Pesanti tagli ai computer della magistratura

I sistemisti e i tecnici IT che manutengono le infrastrutture informatiche dei tribunali e i computer dei magistrati sono l'obiettivo di drastici riduzioni decise in Finanziaria. Giudici in allarme

Roma - C'è perplessità tra i magistrati italiani a causa della riduzione degli stanziamenti per la manutenzione dei sistemi informatici di cui si servono i giudici, una compressione dei fondi prevista dalla Finanziaria destinata ad impattare pesantemente sui sistemisti e i tecnici di riferimento per gli stessi magistrati.

Per segnalare il problema e raccogliere le idee sul da farsi, nei giorni scorsi a Verona i giudici hanno sospeso per un'ora il proprio lavoro e si sono riuniti in assemblea: la sezione locale dell'Associazione Nazionale Magistrati ha spiegato che la riduzione è decisamente consistente, pari all'85 per cento di quanto è stato fin qui previsto per l'assistenza informatica.

"Questo vuol dire - ha dichiarato il giudice Paola Matteucci, segretaria dell'Associazione - che su ogni apparecchio che si rompe viene meno l'assistenza, e dei cinque tecnici che lavorano su Verona ne resterà soltanto lo 0,75 per la nostra sede, Vicenza e Rovigo".
E mentre alcuni magistrati dichiarano di aver già passato ad altri laboratori macchine che si sono guastate e che non possono più trovare riparazione presso tecnici di fiducia legati ai tribunali, c'è chi ricorda come andavano le cose un tempo. "Si tornerà indietro nel tempo - ha infatti dichiarato il magistrato Francesco Abate - e dovremo andare dagli istituti di credito con il cappello in mano a chiedere di sostenere le spese, previa approvazione del ministero, ovviamente.

Tutto questo, nello scenario più ovvio citato dai giudici, porterà evidentemente ad una dismissione di numerosi strumenti informatici che, sottoposti a regolare manutenzione, potrebbero invece rimanere in forza ai tribunali. A fronte dell'impatto positivo che l'informatica ha sull'attività di giudici assediati dai procedimenti è comprensibile la preoccupazione che suscita la riduzione dei fondi.

Critiche dall'assemblea veronese sono state rivolte al ministro della Giustizia Castelli, che aveva parlato di fornitura di computer a tutti i magistrati e di avvio del "processo telematico". A detta dei magistrati veronesi, infatti, "da quattro anni qui non arrivano né computer né stampanti".

Nella nota diffusa dall'assemblea di Verona si parla di "profondo sconcerto" per "l'incomprensibile scelta del Governo" e si paventa la "sostanziale paralisi dell'informatizzazione dei registri", "l'abbandono del progetto del processo telematico" nonché preoccupazione per le sorti occupazionali dei lavoratori IT "che hanno sin qui curato valorosamente l'assistenza quotidiana".
TAG: italia
203 Commenti alla Notizia Pesanti tagli ai computer della magistratura
Ordina
  • > sistemisti sono pieni di software pirata e lo >sanno, i magistrati li volevano mettere dentro >x il p2p e loro han smesso di far funzionare i >computer dei magistrati


    Vecchio mio magari fosse così, la realtà è molto più brutta e si chiama "VIGLIACCHERIA"...
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > > sistemisti sono pieni di software pirata e lo
    > >sanno, i magistrati li volevano mettere dentro
    > >x il p2p e loro han smesso di far funzionare i
    > >computer dei magistrati


    > Vecchio mio magari fosse così, la realtà è molto
    > più brutta e si chiama
    > "VIGLIACCHERIA"...

    La mia era solo un po' di ironia....
    Maddaaaaiii   Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • > La mia era solo un po' di ironia....
    > Maddaaaaiii   Rotola dal ridereRotola dal ridere

    L'ho capito...
    Ma la situazione è triste!
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > > La mia era solo un po' di ironia....
    > > Maddaaaaiii   Rotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > L'ho capito...
    > Ma la situazione è triste!

    E DICIAMOLO PERCHE'!
    Si è parlato tanto di tagli e di Governo...
    Sapete che è successo? Che le SOCIETA' che "comandano" i sistemisti una volta ottenuti un pò di soldi all'epoca degli scioperi han detto ai sistemisti di stare zitti e non rompere più le palle a nessuno!
    Per PAURA che si rompa il giocattolo!
    Perchè per RISPARMIARE basterebbe ASSUMERLI i sistemisti (non tutti ma buona parte) e finirebbe il valzer di appalti, bustarelle e cose varie!
    E i sistemisti (vigliacchi) ora han perso la lingua, guarda un pò!
    non+autenticato
  • Sistemisti, VERGOGNATEVI!!!!!!!!
    Che fine avete fatto?
    Pensate forse di essere salvi?
    Abbiate il coraggio di dire la verità a chi
    legge, ditelo che siete ancora in pericolo e
    diversi di voi sono già stati licenziati ma NON
    VI MUOVETE! CHE
    SCHIFO!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Sistemisti, VERGOGNATEVI!!!!!!!!

    Che fine avete fatto?

    Pensate forse di essere salvi?

    Abbiate il coraggio di dire la verità a chi legge, ditelo che siete ancora in pericolo e diversi di voi sono già stati licenziati ma NON VI MUOVETE! CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Sistemisti, VERGOGNATEVI!!!!!!!!
    Che fine avete fatto?
    Pensate forse di essere salvi?
    Abbiate il coraggio di dire la verità a chi
    legge, ditelo che siete ancora in pericolo e
    diversi di voi sono già stati licenziati ma NON
    VI MUOVETE! CHE
    SCHIFO!!!!!!!!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sistemisti, VERGOGNATEVI!!!!!!!!
    > Che fine avete fatto?
    > Pensate forse di essere salvi?
    > Abbiate il coraggio di dire la verità a chi
    > legge, ditelo che siete ancora in pericolo e
    > diversi di voi sono già stati licenziati ma NON
    > VI MUOVETE! CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!

    I sistemisti sono pieni di software pirata e lo sanno, i magistrati li volevano mettere dentro x il p2p e loro han smesso di far funzionare i computer dei magistrati Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Certo. Il lavoro dei magistrati, intenti a bloccare attività criminali di un certo spessore, non è certo importante come mettere autovelox da milioni di euro per far multe a chi supera di 10 km l'ora il limite, in stradoni a quattro corsie in periferie disabitate.
    Di certo non rende altrettanto.
    Anzi, forse bloccando alcune attività criminali si rischia di far collassare un sistema basato su ingiustizie e giro di denaro sporco, mentre autovelox (quelli palesemente inutili e che sanno di truffa), controllo del p2p (quello ordinato dalle major) ecc, quelli si che meritano di ricevere il giusto sostegno finanziario.
    Ma vaf....
    non+autenticato
  • Complimenti a PI, ancora una volta ci fornisce una notizia importante che i media italiani hanno ignorato.
    Perchè?
    Ecco quando leggo queste cose solo su internet e solo su siti specializzati come questi mi assale veramente il dubbio e la domanda nasce spontanea: in che paese viviamo?
    Possiamo vivere in un paese dove viene fatta giornalmente dis(informazione) e dove ormai è possibile reperire informazioni da prima pagina solo sul web grazie a siti come questi?
    Non ho visto i sindacati andare in tv a denunciare questo sfascio della giustizia italiana, non ho visto l'opposizione (ma esiste un'opposizione) denunciare il fatto che il ministro Stanca ci invia per POSTA! un'opuscolo con i NOSTRI soldi e nello stesso tempo TAGLIA i fondi per l'informatica sulla GIUSTIZIA dove informatica vuol dire VELOCITA' a favore del CITTADINO, non ho visto nessun quotidiano da l'UNITA'! passando per REPUBBLICA arrivando al CORRIERE aprire denunciando questo TAGLIO devastante e i centinaia di posti a RISCHIO.
    Domandiamoci tutti quanti PERCHE' e diamoci una RISPOSTA!
    Grazie a PI
    Alex
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 33 discussioni)