Brescia si organizza contro il digital divide

Nella vasta provincia di Brescia i comuni non coperti dalla banda larga sono oltre la metà. Ed è proprio la Provincia, intesa come istituzione, a promuovere un progetto per abbattere questa barriera tecnologica

Brescia - A che punto è arrivata la copertura della nostra banda larga a livello nazionale? L'ultimo rapporto compilato dal Ministero delle Comunicazioni non lo chiarisce. In compenso, molti enti locali sembrano aver ben presente la propria situazione e si stanno muovendo per migliorarla. Uno di questi è la Provincia di Brescia.

Dal punto di vista del numero di comuni, il livello della copertura è abbastanza sconfortante: quelli senza banda larga sono il 58% (120 comuni su 206). Questa pesante "scopertura" ha portato la Provincia a sviluppare ed avviare un progetto tecnologico per portare la banda larga nel territorio bresciano, laddove ancora non esiste, per contribuire alla riduzione (o all'abbattimento) del digital divide, una barriera tecnologica che comporta un'arretratezza con riflessi pesanti su popolazione, imprese e pubblica amministrazione.

I progetti avviati dalla provincia di Brescia sono due, descritti nella newsletter "La provincia, il tuo network", e per entrambi ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lombardia: 418.027 euro per la "Realizzazione di una rete Wireless nei comuni Obiettivo 2 della provincia di Brescia" e 800mila euro per la "Realizzazione di una rete Wireless nei comuni a sostegno transitorio della provincia di Brescia".
L'obiettivo è la creazione di una rete per ogni comune, per la fornitura di servizi di connettività veloce, fonia, videoconferenza, accesso alla rete civica, e di un network "intercomunale" per la creazione di servizi fruibili in consorzio, come servizi di fonia e videocomunicazione a costo zero.

COmuni, scuole e biblioteche saranno collegati in modalità hyperlan. Tutti i comuni a Obiettivo 2 e a sostegno transitorio hanno aderito (com'era prevedibile) all'iniziativa.

I dettagli del progetto sono contenuti nella newsletter la Provincia il tuo network - speciale banda larga

Dario Bonacina
TAG: 
20 Commenti alla Notizia Brescia si organizza contro il digital divide
Ordina
  • Io son della prov di brescia ed è da anni ke sogno di andare su internet e non vedere le pagine ke si caricano in 3 minuti quando il resto del mondo il caricamento non lo vede nemmenoA bocca aperta
    Era ora che qualcuno si svegliasse! E benedite quel qualcuno!
    non+autenticato
  • Ma leggendo in questo forum mi viene da domandarmi ma che cazzo lo paghiamo a fare il canone a telecom se dopo 10 anni o piu ! lascia che esistano queste vergognose lacune tipo lasciare scoperto gran parte del Nord italia e non solo dalla banda larga ? sicuramente un motivo è perche facendo navigare gli utenti a 56 k non si investe in nuove infrastrutture e ci si guadagna che è una meraviglia per Telecom si intende !!!!vero, ma il canone che si paga regolarmente invece che essere usato per potenziare la stessa rete di telecomunicazioni esempio la banda larga finisce nele tasche di Desica e sua famiglia VERGOGNA,VERGOGNA ,E SUPER VERGOGNA e poi ci vantiamo di essere tra i 7 paesi piu avanzati del mondo scicc! ANCORA é UNA VERGOGNA!
    non+autenticato
  • Su un noto quotidiano di livello nazionale, in un articolo apparso qualche settimana addietro, hanno dato qualche anno di vita a Telecom... se continua su questa strada.
    Per quanto riguarda il canone, è di una assurdità estrema...
    Penso che i soldi servano al Tronchetto per mantenere la moglie...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Su un noto quotidiano di livello nazionale, in un
    > articolo apparso qualche settimana addietro,
    > hanno dato qualche anno di vita a Telecom... se
    > continua su questa strada.

    Ci credo, qunado si privatizza favorendo gli amici...

    > Per quanto riguarda il canone, è di una assurdità
    > estrema...
    > Penso che i soldi servano al Tronchetto per
    > mantenere la moglie...

    Già, è una nota z....uzzurrellona.
    non+autenticato
  • Si avete letto bene e non è un errore di ortografia. Guardate in //www.wi-pie.org/. Anche la regione Piemonte si sta muovendo per estendere la banda larga in tutta la regione.

    Anzi se qualcuno ne capisce più me mi spiegasse perchè in un progetto per abbattere il digital divide un comune già completamente raggiunto dalla banda larga propone un cablaggio di fibre ottiche per gli edifici comunali gli e ne sarei grato. Guardate il documento della provincia di Asti.

    non+autenticato
  • ... che Telecom, inspiegabilmente, si sia finalmente decisa "al massimo entro due mesi" (così mi è stato riferito) di portare la banda larga nel comune in cui risiedo.

    Certo potrebbe essere solo una mia impressione, non sia mai che Telecom si sia risvegliata dal letargo sentendo puzza di "perdita clienti" ... noooo ... almeno per quanto riguarda il mio paesello sicuramente si sarà commossa dopo l'ultimo invio di raccolta firme con cui chiedevamo questa benedetta copertura e non certo perché la provincia di Brescia si sta movendo in altro senso.
  • Purtroppo la bassa bresciana non rientra nei progetti della provincia, resteremo all'inferno ancora per molto mi sa...
    E Telecom se ne sbatte delle nostre raccolte firme...
    non+autenticato
  • Già già ... fanalino di coda anche stavolta ...
    ma possibile che sia sempre così?
    ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E Telecom se ne sbatte delle nostre raccolte
    > firme...

    abbandoniamo telecom, disdiciamo qualsiasi contratto che abbiamo con loro. Visto che capiscono solo quando si parla di ???, e i nostri comuni non coperti non sono pochi, forse capirebbero qualcosa. Tanto il cellulare oggi l'hanno tutti, se si vuole chiamare si può farlo lo stesso, però mi raccomando non con la tim

    ciao
    non+autenticato
  • Anche a noi qua a San Paolo (BS) è una eterna promessa di wireless ,via satellite ,via corrente e chi ne ha piu ne metta da piu di 4 anni ,l'unica cosa reale è che nel 2006 una delle regioni piu ricche e lavorative di tutta l'europa sta qua ancora a spigolare con la rete a 56k !!!!!!!!!!!!!!una pena che naturalmente sa di Italietta fine anni 50!,P.S. anche la Telecom fa veramente ca...e !con 30 euro mensili di solo canone che paghiamo da piu di 20 anni viene a dirci che le nostre aree non sono potenzialmente utili per un ritorno economico per la banda largha ! TELECOM = UNA VERGOGNA INFINITA!
    non+autenticato
  • Sono della Valle Camonica e spero che arrivi anche qui.
    I paesi del fondo valle hanno già l'ADSL ma nel mio (Borno) niente.
    Speriamo sia la volta buona.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Xendorf
    > ... che Telecom, inspiegabilmente, si sia
    > finalmente decisa "al massimo entro due mesi"
    > (così mi è stato riferito) di portare la banda
    > larga nel comune in cui risiedo.
    >
    > Certo potrebbe essere solo una mia impressione,
    > non sia mai che Telecom si sia risvegliata dal
    > letargo sentendo puzza di "perdita clienti" ...
    > noooo ... almeno per quanto riguarda il mio
    > paesello sicuramente si sarà commossa dopo
    > l'ultimo invio di raccolta firme con cui
    > chiedevamo questa benedetta copertura e non certo
    > perché la provincia di Brescia si sta movendo in
    > altro senso.

    Posso chiederti in che paese abiti ?
    non+autenticato

  • Ma come e' possible lasciare la parte piu' produttiva d'Italia: Bergamo-Brescia in questa situazione scandalosa.

    Qui si tiene in piedi l'economia italiana dovrebbero garantire in ogni modo la banda larga anche nella frazione piu' speduta!
    non+autenticato
  • Invece a Bs citta' propongono gia' l'adsl2+
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma come e' possible lasciare la parte piu'
    > produttiva d'Italia: Bergamo-Brescia in questa
    > situazione scandalosa.
    >
    > Qui si tiene in piedi l'economia italiana
    > dovrebbero garantire in ogni modo la banda larga
    > anche nella frazione piu' speduta!

    d'accordo... ma senza esagerare...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Posso chiederti in che paese abiti ?

    Certo ... nessun problema ... Malonno (9 km da Edolo, un centinaio da Brescia)