REALbasic gratis agli utenti Delphi

L'offerta arriva da REAL Software e Active

Gorizia - Su iniziativa del distributore italiano Active, REAL Software offre a tutti gli utenti Delphi di Borland la possibilità di ricevere gratuitamente sino al 28 febbraio 2006 una licenza gratuita di REALbasic 2006 per Windows edizione standard.

La mossa segue da vicino l'annuncio con cui Borland ha comunicato l'intenzione di vendere tutti i suoi ambienti di sviluppo integrati, incluso il famoso Delphi.

"REAL Software è focalizzata unicamente sul mercato degli strumenti di sviluppo," ha dichiarato Geoff Perlman, presidente e CEO di REAL Software. "Comprendiamo le preoccupazioni che affliggono gli sviluppatori quando lo strumento di sviluppo che usano non viene più supportato. L'unico obiettivo di REALbasic continua ad essere la realizzazione dei migliori strumenti possibili per il RAD (Rapid Application Development). Diamo il benvenuto agli utenti Delphi di Borland che in REALbasic possono trovare un ambiente di sviluppo object-oriented per la realizzazione di applicazioni cross-platform che effettivamente funzionano".
Gli utenti Delphi possono richiedere una copia gratuita di REALbasic con sei mesi di aggiornamenti gratuiti registrandosi in questa pagina. Qui è anche possibile trovare maggiori informazioni sul software e una comparazione con Delphi.

Normalmente il prezzo di REALbasic per Windows e Mac parte da 99,95 euro. REALbasic per Linux Standard Edition è invece disponibile gratuitamente qui.
TAG: sw
12 Commenti alla Notizia REALbasic gratis agli utenti Delphi
Ordina
  • Inevitabile evoluzione di quelli VB...
    non+autenticato
  • Bella mossa ma dubito che un programmatore delphi tornerebbe volentieri "indietro".

    Per sviluppare per windows Delphi 7 resta ancora la scelta migliore (tra le varie versioni). E più che borland quello che conta è il supporto la comunita che sviluppa componenti e che ci programma.
    non+autenticato
  • > Bella mossa ma dubito che un programmatore delphi
    > tornerebbe volentieri "indietro".
    > Per sviluppare per windows Delphi 7 resta ancora
    > la scelta migliore (tra le varie versioni). E più
    > che borland quello che conta è il supporto la
    > comunita che sviluppa componenti e che ci
    > programma.

    Sono d'accordo, ma sostituirei davvero Delphi7 con BDS2006.Occhiolino

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/02/2006 1.18.02
  • "Comprendiamo le preoccupazioni che affliggono gli sviluppatori quando lo strumento di sviluppo che usano non viene più supportato."

    Innanzitutto, va detto che Delphi è ancora pienamente supportato e continuerà ad esserlo fino a quando Borland non troverà un investitore a cui affidare l'azienda "spin off" creata inserendo al suo interno gli attuali membri dello staff R&D che lavora dietro gli IDE "in vendita".

    E' giusto che questo si sappia per fare in modo che vi sia una consapevolezza della propria scelta e un minimo di riflessione prima di abbandonare un ambiente di sviluppo quale è Delphi, di cui non è ancora decretata nel modo più assoluto, contrariamente a quanto sostenuto, la "morte cerebrale".

    "Diamo il benvenuto agli utenti Delphi di Borland che in REALbasic possono trovare un ambiente di sviluppo object-oriented per la realizzazione di applicazioni cross-platform che effettivamente funzionano."

    Questa affermazione ha ben poco significato.

    Innanzitutto, le applicazioni hanno sempre funzionato (e continuano a funzionare anche in Delphi), che è e rimane un ambiente di sviluppo per Windows, pertanto il lato multipiattaforma è solo una delle eventualità, non una prerogativa, che potrebbe peraltro trovare applicazione a seconda di chi si troverà a portare avanti l'evoluzione del prodotto dietro cessione di Borland.

    Va detto inoltre che esistono alternative a Delphi, quali Lazarus, che avrebbero ben più senso di un passaggio ad un linguaggio differente, anche considerando il multipiattaforma.

    Anche la "tabella comparativa" lascia molto a desiderare, tralasciando tutte le caratteristiche che sono presenti in Delphi e che verranno senz'altro a mancare nel passaggio a REALBasic, dalle feature del Code Editor alla dotazione di componenti e alle diverse tipologie di progetto che è possibile creare.

    Senza nulla togliere alla bontà di REALBasic, complimentandomi per la manovra puramente commerciale dalla quale Borland (o chi per lei, in futuro) avrebbe seriamente dovuto prendere come spunto proponendo Delphi come alternativa a VB6, credo che non sia ancora giunto il momento di abbandonare Delphi, personalmente, anzi è il momento di "tirare fuori le unghie" per imporre una comunità fervida e dinamica alla nuova azienda designata a condurre lo sviluppo di questo ambiente.

    Marco.

  • - Scritto da: Alka

    > Innanzitutto, va detto che Delphi è ancora
    > pienamente supportato e continuerà ad esserlo
    > fino a quando Borland non troverà un investitore
    > a cui affidare l'azienda "spin off" creata
    > inserendo al suo interno gli attuali membri dello
    > staff R&D che lavora dietro gli IDE "in vendita".

    Scusa, ma se da qui al 2020 non si troverà l'acquirente per Delphi, Borland continuerà a produrre nuove versioni di Delphi?

    Se sì ti dò ragione. Se no, vuol dire che per lo meno è in coma.
    non+autenticato
  • > Scusa, ma se da qui al 2020 non si troverà
    > l'acquirente per Delphi, Borland continuerà a
    > produrre nuove versioni di Delphi?

    E' una probabilità alquanto remota, non pensi?Sorride
  • > Senza nulla togliere alla bontà di REALBasic,
    > complimentandomi per la manovra puramente
    > commerciale dalla quale Borland (o chi per lei,
    > in futuro) avrebbe seriamente dovuto prendere
    > come spunto proponendo Delphi come alternativa a
    > VB6, credo che non sia ancora giunto il momento
    > di abbandonare Delphi, personalmente, anzi è il
    > momento di "tirare fuori le unghie" per imporre
    > una comunità fervida e dinamica alla nuova
    > azienda designata a condurre lo sviluppo di
    > questo ambiente.

    Se per te il basic è troppo difficile da capire, resta pure con delphi!
    Io torno a giocare in CA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Se per te il basic è troppo difficile da capire,
    > resta pure con delphi!

    L'attinenza di questa affermazione con il mio commento è proprio nulla.

    > Io torno a giocare in CA bocca aperta

    Divertiti...cosa dovrei dirti?
  • > > Se per te il basic è troppo difficile da capire,
    > > resta pure con delphi!
    >
    > L'attinenza di questa affermazione con il mio
    > commento è proprio nulla.
    >
    CVDA bocca aperta
    non+autenticato

  • > Se per te il basic è troppo difficile da capire,
    > resta pure con delphi!

    Non sai neanche di cosa stai parlando

    > Io torno a giocare in CA bocca aperta

    Continua a giocare, cucciolo, io intanto è da 5 anni che faccio 5.000-6.000 euro al mese con delphi.

    ciao.
    non+autenticato
  • > > Se per te il basic è troppo difficile da capire,
    > > resta pure con delphi!
    >
    > Non sai neanche di cosa stai parlando
    >
    > > Io torno a giocare in CA bocca aperta
    >
    > Continua a giocare, cucciolo, io intanto è da 5
    > anni che faccio 5.000-6.000 euro al mese con
    > delphi.
    Finchè trovi fessi...
    non+autenticato
  • > Se per te il basic è troppo difficile da capire,
    > resta pure con delphi!

    Poverino, senza oggetti.... come mi fai pena A bocca aperta
    non+autenticato