Le memorie grafiche mettono il turbo

Samsung sta per lanciare un nuovo chip di memoria GDDR4 in grado di raddoppiare le performance delle memorie grafiche attualmente sul mercato. I nuovi chip saliranno inizialmente a bordo delle schede grafiche hi-end

Seoul (Corea del Sud) - Nelle prossime settimane Samsung introdurrà sul mercato quelli che definisce i chip di memoria GDDR4 più veloci al mondo. Le memorie Graphics Double Data Rate si basano su tecnologie simili alle DDR ma, a differenza di queste, si rivolgono espressamente alle applicazioni grafiche.

Le nuove memorie sviluppate dal colosso asiatico sono in grado di operare a 3,2 GHz, una frequenza circa doppia rispetto a quella dei chip GDDR3 impiegati sulle attuali schede grafiche di fascia alta. Proprio di recente alcuni produttori hanno però annunciato memorie GDDR3 capaci di spingersi fino a 2,5 GHz, lo stesso clock a cui operava la precedente generazione di chip GDDR4 di Samsung.

Fabbricato con un processo a 80 nanometri, il chip GDDR4 a 512 Mbit del colosso coreano integra 32 pin di I/O, ciascuno dei quali capace di trasferire i dati alla velocità di 3,2 Gbit al secondo: in totale, quindi, il chip fornisce un'ampiezza di banda pari a 12,8 Gbyte al secondo.
"Con una tale velocità di elaborazione siamo in grado di offrire ai produttori di schede video la larghezza di banda necessaria per realizzare movimenti e immagini texturizzate in grado di rivaleggiare, sul fronte del realismo, con le produzioni cinematografiche", ha affermato Mueez Deen, marketing director, Graphics Memory and Mobile DRAM di Samsung Semiconductor.

Samsung si aspetta che la domanda di memorie GDDR4 subisca un'accelerazione a partire dalla seconda metà del 2006, quando un crescente numero di utenti migrerà verso i processori a 64 bit. E' però probabile che i produttori di schede grafiche abbracceranno le memorie GDDR4 solo quando la relativa specifica diverrà uno standard ufficiale.

Attualmente Samsung detiene circa l'80% del nascente mercato dei chip GDDR4.
TAG: memorie
2 Commenti alla Notizia Le memorie grafiche mettono il turbo
Ordina