Laboratorio RFID a Messina

Creato dall'Università di Messina in collaborazione con Oracle e Intel

Messina - Al fine di identificare, monitorare e tracciare la documentazione cartacea e le varie pratiche interne e per migliorare l'efficienza dei processi amministrativi, l'Università di Messina, in collaborazione con Intel e Oracle, ha sviluppato all'interno del Laboratorio per le tecnologie Wireless e RFID un progetto di sperimentazione di nuove tecnologie per il tracciamento dei documenti.

La rintracciabilità dei documenti e la possibilità di verificare in ogni momento dove una pratica si trovi e quale sia il suo stato di avanzamento è infatti uno dei principali problemi che gli enti pubblici si trovano oggi a dover gestire. La forte spinta verso l'archiviazione digitale, che lo stesso Governo Italiano sta promuovendo negli ultimi anni, non elimina del resto la necessità di gestire l'enorme quantità di documenti per cui è ancora richiesta copia cartacea, e il progetto sviluppato dall'Università di Messina, Intel e Oracle si pone proprio questo obiettivo.

Il progetto prevede l'utilizzo della tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification), che attraverso apposite etichette identificative (Tag) e antenne opportunamente posizionate in prossimità di scrivanie, scaffali e armadi, permette di seguire il percorso di un documento, offrendo così benefici per l'archiviazione ma anche per il monitoraggio del processo amministrativo.
Qui il comunicato stampa integrale.
TAG: rfid
3 Commenti alla Notizia Laboratorio RFID a Messina
Ordina