Il VoIP ha troppo successo: tassiamolo

In Colorado, contee e comuni tassano i servizi telefonici dei provider e non possono permettersi di aprire una zona franca per il promettente mercato del VoIP

Denver - In Colorado, molti si sono accorti della crescita del business legato alla telefonia VoIP. Tra di essi, la Commissione Finanza dello Stato, che la scorsa settimana ha respinto un provvedimento che avrebbe vietato alle amministrazioni comunali di tassare i servizi di telefonia su internet.

La proposta di legge Ŕ stata cassata da una risicata maggioranza. La motivazione Ŕ presto spiegata: l'eventuale esenzione del VoIP dall'imposizione fiscale avrebbe, come conseguenza, un'accelerazione della trasformazione delle utenze dalle compagnie telefoniche tradizionali verso quelle che forniscono telefonia su internet. E questo avrebbe comportato un drastico calo delle entrate per i comuni, dal momento che i servizi degli operatori telefonici sono soggetti a tassazione da parte di comuni e contee.

"Se diciamo che i servizi degli operatori telefonici fissi e mobili sono tassati ma non includiamo il VoIP - riferisce Ken Fellman, sindaco di Arvada - la quasi totalitÓ degli utenti migrerÓ (al VoIP)". I dati pubblicati dalle ultime ricerche evidenziano che il settore Ŕ troppo promettente per essere trascurato dall'imposizione fiscale: Jupiter Resarch stima che almeno 12 milioni di famiglie americane migreranno alla tecnologia VoIP entro il 2009, mentre un altro studio, di Osterman Research, segnala che entro due anni i servizi di telefonia su internet saranno scelti dal 45% del mercato non-consumer.
Il principale operatore telefonico del Colorado commenta negativamente la decisione delle autoritÓ dello Stato. John McCormick, dirigente di Qwest, operatore che lo scorso anno ha avviato la commercializzazione di servizi VoIP, afferma che la mancata approvazione del provvedimento costituisce un disincentivo, per una compagnia telefonica, ad operare in Colorado. Quel che Ŕ certo Ŕ che la mossa dell'amministrazione di quello Stato potrebbe presto far scuola altrove, anche al di fuori degli USA.

Dario Bonacina
TAG: 
24 Commenti alla Notizia Il VoIP ha troppo successo: tassiamolo
Ordina
  • era ora !
    perche' quelli che usano skype non devono pagare le chiamate e io che ho un telefono normale si?

    ah ah la fine dell'anarchia linari!
    non+autenticato
  • ma va fan bip.......(cogliunas)
    non+autenticato
  • Chi ti dice che non le pago, testina?

    Pago il computer, la connessione e parte del traffico, almeno quello diretto verso rete telefonica fissa.

    Invece la presenza di una tassa dovrebbe far supporre la presenza di un servizio da parte dello stato.

    In questo caso invece lo stato pretende il pagamento di un dazio che non ha alcuna ragione di esistere, ma si tratta semplicemente di una misura protezionistica mirata a difendere, evidentemente, interessi locali.

    >GT<
  • e poi skype funzica anche su windows...e colui che ti parla non è assolutamente un linaro..
  • .. arriverà il voip criptato.
    Se vien il voip criptato sarà reso illegale ( il criptato solo, il resto sempre a pagamento )

    Sono illegali le reti wireless private, ma nulla frena lo sviluppo dei protocolli per le reti mesh ...

    Vedremo chi la vinceràOcchiolino
  • presto il VoIP diventerà illegale oppure monopolio dei gestori come telecom ecc

    la politica si pieghera al volere delle multinazionali

    non+autenticato
  • E' molto piu' probabile che diventera' a pagamento ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' molto piu' probabile che diventera' a
    > pagamento ....

    diventerà semplicemente inutile a pagamento... a quel punto uso il telefono di casa!
    non+autenticato
  • "Google e Skype hanno finanziato con milioni di $ Fon, il progetto globale di wi-fi condiviso basato sul router Linux Linksys WRT54G, offerto in promozione a 25 euro.
    Il rivoluzionario sistema di condivisione globale di connessione a banda larga attraverso wi-fi, Fon, lanciato in Spagna meno di tre mesi fa, sta ottenendo lusinghieri risultati, non ultimo l'appoggio finanziario di Skype e di Google.
    Il progetto marcia a tappe forzate, con oltre 3000 hot spot già attivi sparsi per il mondo: il 10% dell'obiettivo previsto per la fine del 2006.
    Per diventare un fonero - già ne esistono alcuni anche in Italia - è sufficiente avere un router Linksys WRT54G e installare il software Fon.
    Un progetto rivoluzionario che vedrà il lancio nelle prossime settimane anche in Italia.
    Speedblog continuerà a seguire con attenzione Fon e gli sviluppi di questa formula di connettività condivisa utile anche a diffondere la banda larga in mobilità ad un numero sempre maggiore di utenti.
    Il router con Fon preinstallato viene offerto in promozione per i primi 1000 navigatori a 25 euro."[!!!!!!!!!!!]
    http://www.speedblog.net/archives/2006/02/05/fon-o...
  • Con internet e questa mania del gratis si sta svalutando l'economia. Il voip è popolare solo perché taglia i prezzi, come qualità telefonica non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    Ben venga la tassa sul voip!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Con internet e questa mania del gratis si sta
    > svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    > perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    > non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    > tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    > Ben venga la tassa sul voip!

    Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su questo tono stasera.

    Chi sei, Tronchetti Provera?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    >Cosa vogliamo fare? Far
    > fallire
    > > tutte le telco con tutte le conseguenze del
    > caso?
    > > Ben venga la tassa sul voip!
    >
    > Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su
    > questo tono stasera.
    >
    > Chi sei, Tronchetti Provera?

    Dal tono, credo sia lo stesso che qualche tempo fa giustificava l'ostilità verso il WiMax libero per "difendere le telco" e "quelli che ci lavorano dentro".
    Come a dire: "quelli che non ci lavorano dentro" devono pagare tariffe assurde per sostenere enormi ed inefficienti baracconi aziendali.
    Evidentemente "quelli che ci lavorano dentro" sono cittadini di Serie A e "quelli fuori" sono di Serie B ...

    E poi ci si stupisce se esiste gente, con cotanta idiozia aziendalista, che crede ancora alle balle del Berluska e magari lo (ri)vota pure ...
    non+autenticato
  • > Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su
    > questo tono stasera.
    >
    > Chi sei, Tronchetti Provera?

    No, è il troll di mezzanotte.
    Ogni giorno, subito dopo la pubblicazione delle notizie, fa il giro è posta una trollata in ognuno.
    So che sembra triste, ma è così.
    Riot
    551

  • - Scritto da: Riot
    >
    > No, è il troll di mezzanotte.
    > Ogni giorno, subito dopo la pubblicazione delle
    > notizie, fa il giro è posta una trollata in
    > ognuno.
    > So che sembra triste, ma è così.

    Infatti non ha neppure fantasia, il titolo del post è sempre identico: "E che male c'è?" Deluso
    non+autenticato
  • vai a zappare la terra....e poi vienici a dire quanto è duro guadagnarsi dei soldi veri...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Con internet e questa mania del gratis si sta
    > svalutando l'economia.


    Non esiste un pasto gratis.

    Il VOIP è semplicemente una comunicazione fra due pc. Architettura p2p anzichè client-server. Nulla di più. Tassare il VOIP è come tassare la stessa connettività internet: cosa, peraltro, che nel nostro paese già accade.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Con internet e questa mania del gratis si sta
    > svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    > perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    > non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    > tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    > Ben venga la tassa sul voip!

    Meno male che oggi non c'è nessuna notizia sull'open source, se no questo quà iniziava a dire che distrugge il mercato del software e bisogna fermarlo! E' chiaro che è un troll...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Con internet e questa mania del gratis si sta
    > svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    > perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    > non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    > tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    > Ben venga la tassa sul voip!

    beato te che non paghi il canone per la connessione internet...
    non+autenticato
  • Boh, io l'unica cosa che so è che adesso con il VoIP ho la possibilità di chiamare oltreoceano con una qualità che a volte è superiore a quella del cellulare. Per ora di vantaggi ne ho tantissimi, primo tra tutti il costo ridotto, ma nessuno ha rubato nulla ad altri: sono tecnologie diverse per importi diversi. Telecom prima faceva pagare l'ultimo miglio, una situaizone di monopolio di fatto, l'apparecchio telefonico ecc. Oggi io mi pago il PC, io mi pago l'ADSL, io mi scarico il programma VoIP. Pago anche in questo caso, quindi dove sta il problema? Chiaramente anche in Italia, paese dove queste cose vanno di moda, inizieranno a farci pagare anche il VoIP, ma per favore non diciamo che rovina l'economia! Puttanate! Le major discografiche non hanno detto nulla da quando iTunes vende brani a 0,99 euro, perché parte di quei soldi è loro e ne vendono una quantità assurda. Qui è la stessa cosa. I carrier telefonici ci guadagnano comunque, perché la gente farà più telefonate. E VoIP non significa solo da PC a PC...

    Ave!
    Wafer
    non+autenticato
  • > Con internet e questa mania del gratis si sta
    > svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    > perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    > non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    > tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    > Ben venga la tassa sul voip!

    No, non hai capito.
    Le telco continueranno a guadagnare a piene mani convertendosi alla vendita di servizi voip, gli unici a "rimetterci" sarebbero i governi se non tassassero questo nuovo servizio visto che adesso i servizi di telefonia attuale sono tassati e questi si andrebbero gradualmente ad estinguere.


    non+autenticato
  • E' evidente la crisi dello stato americano ! Deluso
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > E' evidente la crisi dello stato americano ! Deluso

    Mica tanto, dove?
    non+autenticato