Napoli: software pirata nel 75 per cento delle imprese

Proseguono i controlli a tappeto nelle città italiane da parte della Guardia di Finanza che nel capoluogo campano scova numerosissimi casi di uso illegale di software. Indagini supportate sul piano tecnico dalla BSA. I particolari

Napoli: software pirata nel 75 per cento delle impreseNapoli - Non si ferma l'azione della Guardia di Finanza su tutto il territorio italiano tesa a reprimere l'uso illegale di software proprietario. Ieri si è conclusa una prima indagine a Napoli che ha coinvolto dodici importanti aziende di diversi settori merceologici, dalle concessionarie di automobili alle aziende di moda, a quelle dei servizi marittimi. L'indagine, operata dal Nucleo Provinciale di Polizia Tributaria di Napoli era partita a gennaio sotto il coordinamento del capitano Francesco Saponaro, Gruppo Servizi Vari.

L'azione ha portato al sequestro di 84 personal computer e 90 programmi, installati sulle postazioni informatiche delle imprese senza la relativa licenza d'uso: una pratica comune che equivale però alla duplicazione illegale di software.

L'inchiesta delle Fiamme Gialle si è svolta, come già in passato a Savona e in Veneto, con il supporto tecnico della Business Software Alliance (BSA), l'associazione che raccoglie i produttori di software proprietario e che ha come scopo proprio lo studio e la repressione del fenomeno pirateria nel mondo.
Tra i prodotti utilizzati illecitamente, spiega una nota diffusa ieri dalla BSA, soprattutto quelli di Autodesk, Apple, Microsoft nonché i sistemi di sicurezza di Symantec.

La BSA valuta come "preoccupante" la percentuale di pirateria informatica riscontrata nelle dodici imprese, pari al 75 per cento del totale delle ditte sottoposte ad indagine. In pratica, di questo esiguo campione, considerato però significativo, 3 aziende su 4 utilizzano software illegale. La media italiana nel 2000, come noto, è calcolata nel 46 per cento. Se confermato, dunque, il dato campano indicherebbe la regione come l'area dove maggiore è la diffusione di software illegale.

Insieme ai sequestri, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Napoli gli amministratori delle imprese per violazione all'art.171 bis della Legge 248/00, quella sul diritto d'autore, che come noto prevede nei casi più gravi persino la reclusione fino a tre anni e la multa fino a 30 milioni. Gli amministratori sono anche stati segnalati alla Prefettura di Napoli per violazione all'art. 174 bis, che contempla invece la sanzione amministrativa fino al doppio del valore del software duplicato. Le sanzioni pecuniarie contestate ammontano a 18.279 euro complessivamente.
83 Commenti alla Notizia Napoli: software pirata nel 75 per cento delle imprese
Ordina
  • Kon la "velata tolleranza" sulla pirateria si diffonde kapillarmente il SO e relativo soft inkrementano naturalmente la vendita del PC, ne consegue pertanto ke la pirateria è l'anima del commercio.
    Non solo ma adesso ke la diffusione è globale basta fare i controlli a tappeto ed il gioco è fatto, con un risultato sikkuro del tipo "tutti dentro"..aararrrrggggghhhhh!!!
    Sob Sob non è fantapolitica.
    non+autenticato
  • Hai rotto il tasto 'C' ?
    Ci sono tastiere da 15? in su...

    - Scritto da: 1+1=3
    > Kon la "velata tolleranza" sulla pirateria
    non+autenticato
  • Bene, facciamo un concorso a premi: chi non ha nulla di piratato installato sulla propria macchina vince un viaggio in Argentina, che ne dite?? (Costa poco ora andare in Argentina!)...
    Vorrei veramente vedere quelli che si pongono davanti a tutti come i difensori del legale se non hanno nulla di cracked installato....
    se si, ve lo pago io il viaggio, che siato del nord o del sud poco importa....

    Van'zz
    non+autenticato
  • Caro Van'zz,
    non stiamo parlando di pirateria "spicciola", cioè di qualche sw pirata che ci si ritrova nel PC di casa. Se sei un appassionato di fotoritocco, non compreresti mai Photoshop originale e quindi la tua copia pirata non rappresenza una perdita per Adobe. Anzi, è un grosso vantaggio, perché, se un giorno o l'altro lavorerai in un'azienda e avrai potere di scegliere quale sw di fotoritocco acquistare, sceglierai Photoshop ad occhi chiusi.

    Il caso di un'azienda è completamente differente, non lo puoi assimilare al caso precedente. Lì una copia pirata equivale ad una copia non venduta. Tra l'altro se nemmeno le aziende che usano il sw lo pagano, mi spieghi chi lo dovrebbe pagare?

    E' un'idea insensata, quella secondo cui: "Il sw costa troppo, quindi lo rubo". Se il sw costa troppo, o ti rivolgi ad alternative più economiche o ti scrivi da solo il programma che ti serve o fai tutto senza sw.

    Io sono un difensore del legale, quando l'utilizzo di un prodotto (un sw in questo caso ma potrebbe essere qualsiasi altra cosa) è fondamentale per la mia attività. E allora, se io guadagno anche grazie al sw che utilizzo, perché mai non dovrei pagare l'azienda che l'ha realizzato?

    mARCOs

    - Scritto da: Van'zz
    > Bene, facciamo un concorso a premi: chi non
    > ha nulla di piratato installato sulla
    > propria macchina vince un viaggio in
    > Argentina, che ne dite?? (Costa poco ora
    > andare in Argentina!)...
    > Vorrei veramente vedere quelli che si
    > pongono davanti a tutti come i difensori del
    > legale se non hanno nulla di cracked
    > installato....
    > se si, ve lo pago io il viaggio, che siato
    > del nord o del sud poco importa....
    >
    > Van'zz
    non+autenticato


  • - Scritto da: Van'zz
    > Bene, facciamo un concorso a premi: chi non
    > ha nulla di piratato installato sulla
    > propria macchina vince un viaggio in
    > Argentina, che ne dite?? (Costa poco ora
    > andare in Argentina!)...

    Dove ritiro il biglietto?Sorride

    (anzi, 2... ne ho 2 di pc)

    Saluti
    non+autenticato
  • Io sono in Veneto e non cambia niente. Non vedo perchè se è Napoli o Palermo va a fare subito titolo... cosi la gente deve pensare male di Napoli... qui è anche peggio!
    non+autenticato
  • Perfettamente d'accordo...
    anch'io sono veneto

    Van'zz
    non+autenticato
  • ma , mi pare che la notizia parlava di aziende non di privati e forse al nord le aziende le aziende sono un pochino più controllate dalla GdF ....e magari non si fidano a usare i programmi masterizzati e senza licenza
    non+autenticato
  • Infatti mi riferivo proprio a livello aziendale.
    non+autenticato
  • Comunque, a parte il fatto che ci sono stati dei controlli anche in Veneto, e anche qui c'è chi è in regola e non, non riesco a capire questi cori da stadio al riguardo??
    Nordisti...sudisti....ma, scusate, sono stato in Irlanda quasi un anno e ne ho visto di sw pirata da quelle parti, perchè se trovano "cracked stuff" qui vien fuori un casino incredibile??
    Ahh, io credo che dobbiamo un pelettino crescere, e smetterla con ste stupidaggini del nord e del sud....
    bene, qui al nord-est dicono che lavorano solo loro, al nord-ovest che lavorano solo loro, al sud che lavorano quelli del nord...che strano, ho amici del sud che si spaccano la schiena 10 ore al giorno....chissà perchè sempre gli altri non fanno un cazzo???!!!! E io conosco e sono solamente con quelli che devono spaccarsi il sederino??

    Van'zz
    non+autenticato
  • che conoscitore di mosche bianche che sei complimenti, ma come mai la lombardia o il lombardo veneto se fossero una mazione sarebbero tra le più ricche del mondo????? i conti e le cifre sono oggettive e non pensieri e parole.... e non pensare che sono razzista , assolutamente NO, ma sarebbe giusto che chi guadagna spende; il razzismo non centra niente se uno è stufo di mantenere gli altri "fratelli" grandi e vaccinati e liberi di scegliere se lavorare produrre e spendere/investire oppure no , ESISTERANNO RAZZISTI DEFICENTI E ESISTERANNO PERSONE ECCEZZIONALI AL SUD, MA VI PREGO NON CONFONDETE IL RAZZISMO A CHI è CONTRO LE SANGUISUGHE, IL RAZZISMO è UN'ALTRA COSA
    non+autenticato
  • Scusate, ma quando non tanti anni fa M$ creò un bellissimo algoritmo per generare i codici di protezione dei suoi prodotti (Windows 95, NT4 e Office 97 in primis) che faceva sì che per abilitare tali prodotti bastasse inserire: 040
    (o 0402) - 1234567 credete sia stato per sbadataggine?
    Caso strano, quella generazione di prodotti, in tutto il mondo (che è paese!), divenne leader nella fascia bassa di mercato, ovvero quella dei ragazzini smanettoni (che oggi sono i professionisti emergenti), dell' home (che dal '95 è esploso) e della piccola impresa (che + - in quegli anni ha cominciato ad informatizzarsi in modo veramente capillare).
    Morale: mano libera alla pirateria ("rubare" un prodotto che vale fa più impressione che scaricare il freeware) di una software house = esplosione del mercato (vendite di PC esplose), assunzione di una leadership monopolistica, formazione di giovani su una specifica piattaforma che in un futuro non lontano diverranno professionisti forse in grado di spazzare via i concorrenti sui server e mainframe (numericamente meno lucrativi ma con margini di profitto molto + alti).
    Vabbè l'abuso di posizione dominante che M$ ha sempre fatto appigliandosi a tutti i piccoli vantaggi commerciali sulle concorrenti (ogni giorno sempre più grandi), ma addirittura l'apologia di reato mettendo finte protezioni sui prodotti, consentendo a chiunque di copiarli tantopiù rendendoli appetibili perchè sempre più di moda! ...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)