comunque almeno una licenza l'hanno pagata.
    Se uno scarica tutto da emule e non paga neanche una licenza, per assurdo, non riceve queste "attenzioni" da loro.
    Sostanzialmente paghi e sei trattato anche come pirata, danno già per scontato che sei disonesto.
    Bella considerazione che hanno dei loro clienti (ma questo l'avevo anche capito dal software stesso).
    non+autenticato
  • Salve

    Premetto che sono il titolare, insieme ad altre 3 persone, di una piccola azienda che si occupa di immagine e comunicazione.
    Lavoriamo insieme da due anni e stiamo incontrando numerose difficoltà nel cercare di emergere in questo difficile settore.
    Vi scrivo in merito alla lettera di Adobe/BSA che ci è arrivata (per 4 volte) in ufficio.
    Non so se siete a conoscenza del contenuto della lettera ma secondo me è tutto fuorché informativa.
    Mi sembra invece che si sia usato un tono minaccioso con continui riferimenti a perquisizioni di Polizia di Stato e Guardia di Finanza, a sanzioni penali e pecuniarie.
    E? inoltre evidenziato a caratteri cubitale ?l?unica e semplice regola?: 1 SOFTWARE INSTALLATO=1 LICENZA ACQUISTATA
    Non si soffermano minimamente a spiegare il perché, se è possibile installare lo stesso software sul desktop e sul portatile se vengono utilizzati alternativamente.
    Non spiegano perché il loro software costa ?500/800 e perché va comperato una volta per ogni PC e soprattutto perché le multilicenze non sono applicabili a poche postazioni (3/4).
    Addirittura Macromedia non offre multilicenze al di sotto di 12 installazioni.
    Una azienda come la mia quindi devee pagare (oltre a tutte le spese ?classiche?) solamente ?1712 per la Creative Suite Standard + ? 1130 per Studio Mx = ?2842
    Tutto questo per un solo PC, se moltiplichiamo la cosa per 3 risulta una spesa di ?8526.
    Nel nostro caso siamo 4 soci e lavoriamo in modo attivo, non siamo cioè classici imprenditori poiché svolgiamo un lavoro diretto nella produzione.
    Non possiamo assumere dipendenti (al limite qualche stagista) e ci siamo privati degli stipendi per molto tempo poiché crediamo nella nostra impresa.
    Mi potrebbero spiegare quelli della Adobe come faccio ad ammortizzare ?8526 (se non conto stagisti/dipendenti)?
    Pensano che appena una azienda apre può permettersi di far pagare un logo ?2000?
    Perché dei grandissimi studi di Grafica e Comunicazione hanno 3 licenze e 40 dipendenti e non vengono mai multati?
    Possibile che oltre le minacce/intimidazioni, oltre all?aumento del costo del software non si riesca a trovare una soluzione migliore per combattere la pirateria?
    Non potevano mandare una lettera con una offerta tipo una licenza gratis ogni due?
    Ho speso una ingente quantità di denaro per comperare tutto il software ed essere in regola e per farlo abbiamo ANNULATO i guadagni di molti mesi di lavoro e l?unica cosa che ottengo non è uno sconto o una offerta bensì una bella letterina intimidatoria che l?unica cosa che ottiene è farmi simpatizzare ancor meno per Adobe, Macromedia, Microsoft & C.
    Un ulteriore danno è dato dall?impossibilità di molte aziende di effettuare un upgrade del software a causa dei costi proibitivi che esso comporta.
    Chi può permettersi ?4000 di aggiornamento ogni anno?
    Sono conscio che la mia opinione è relativamente importante di fronte alle politiche aziendali di imprese che fatturano centinaia di miliardi l?anno ma questa volta non sono riuscito a trattenere il mio sdegno per un comportamento che non premia mai gli onesti, legato ancora ai vecchi principi di imposizione e minaccia senza sensibilizzare e soprattutto INVOGLIARE i clienti a comperare software originale.
    Oltretutto in questo caso non si parla di software pirata bensì di multilicenze, una cosa ben diversa e di difficile assimilazione per un imprenditore che quando compera qualcosa ne prevede l?utilizzo da una o più persone anche contemporaneamente.
    Spero di non essere stato troppo prolisso e vi sarei grato se ometteste il mio nome e mail poiché in questi tempi tutto può accadere, anche di trovarsi di fronte la GF mandata per ?vendicare? l?offesa.
    Sono sempre i piccoli a pagare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Possibile che oltre le minacce/intimidazioni,
    > oltre all?aumento del costo del software non si
    > riesca a trovare una soluzione migliore per
    > combattere la pirateria?

    inkscape? gimp?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > inkscape? gimp?

    Con molta fatica, purtroppo.
    FDG
    10933

  • - Scritto da: Anonimo
    > ora è anche per windows
    >
    > http://www.scribus.org.uk/modules.php?op=modload&n

    Acrobat e' una altro tipo di soft.

    Non penso che uno che usa acrobat abbia bisogno di un soft. come scribus e simili.

    non+autenticato

  • > Acrobat e' una altro tipo di soft.
    >
    > Non penso che uno che usa acrobat abbia bisogno
    > di un soft. come scribus e simili.
    >

    Ma ne sei sicuro ?

    Perchè non lo provi?

    Guardati le funzionalità del programma e poi rispondimi di nuovo.

    Secondo me adesso la Adobe sarà costretta ad abbassare il prezzo del suo "caro" acrobat.

    Mario
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Acrobat e' una altro tipo di soft.
    > >
    > > Non penso che uno che usa acrobat abbia bisogno
    > > di un soft. come scribus e simili.
    > >
    >
    > Ma ne sei sicuro ?
    >
    > Perchè non lo provi?
    >
    > Guardati le funzionalità del programma e poi
    > rispondimi di nuovo.
    >
    > Secondo me adesso la Adobe sarà costretta ad
    > abbassare il prezzo del suo "caro" acrobat.
    >
    > Mario

    Scribus = Desktop Publishing

    Cosa che Acrobat NON e' !!!!

    Acrobat di solito lo si usa per generare pdf partendo da siti web o da documenti in diversi formati doc rtf ecc... .

    Ad esempio ad acrobat puoi dargli un link internet e ti fabbrica un pdf partendo dal sito con tanto di indice ipertestuale.

    non+autenticato
  • Idem e con patate.
    Adobe Italia, o almeno chi la rappresenta.
    Si fanno vivi per vendereti il software, con tanto di prospetti, e tante parole parole parole, poi una volta installato il tutto e richiedi una certa formazione dedicata alla tua problematica... nessuno , nessuna risposta, adobe non esiste piu... chi s'è visto s'è visto!

    Non esiste piu il business a lungo termine, vi ricordate, quando il venditore vi coccolava periodicamente per aggiornare , rinnovare, ecc...
    Oggi tutto ciò dov`è finito ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Lavoro in una graaaaande multinazionale, con
    > centinaia di pc installati.
    > Abbiamo s.o. microsoft, microsoft office, matlab,
    > autodesk, e moltissimi applicativi vari tra cui
    > acrobat professional (non su tutti i pc, circa
    > sul 20%).
    > ADOBE è l'unica che è venuta a fare auditing
    > sull'uso delle sue licenze da parte nostra, ed ha
    > VOLUTO addirittura controllare a campione ed a
    > loro discrezione il parco macchine per verificare
    > che non ci fossero installazioni abusive del loro
    > software.
    > Personalmente ritengo acrobat professional molto
    > caro per la qualità e funzionalità che ha.
    > E' uno dei pochi software che mi manda in bestia
    > ad usarlo, perchè è tutto tranne che intuitivo
    > (in genere trovi le funzionalità dove proprio non
    > le cercheresti).
    > La versione localizzata non riconosce neanche di
    > default la cartella documenti utente
    > (probabilmente la cerca solo in inglese).
    > Su w2k, stabilissimo, è l'unico software che 2 o
    > 3 volte mi ha fatto andare in schermata blu
    > convertendo un documento da office a pdf.
    > Inoltre c'è un gran numero di software free che
    > fanno quasi tutto quello che fa lui a
    > profumatissimo pagamento.
    > ADOBE fa la voce grossa con i suoi clienti,
    > quelli che comunque almeno una licenza l'hanno
    > pagata.
    > Se uno scarica tutto da emule e non paga neanche
    > una licenza, per assurdo, non riceve queste
    > "attenzioni" da loro.
    > Sostanzialmente paghi e sei trattato anche come
    > pirata, danno già per scontato che sei disonesto.
    > Bella considerazione che hanno dei loro clienti
    > (ma questo l'avevo anche capito dal software
    > stesso).


    Usa CutePdf

    http://www.cutepdf.com/index.htm

    Ha le stesse funzioni di acrobat e costa mooooolto meno.

    Inoltre il converter di base e free.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Lavoro in una graaaaande multinazionale, con
    > centinaia di pc installati.
    ... etc etc...
    > Inoltre c'è un gran numero di software free che
    > fanno quasi tutto quello che fa lui a
    > profumatissimo pagamento.

    È da tempo che ne cerco uno decente: me lo consiglieresti per piacere? Mi sembra ridicolo dover avere qualche centinaio di mb occupati su disco per scrivere e leggere un formato di documento... in più sempre con la paura che faccia crashare tutto quando lo si usa.

    Maurizio
  • Siore e Siori, venghino!

    La prossima release di Acrobat conterrà anche 2 kg. di cantuccini di Prato e 4 lt. di Vinsanto bono! Così avrete qualcosa da fare mentre invecchierete visibilmente davanti al monitor in attesa che il programma parta!!!
    non+autenticato
  • Evviva "o mattone fuso!" A bocca aperta
    Gente datemi retta cercatevi una alternativa ! Ficoso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)