Google discrimina i non vedenti?

In realtà lo fanno quasi tutti i grandi portali e moltissimi altri servizi web, in Italia e all'estero. Tutta colpa di un box visuale di sicurezza che fa a pezzi l'accessibilità. Partita anche una petizione

Roma - Salve, vorrei sottoporvi una petizione che è stata aperta a livello internazionale. Si tratta di una richiesta fatta a Google, da parte dei non vedenti, affinché trovino un'alternativa efficace al box visuale di "sicurezza" che serve a impedire le registrazioni automatiche.

Questa misura di sicurezza, utilizzata da una stragrande maggioranza di istituzioni e portali, sarà sì una misura anti-spam ma impedisce di fatto l'accesso ai non vedenti o a chi ha problemi di vista in genere (e talvolta queste immagini sfocate sono difficili da individuare anche da chi vede).

E questi abusi perpetrati ai danni dei non vedenti, si trovano anche in operazioni banali, quali ad esempio l'invio di un sms autoconfigurante per configurare gli MMS sui telefonini da http://telefonino.libero.it.
E poi, questa misura, SENZA ALCUNA ALTERNATIVA, è implementata in tutti i portali preconfezionati quali PHPBB, PHP nuke, Invision Power Board... ad eccezione appunto di PHPBB che mette come alternativa la possibilità di contattare l'amministratore, il quale provvederà personalmente alla registrazione se l'utente tal dei tali ha problemi (si chiama "human operator"), che però non è una delle alternative + felici, in quanto:

- un amministratore che non conosce la problematica può inserire un indirizzo email inesistente per non aver fastidi di messaggi di sistema o altro (tipo no_reply@nome_dominio.com) nella configurazione del forum, conseguentemente anche l'indirizzo dato come "human operator" risulterà inesistente;
- non sempre l'amministratore ha il tempo di stare attento e "fare favori", soprattutto se si tratta di siti amatoriali fatti da ragazzini o quant'altro;
- è un'operazione non immediata, per cui il non vedente prima di avere la registrazione effettuata, deve aspettare che quell'altro gli risponda;
- nel caso di operatori di grandi strutture, quale ad esempio Yahoo che implementa questa soluzione alternativa da anni, ci vorrebbero delle persone pagate apposta... E poi si nega il diritto, sacrosanto, di NON dare il proprio numero di telefono, per cui io non vedente non mi potrei registrare come "cionco bacucco" quando il mio collega vedente invece SI.

Le alternative a questi sistemi, ci sono.
E sono elencate tutte, compresa quella del Human Operator, qui.

Bisognerebbe iniziare a sensibilizzare tutti, compresi gli sviluppatori delle piattaforme sopraccitate, affinché trovino soluzioni alternative all'immagine visuale, o per lo meno, che nei loro tool, nei manuali, lo scrivano:
"Questa funzione può fornire un sistema di sicurezza contro lo spam ma allo stesso tempo preclude l'accesso a chi ha problemi di disabilità visive: usatela con responsabilità, assicuratevi di aver trovato alternative valide per risolvere il problema spam"

Un'altra alternativa esiste inoltre implementata su wordpress.
Credo sia possibile fare il porting per PHPBB, e altre applicazioni del genere.
Per quanto riguarda l'audio... posso citare tre siti che la hanno già implementata come alternativa: hotmail, libero e AOL.
C'è la possibilità di ascoltare un suono oltre all'immagine.

Vorrei che ne parlaste in un vostro articolo, perché questa cosa del box visuale sta prendendo sempre più piede nell'indifferenza generale.
La petizione è qui

Elena B.

Gentile Elena
giriamo volentieri a Google, e ai tanti gestori di siti che offrono servizi "protetti" da questo strumento, l'invito rivolto dai firmatari della petizione, il cui counter mentre scriviamo è salito quasi a 4mila firme.
L'augurio è che serva non solo ad eliminare un'ulteriore barriera all'accesso ma, più in generale, a sensibilizzare sulle problematiche dell'accessibilità, vero termometro della qualità della rivoluzione digitale.
A presto, la Redazione
112 Commenti alla Notizia Google discrimina i non vedenti?
Ordina
  • Tieni presente una cosa: per legge l'accessibilità è obbligatoria solo per i siti della pubblica amministrazione (su cui sorvolo perchè molti fanno pena anche a prescindere da questo).

    Per società private come quelle che citi tu, sicuramente è una buona norma, ma non si può costringerli in nessun modo.

    Una società privata ragiona per forza in termini economici. Non ci vuole una scienza per capire che l'utilizzo di risorse (che non sono gratis) per soddisfare una minoranza (importante, ma sempre minoranza è) è antieconomico. Molti prendono la strada più breve e fanno tranquillamente a meno della minoranza (e questo avviene per tutte le cose della vita, non solo sul web). Va bene lottare, ma di certe cose bisogna anche farsene una ragione.

    Tornando alla petizione, concordo con la richiesta di accessibilità, ma non con i toni e con le pretese. Non puoi considerare un diritto sacrosanto quello di potersi registrare a siti del genere. Puoi richiedere un servizio ai gestori, e sperare che sia messo in funzione, ma non puoi metterti a pretenderlo alzando la voce. Non stanno calpestando i tuoi diritti di cittadina, semplicemente (in quanto società per azioni) non valutano redditizio il servizio che tu speri di trovare nel loro sito. Ti poni male nei confronti dei tuoi interlocutori. Quelle società che già di per sè non sono molto ben disposte a questo argomento, di certo non cambieranno idea leggendo la tua petizione.

    Da persona che non ha nessun handicap e che non ha alcun bisogno dei servizi di cui la vostra categoria necessita, ma al tempo stesso da cittadino a cui non piace la logica del profitto, mi sento di appoggiare le tue idee. Ma una petizione scritta a questo modo non la firmerei. E siccome nelle petizioni è il numero che conta, nel mio caso avresti un voto in meno alla tua causa.

    Il mio consiglio è quello di farti riscrivere la petizione usando toni più diplomatici (che sia marketing o legalese, fai tu) e meno slogan stile gay pride.
    non+autenticato
  • sono d'accordo.

    capisco da una parte Elena B, infastidita da questo "bug", ma il tono l'ho sentito anch'io un po' pesantuccio.

    Più che petizione avrei preferito che questo fosse stato un bug report (e quindi scritto usando un tonmo "da bug report") come in bugzilla, dove la gente (registrata) può votare i bug più importanti in modo da dare agli sviluppatori un'idea di quali siano i fastidi prioritari da sistemare.
  • "- non sempre l'amministratore ha il tempo di stare attento e "fare favori", soprattutto se si tratta di siti amatoriali fatti da ragazzini o quant'altro;"

    Elena B. le è scappata la penna.

    firmato
    unQuantaltro
    non+autenticato
  • penso che mi darebbe molto fastidio il fatto che non potrei registrarmi su gmail, dato che c'é il captcha.

    mi chiedo, se in hotmail (passport.net) c'é l'audio oltre al captcha (che tra l'altro, siccome il captcha è incomprensibile anche per un vedente, l'audio torna molto comodo) come mai google non lo implementa?

    Non ci credo che un programma che genera un file audio assieme al captcha costi così tanto.

    La lettera di protesta è lecita, dato che google ascolta sì i feedback degli utenti, ma spesso non fa nulla... Spero che questo articolo su PI possa sensibilizzare google alla problematica.

    Ritornando al se fossi cieco: non credo che l'iscrizione ai forum e ai servizi sia una priorità. Probabilmente prenderei nota dei siti coi captcha e chiederei a un parente o ad un amico di registrarmi al sito per me.

    L'iscrizione a un sito è qualcosa che si fa di rado. Invece, accedere ai siti è un'operazione che si fa spesso.

    Probabilmente mi sentirei più frustrato per l'inaccessibilità dei siti fatti male piuttosto che per la registrazione protetta coi captcha.

    Spero ad ogni modo che google implementi l'audio, che gli costa? L'audio torna comodo anche quando il captcha è difficilmente decifrabile perché generato con una font complicata o troppo distorta.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 21/02/2006 23.24.34
  • Ĺ'argomento dell'accessibilità è interessante.
    I commenti sciocchi di chi parla per ignoranza (la stragrande maggioranza purtroppo) sono divertenti nei casi migliori. (Inutili in quasi tutti gli altri.)
    Però le risposte altrettanto veementi e sprezzanti di chi vuole portare avanti questa rivendicazione e pretende di insegnare un po' di civilità distribuendo equamente insulti (più o meno espliciti) non mi lasciano proprio ben sperare...

    In pratica ho letto ben pochi interventi seri, da tutte le "parti" (dire "da entrambe" mi faceva pensare troppo a un incontro di boxe, e il pensiero di una "guerra" tra vedenti e non-vedenti un po' mi disgusta). Cercate di non cadere così facilmente in provocazioni banali.

    Tornando ai discorsi "seri":
    Far presente la problematica ad un sito che, come google, serve milioni di utenti mi sembra una cosa molto sensata, come anche ritengo utile e importante porre tale problematica all'attenzione non solo dei gestori che devono o possono fornire servizi accessibili, ma un po' a tutta la comunità internettiana e civile. Ci sono tante cose che non sappiamo e che, se imparate o conosciute, possono solo che farci del bene.

    Simone Cociancich
    non+autenticato
  • Salve a tutti,
    sono uno sviluppatore Open Source di applicazioni web. Ho letto l'articolo con molto interesse, sebbene sia già al corrente del problema e dell'esistenza di sistemi in grado di crackare i sistemi CAPTCHA in pochi tentativi.

    Vorrei esprimermi sull'uso di CAPTCHA in phpBB e simili. Tutti questi applicativi sono Open Source e necessitano di un sistema antispam. L'articolo ha già evidenziato la necessità di sistemi alternativi.
    Questi sistemi ci sono ma sfortunatamente non sono semplici da realizzare sulle applicazioni web che fanno uso di linguaggi di programmazione interpretati.

    Mi rendo conto che posso aver parlato turco per i non "addetti ai lavori", ma in breve vorrei citarvi un esempio.
    Microsoft adotta un sistema CAPTCHA basato sulla lettura audio (purtroppo molto più facile da violare) ma fa utilizzo di un programma di cui non è consentito il riutilizzo dei sorgenti, sebbene essi siano stati pubblicati. Questo programma (in realtà è una libreria) è scritto in un linguaggio, C#, non compatibile con pbpBB e tutti i software scritti in linguaggio PHP, tranne su alcune particolari macchine di cui non vi cito il caso per semplicità.

    L'appello è riunire un gruppo di programmatori esperti e professionisti per creare una piattaforma universale e LIBERA di tecnologie CAPTCHA versatili.
    Non ho, per quanto mi riguarda, la capacità di gestire e realizzare un simile progetto, visto anche il mio impegno in altre attività, quindi devo necessariamente rivolgere l'appello ad altri, con la speranza che si realizzi qualcosa di concreto e ACCESSIBILE agli sviluppatori Open Source.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)