Il DRM uccide il PC? Vietato dirlo

StarForce difende il proprio DRM, utilizzato da moltissimi videogiochi, e tenta di zittire blog ed utenti che l'accusano di aver realizzato un pericoloso malware. Già presentata una denuncia all'FBI

Mosca - Un software autoinstallante, subdolo e ben occultato all'interno di altri programmi, che s'integra in maniera quasi invisibile nei meandri dei sistemi operativi Microsoft. Un nuovo tipo di malware che si sta diffondendo a vista d'occhio? Guai a chi ne parla in questi termini.

Il nome del software in questione è StarForce, un regolarissimo sistema DRM molto diffuso, utilizzato in tutto il mondo. Tutto qui: fornire ulteriori informazioni sul conto del programma, detestato da tantissimi utenti, può costare una querela per diffamazione.

E' quanto accaduto ad un ex membro di EFF, Cory Doctorow, tanto temerario da attaccare StarForce sul più conosciuto dei blog, BoingBoing: "E' un software malevolo che causa gravi problemi d'instabilità sui sistemi afflitti", ha scritto in un articolo, "e chiunque utilizzi videogiochi deve avere paura dei danni permanenti che StarForce può causare all'hardware".
L'autore è convinto che "StarForce s'insinua di nascosto dentro il sistema operativo e può compromettere seriamente la sicurezza dei computer con Windows 2000", oltre a "rendere inutilizzabili dischi rigidi e masterizzatori sotto Windows XP". L'articolista di BoingBoing spara a zero, pubblica immagini eloquenti e parla di effetti indesiderati piuttosto debilitanti e palesi: "Questo sistema DRM, ad esempio, modifica la velocità di masterizzazione all'insaputa dell'utente".

Doctorow, preoccupato per la somiglianza di StarForce con qualsiasi altro tipo di malware, ha reso pubblica la storia ed ha parlato anche di un'azione di boicottaggio messa in piedi da alcuni utenti.

La replica di StarForce è arrivata subito, durissima. Dennis Zhidkov, PR della software house moscovita, ha immediatamente inviato una lettera minatoria a Doctorow. "Il fatto che abbiate usato il termine malware per indicare StarForce", si legge nella missiva, "è abbastanza per procedere penalmente contro di voi". Il capo d'accusa impugnato dagli avvocati della compagnia russa è diffamazione, fa sapere Zhidkov. "Abbiamo contattato l'FBI e vi informiamo che la vostra è una pratica illegale che viola circa 11 disposizioni normative internazionali".

"Questa è una stupidaggine", dichiara il giornalista Declan McCullagh, "ma purtroppo le aziende hanno spesso più soldi che senso comune e probabilmente StarForce ha le risorse per trascinare in tribunale chiunque osi criticarla". Il timore di StarForce è che la fuga di notizie possa innescare un disastro in stile Sony BMG, la casa discografica che installava rootkit all'interno dei suoi CD.

Gli utenti che abbiano riscontrato qualsiasi problema collegato al software russo possono sempre scaricare una utility per la rimozione. La lista di videogiochi equipaggiati con StarForce è molto folta e comprende titoli assai popolari. Da parte sua l'azienda ora ha varato un singolare concorso dal titolo esplicativo: "Se il nostro DRM ti distrugge il computer, ti diamo mille dollari". Basterà a calmare gli animi?

Tommaso Lombardi
TAG: censura
74 Commenti alla Notizia Il DRM uccide il PC? Vietato dirlo
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)