Tariffe ex 12, l'Agcom deciderà a fine mese

Contrariamente a quanto riportato da alcune testate, l'Agcom non ha ancora preso alcuna decisione sui tagli tariffari ai servizi ex-12. Ma sarebbe solo questione di tempo

Roma - Scoop e smentite si sono rincorsi, nella giornata di ieri, sulla presunta decisione dell'Authority per le Comunicazioni di imporre la riduzione dei limiti massimi per le tariffe dei servizi di informazione abbonati. Una decisione smentita seccamente dall'Authority stessa, anche se i tagli, probabilmente, arriveranno ugualmente.

Con un comunicato stampa ufficiale, infatti, l'Agcom cerca di tacitare le indiscrezioni apparse sul quotidiano la Repubblica. Il titolo pubblicato dalla testata non sembra lasciare dubbi: "L'Authority taglia le supertariffe del 12 - Primo passo con le chiamate dal fisso: tetto di 1,20 euro al minuto". Dalla lettura dell'articolo, che accanto ai nuovi tetti tariffari conferma la sopravvivenza dello scatto alla risposta di 30 centesimi, si evince che si tratta comunque di una delibera "in fieri", relativa (per ora) alle sole chiamate da telefono fisso.

Ma è la nota dell'Authority, immediatamente successiva, ad essere ancor più categorica: "In relazione alle indiscrezioni apparse su alcuni organi di stampa circa la riduzione delle tariffe del 12, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni informa che nessuna decisione, allo stato attuale, è stata adottata al riguardo". La Commissione Infrastrutture e Reti, chiamata a decidere in materia dopo le proteste dei consumatori per i costi considerati troppo elevati, ha aggiornato la riunione alla fine del mese di febbraio.
Il Movimento Difesa del Cittadino, di fronte alle comunicazioni ufficiali, manifesta la sua perplessità in relazione al rinvio: da molto tempo l'Agcom ha ricevuto, da più fronti, la richiesta di abbassamento del tetto massimo previsto per i costi dei servizi informativi, unitamente ad un'approfondita indagine sui costi di interconnessione fatti pagare dalla Telecom e dagli operatori di telefonia mobile alle varie società che gestiscono i servizi ex-12.

"È un dato di fatto ? dichiara Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento TLC del Movimento Difesa del Cittadino ? che i consumatori si stiano allontanando da questi servizi telefonici informativi, giudicati troppo costosi". Ma, stando ad alcuni rumors, è proprio per questo motivo che l'incumbent starebbe progettando una sforbiciata ai costi degli ex numeri 12, ripristinando anche la procedura automatica a tariffe più ridotte.

Dario Bonacina
TAG: 
9 Commenti alla Notizia Tariffe ex 12, l'Agcom deciderà a fine mese
Ordina