Download/ Parole, parole, parole

Parole a casaccio, parole catturate, parole di sistema da cambiare. Parole criptate, cercate, svelate. Soltanto parole, parole tra noi

Sistema Operativo:Windows95-98WindowsNT-2000WindowsXpLinuxMac-OSX
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:152 KB
Click:4.445
Commenti:Leggi | Scrivi (10)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
"Ad elefante donato non si guarda il fegato" dicevano i nostri nonni... O no? O era forse "la mutanda non fa il monaco"? No. Ma questi sono i proverbi assurdi-casuali che è in grado di generare il programma Polygen, basta dargli in pasto la "grammatica giusta", quella dei proverbi. Ma è in grado di generare mostri anche con anche con biografie, documenti tecnici, pubblicità, ordinanze comunali, faq, tormentoni vari, il payoff del loro stesso sito... e qualsiasi frase abbia una forma vagamente familiare (anche questo stesso articolo, ovviamente). .

"Il Polygen è un programma che genera frasi casuali secondo una definizione grammaticale, ovvero seguendo un corpus programmabile di regole sintattiche e lessicali", dice il sito che ne offre il download gratuito, per Linux e Windows.

Molte frasi fatte, dal proverbio tradizionale al linguaggio della pubblicità, dei tormentoni o di alcuni personaggi pubblici possono essere utilizzate come modello per produrre parodie "con lo stampo" che ne è stato estratto, divenendo una cosiddetta "grammatica".

Le grammatiche sono i file ".grm" (scaricabili in quantità dal sito stesso) che contengono informazioni, parametri e forme che Polygen utilizza per creare "casualmente" frasi assurde.
Per dirla con le faq, una grammatica è un file di testo ASCII che contiene le definizioni della struttura sintattica e dei termini che il programma utilizza per comporre frasi.
Per quanto il risultato sia spassoso, dietro a polygen c'è comunque un concetto molto serio, come ben descritto sulla home page del sito dedicato.

Per usare Polygen è sufficiente scaricarlo, estrarre il tutto in una cartella, procurarsi il file grammatica ".grm" che si preferisce (o scriverlo seguendo le istruzioni reperibili nel sito), portarsi (da linea di comando) presso la cartella nella quale è stato estratto e digitare:

polygen nomefiledellagrammatica.grm

per ottenere una prima frase casuale.
Nello screenshot allegato alla scheda è possibile vedere un esempio di opzione per produrre subito più risultati (quasi sempre esilaranti!).



Dato che, secondo gli autori, la grammatica relativa ai proverbi è di cattivo gusto, è doveroso sottolineare che tra le grammatiche scaricabili dal sito ce ne sono per tutti i gusti: costume e società, cultura, esteri, musica cinema e spettacolo, politica, pubblicità, rubriche, sport, tecnologie. La produzione è abbastanza nutrita, perché gli aficionado non mancano.

Il programma è opensource (GPL) ed è disponibile anche uno script per inserire frasi generate al volo con il polygen. (GF)