Giro di vite contro il warez europeo

Blitz antipirateria: sgominate le più importanti crew europee dedite alla distribuzione illegale di film, musica e videogiochi. Centinaia di perquisizioni in tutta l'Unione

Francoforte - Trecento perquisizioni, trenta arresti e venti server FTP disattivati: questo è il bilancio della prima grande operazione europea contro la pirateria informatica nel 2006. Il giro di vite è partito da un'indagine della procura di Francoforte sul Meno, in Germania, dopo le numerose pressioni esercitate da GVU, la più importante associazione tedesca dedita alla lotta contro la pirateria.

Il blitz, nome in codice Box Stop, ha coinvolto quasi tutta l'area centroeuropea: Germania, Austria, Olanda, Polonia e Repubblica Ceca. Jochen Tielke, direttore di GVU, è soddisfatto: "La criminalità online non conosce limiti", dichiara, "e gli ottimi risultati di questa operazione dimostrano l'importanza fondamentale di un'intesa internazionale contro la pirateria".

Gli agenti hanno individuato e denunciato alcuni dei più importanti gruppi dediti alla distribuzione illegale di film, musica e videogiochi. La lista dei cosiddetti release-group eliminati, secondo GVU, è composta da sigle e nomi ben noti agli utenti europei del filesharing: RELOADED, KNIGHTS, TFCiSO, Cinemaniacs, GTR, MRM, TRCD, ECP, AOS, AHE, GWL e Sith.
Alcuni dei gruppi mantenevano una presenza fissa su Internet e, per come l'hanno messa gli inquirenti, "rivestivano il ruolo di veri e propri supermercati della pirateria multimediale". Il gruppo austriaco Flip Mill viene preso ad esempio perché manteneva un server FTP privato capace di fornire quasi 4 Terabyte di materiale pirata. Va detto che la stragrande maggioranza dei coinvolti non lucrava sulla vendita del software craccato, il che forse contraddice l'allegoria del supermercato.

"I protagonisti della pirateria multimediale sono persone molto organizzate", fa comunque sapere la portavoce della polizia tedesca Diane Gross, "e spesso riescono a procurarsi i prodotti direttamente dalle fonti, per poi ridistribuirli tramite sistemi P2P".

"I criminali devono capire che non potranno sempre farla franca e che contiamo sul supporto di tutte le istituzioni giuridiche internazionali", sostiene Andreas Manak, direttore del partner austriaco di GVU. "Il nostro slogan diventerà quello degli Stati Uniti", aggiunge Manak: "You can click but you can't hide", puoi cliccare ma non ti puoi nascondere.

Tommaso Lombardi
80 Commenti alla Notizia Giro di vite contro il warez europeo
Ordina
  • Sono daccordo: questi non conoscono nulla di crittografia e nemmeno sanno fare il loro lavoro bene!
    non+autenticato
  • Più cercano di chiuderne e più aumentano i sistemi anonimi per scaricare: la lezione del proibizionismo insegna!
    non+autenticato
  • siamo in un regime dittatoriale.
    Ora scambiarsi dei videogames o degli mp3 è diventato un crimine.
    Ma che la smettano e s'impegnino a contrastare i veri crimini.
    Che skifo!
    non+autenticato
  • e che mafia e'? con 8 hard disk c'arrivo pure io,
    questi toni, la voglia di gonfiare, si saranno mossi 1-200 agenti, 1 ogni 4 giga?
    e poi ... non lucravano?
    ma chi hanno arrestato? robin hood o capitan harlock?
    povera' umanita'.....
    non+autenticato

  • E' la solita notizia fake con lo scopo di spaventare gli utenti p2p;

    gran parte dei raid hanno colpito servizi warez a pagamento e i Reloaded sono tutti al loro posto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > E' la solita notizia fake con lo scopo di
    > spaventare gli utenti p2p;
    >
    > gran parte dei raid hanno colpito servizi warez a
    > pagamento e i Reloaded sono tutti al loro posto.

    si, ma che cavolo, questi devono garantire la sicurezza e vanno a caccia di poveracci che neanche lucrano e in piu' le sparano cosi' grosse da risultare sempre piu' ridicoli.
    Ma se ci sara' veramente bisogno di loro cosa faremo? ma poi loro chi? dovremo cominciare a fare barzellette sulla guardia di finanza informatica come quelle reali sui carabinieri? oppure sono i carabinieri che hanno portato avanti l'indagine e che ci difendono ogni giorno?
    non+autenticato

  • > oppure sono i carabinieri che hanno portato
    > avanti l'indagine e che ci difendono ogni giorno?

    scusate l'indagine era europea ...
    non+autenticato
  • Credo che molti non afferrino bene la mentalità di queste persone...
    Chi fa il warez per commercio è un criminale, ne sono pienamente d'accordo, ma non dimentichiamoci che la scena del warez è composta anche di moltissimi ragazzini, per fortuna minorenni e non perseguibili..., il cui unico peccato è spesso di volere esplorare.
    Si fa presto a dire furto... ma in verità è scrocco! Uno scrocco sbagliato come ideale, che va punito certo, però con un tantino di flessibilità!
    io son sempre stato appassionato di informatica... e mi piaceva esplorare i vari sistemi operativi... fortuna volle che Linux e i *BSD sono in qualche maniera liberi e dunque li potei ottenere senza "scaricare" warez, ma se tipo avessi voluto provare, per il puro sfizio, un sistema operativo closed che costa 1000 euro?
    Quello che voglio dire è che c'è gente per cui anche solo vedersi sul computer l'ultimo ritrovato di qualche produttore famoso... stimola curiosità!!! Curiosità malata, passi, ma non crimine...
    Io credo che la vera, l'unica soluzione, sarebbe quella di fornire di quasi tutto una versione FREE con dei banner, pubblicità eccetera (google fa miliardi con gli sponsor... non vedo perchè gli altri non potrebbero!) per uso personale e anche di studio, e una commerciale bella salata!
    Se io con visual studio faccio software.... ci guadagno magari milioni di euro... perchè mai devo avere licenze favorevoli?E' giusto che sborsi anche 10000 euroA bocca aperta
    Ma se mi piace giochicchiare a fare qualche cavolatina devo spendere 300 euro?
    No...

    In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata dato che esistono bellissime alternative per scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate cose legali e free e smettetela di fare il gioco di Microsoft e compagnia... rischiando perfino la galera!!!Deluso
    non+autenticato

  • > In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata
    > dato che esistono bellissime alternative per
    > scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate
    > cose legali e free e smettetela di fare il gioco
    > di Microsoft e compagnia... rischiando perfino la
    > galera!!!Deluso

    io direi che dovrebbero smetterla di voler guadagnare con internet, allora ci guadagneremmo tutti.
    non+autenticato
  • :p certo ma chi guadagna è un criminale... io dico i tanti asociali che si divertono a craccare per puro gusto...
    non+autenticato
  • forse ti è sfuggita la parte che dice che la maggiorparte non lucravano sul warez.
    le varie scene warez generalmente ripudiano il lucro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata
    > > dato che esistono bellissime alternative per
    > > scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate
    > > cose legali e free e smettetela di fare il gioco
    > > di Microsoft e compagnia... rischiando perfino
    > la
    > > galera!!!Deluso
    >
    > io direi che dovrebbero smetterla di voler
    > guadagnare con internet, allora ci guadagneremmo
    > tutti.

    Ma sì, fa schifo che ci sia gente che voglia anche essere pagata per il lavoro che fa! Eppure sono convinto che tu (o tuo padre, se sei piccolo) voglia anche ricevere uno stipendio a fine mese... o vivi di sola aria.
    Che schifo i programmatori... tze, vogliono anche essere pagati.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)