Sony: Playstation 3, piccolo supercomputer

Il calcolo distribuito sarà l'ingrediente chiave della futura PS3, una tecnologia con cui Sony conta di creare un piccolo supercomputer da salotto pronto a rivoluzionare l'intero mercato dei videogiochi. Un balzo in avanti

Sony: Playstation 3, piccolo supercomputerSan Jose (USA) - "La legge di Moore è troppo lenta per noi. Non possiamo aspettare 20 anni per avere una Playstation 1.000 volte più veloce dell'attuale".
È con queste roboanti parole che il chief technical officer di Sony Computer Entertainment, Shin'ichi Okamoto, ha magnetizzato l'attenzione della platea nel corso della Game Developers Conference, importante appuntamento dedicato al mondo dello sviluppo dei videogame.

Okamoto - che ha pronunciato senza troppi pudori quel termine su cui molti nella platea aspettavano succulenti dettagli, cioè "Playstation 3" - ha rivelato che la prossima console del colosso giapponese si avvarrà del calcolo distribuito come motore tecnologico per spingere le prestazioni nei giochi a livelli fino ad oggi impensabili. Un'affermazione che ha colto impreparata la maggiorparte degli osservatori, che hanno però accolto l'annuncio con estremo interesse.

In passato, fornendo qualche timido dettaglio sulla prossima versione della Playstation, Sony aveva già accennato all'obiettivo di rendere la PS3 oltre 1.000 volte più potente di quella attuale.
Fino ad oggi, però, nessuno sospettava che per raggiungere tali traguardi Sony si sarebbe avvalsa del calcolo distribuito. Una tecnologia con cui è possibile ottenere potenze di calcolo persino superiori a quelle del più potente supercomputer al mondo sfruttando la suddivisione del carico elaborativo fra una miriade di computer che lavorano connessi in rete con una struttura di fatto peer-to-peer.
Okamoto si è detto sicuro che il calcolo distribuito potrà far compiere alla prossima Playstation quel salto prestazionale che, al momento, l'hardware non sarebbe mai in grado di farle fare. Un salto con cui Sony sembra intenzionata a rivoluzionare l'intero mercato videoludico e scrollarsi di dosso avversari come Nintendo e Microsoft.

Per raggiungere questo obiettivo Sony si avvarrà della collaborazione di IBM, un colosso che sta sviluppando una propria variante del calcolo distribuito che ha già attratto molto interesse e che è nota come "grid computing". Con questa tecnologia Big Blue conta di offrire agli utenti la possibilità di accedere e condividere "on demand" le risorse di elaborazione su Internet basandosi su un'infrastruttura in grado di gestirsi in modo autonomo.

Sebbene Okamoto non abbia fornito dettagli in merito, è facile immaginare che la PS3 potrebbe avvalersi del grid computing per creare un network di calcolo distribuito attraverso cui condividere, fra tutti gli utenti della console, risorse di calcolo, software e giochi on-line. Una rivoluzione destinata a generare molto rumore nell'ambiente.

Stando alle parole di Okamoto, pare che alla base del progetto vi sarà Linux, lo stesso sistema operativo che Sony ha rilasciato sotto forma di kit acquistabile separatamente dagli utenti giapponesi e americani (ma presto anche europei) di PS2.

Guardando ancor più avanti nel futuro, gettando un ponte fantascientifico tra il videogaming di oggi e quello del futuro, lo scienziato di Sony ha affermato che "la Playstation 6 o 7 potrebbe basarsi sulla biotecnologia".
Console che usciranno in un'epoca che oggi è difficile immaginare, anche solo per prevedere quali generi di giochi potrebbero girare su "console da gioco" potenti quanto migliaia di quei supercomputer oggi impiegati in ambito scientifico, meteorologico e della ricerca.
TAG: hw
96 Commenti alla Notizia Sony: Playstation 3, piccolo supercomputer
Ordina
  • quote:

    Sony ha affermato che "la Playstation 6 o 7 potrebbe basarsi sulla biotecnologia".
    ------------------------

    Beh hanno le idee chiare alla sony ne? aggahhagghahgah
    non+autenticato
  • "la Playstation 6 o 7 potrebbe basarsi sulla biotecnologia".
    Si avranno un DNA proprio... poi si evolveranno in mostri e avremo console PlayStation che giocano con gli utentiSorride)
    non+autenticato
  • una volta in un libro di fantascenza ho letto di un gioco su computer dove milioni di persone contemporaneamente giocavano ad un gioco in cui ognuno doveva inserire e continuare a modificare dei parametri in una griglia, questi parametri facevano variare i risultati di un calcolo che utilizzava tutti i dati di tutti i milioni di persone in gioco, il primo che riusciva a raggiungere l`obbiettivo vinceva milioni di dollari, ( un dollaro a giocatore) non siamo cosi` lontani
    non+autenticato
  • Ciao ragazzi,
    sono la prima PS3 in versione beta nei laboratori SONY..
    Siccome qui sono andati tutti a casa ho pensato bene di fare un giro su Internet dal PC dell'ufficio per sapere cosa si dice in giro di me.

    Sono felice di sapere che tutti mi aspettano con ansia.

    Siccome tra poco è Pasqua ed ho pensato di farmi le vacanze in Italia, qualcuno di voi sa consigliarmi qualche discoteca dalle parti di Taormina dove si becchi un po' di figa??

    Grazie e a presto!!!!

    La PS3
    non+autenticato
  • speriamo di si' altrimenti non serve a nulla e' solo un altro strumento del monopolio
    non+autenticato
  • Purché non sia la Mandrake altrimenti ci ritroviamo con un altro monopolio

    - Scritto da: Linucs
    > speriamo di si' altrimenti non serve a nulla
    > e' solo un altro strumento del monopolio
    non+autenticato
  • si ci gira linux cosi possiamo sfruttare i 18miliardi di poligoni al secondo per aprire
    il nostro amato Xterm e digitare il nostro comando da 18miliardi di caratteri per leggere la posta con PINE sul nostro mivar dell'85. che sega enorme. non vedo l'ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: polemico
    > si ci gira linux cosi possiamo sfruttare i
    > 18miliardi di poligoni al secondo per aprire

    usa mutt che al contrario di pine e' free
    non+autenticato

  • - Scritto da: Cagodzilla
    > Purché non sia la Mandrake altrimenti ci
    > ritroviamo con un altro monopolio

    dehehee ma infatti per fortuna non sono solo io dirlo

    alcune persone dicono che la gpl e' pericolosa e in un certo senso e' vero ad esempio fra qualche decennio la terra verra' invasa dagli alieni guidati da elvis che vogliono recuperare i loro amici di rosewell e vogliono anche studiare le nostre usanze e noi per fare bella figura faremo vedere tutta la nostra tecnologia e loro diranno che e' una scoreggia poi faremo vedere tutto il genoma decodificato e loro rideranno poi chiameremo tutti gli anziani maestri che vivono nelle montagne sperdute dell'india e della cina a raccontare il loro sapere millenario e gli alieni ci sputeranno sopra quindi faremo vedere le bombe atomiche e loro continueranno a sghignazzare perche' in tutta l'umanita' siamo ancora divisi dalle religioni e abbiamo 23 testi sacri

    ma noi alla fine colti dalla disperazione chiameremo il maestro xian ultimo discendente del lineage del debianzhang che si esibira' nella forma segreta del debianzhang ovvero il dong-pai-caz-fai e prendera' sulle spalle otto sacchi di sabbia colorata e durante l'esecuzione della forma comporra' a terra un mandala quanto un campo di calcio con il testo della gpl in esperanto come simbolo dell'unione planetaria e con le illustrazioni in quadricromia della vita di stallman e dei maestri fondatori del software libero come linus e gli alieni capiranno quali sono le vette del pensiero umano e vorranno distruggerci perche' avranno paura perche' usano software closed ma noi avremo gia' installato debian gnu/linux/stable sull'astronave e rollerdog ci guidera' verso la liberta' e questo e un altro dei vantaggi del software libero ovvero free quindi i casi sono due e devi scegliere da che parte stare o sai usare linux o ti vesti come elvis

    quindi la gpl e' pericolosa si' ma solo per microsoft e per gli alieni sfruttatori ma non per gli utenti che hanno la liberta' e neanche per gli sviluppatori che hanno anche loro la liberta' di usare debian gnu/linux stable oppure unstable dato che mandrake non e' veramente free infatti quelli di mandrake sembrano pinguini ma in realta' sono alieni travestiti proprio come elvis

    voi vi chiederete chi ha chiamato gli alieni e ovviamente sono stati i massoni basta vedere i biglietti da un dollaro con l'occhio nella piramide e basta pensare a chi e' l'uomo con piu' dollari al mondo e i conti tornano

    quindi usate debian o se proprio non siete capaci usate os/2 dato che anche se non e' free ibm supporta linux anche se usate os/2 che e' morto e al contrario di amiga non ritornera' mentre il mac non se ne' ancora andato
    non+autenticato
  • ...hhmmm , non so cosa fumi , ma sembra veramente
    buono Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: polemico e spacaczzo
    > ...hhmmm , non so cosa fumi , ma sembra
    > veramente
    > buono Occhiolino

    deheheee tieni fratello fatti un tiro anche tu in nome della liberta' e contro il proibizionismo delle multinazionali dominate dalla massoneria borghese che lucra sul software libero ovvero free
    non+autenticato
  • ROTFLOL !!!

    Grande !!!
    Mo le lo salvo !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Memo Remigi
    > ROTFLOL !!!

    non si ride del software libero che e' una cosa molto seria ma non triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Linucs
    >

    >
    > alcune persone dicono che la gpl e'
    > pericolosa e in un certo senso e' vero ad
    > esempio fra qualche decennio la terra verra'
    > invasa dagli alieni guidati da elvis

    Come in Zak McKraken. Grande!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cagodzilla

    > Come in Zak McKraken. Grande!!

    dehehehee

    USE KAZOO

    firuli' firula'

    INSTALL DEBIAN
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)