Rete mobile veloce, TRE presenta il suo HDSPA

Si chiama ADSM l'offerta HSDPA dell'operatore mobile, che promette banda larga in mobilità e una copertura in espansione. Tutti i dettagli

Roma - Una variante dell'ADSL? Sì, se si intende "ADSL" come sinonimo di banda larga. Tecnicamente si tratta di tutt'altro: ADSM è il nome con cui TRE ha battezzato la sua prima offerta commerciale HSDPA.
"Grazie alla partnership con Ericsson - recita una nota aziendale ? è al via la banda larga mobile e di massa, disponibile dai prossimi giorni". L'operatore ha presentato ieri l'offerta davanti al sindaco capitolino Walter Veltroni. "Roma città coperta" verrebbe da dire, dal momento che TRE ha annunciato che la capitale è la prima città italiana a valersi della copertura della rete HSDPA. Una soluzione che, secondo TRE, farà "viaggiare" i suoi clienti fino a 1,8 Mbps.

TRE dichiara, per la sua ADSM, obiettivi ambiziosi, tra cui una velocità di punta di 14Mbps entro la fine del 2008.

Le dichiarate velocità attuali e future fanno ben sperare sulle prestazioni del servizio per quanto riguarda il browsing internet, i download di allegati multimediali trasmessi in posta elettronica, di contenuti musicali, di video e film. "Per fare un esempio - spiega l'operatore - per scaricare un videoclip di 3MB basteranno 12,3 secondi contro 67,2 richiesti dall'UMTS. In questo modo, potranno essere fruite in modalità mobile applicazioni di telemedicina/telediagnosi (lastre, ecografie a colori e tipologie di referti con immagini in movimento), controllo e sicurezza del territorio, rilevamenti sulla qualità ambientale, servizi per il cittadino decentrati e in mobilità, valorizzazione del patrimonio turistico/ambientale di siti di interesse storico/turistico".
La rete romana conterà oltre 300 antenne a partire dal prossimo primo marzo. Altra città in dirittura di copertura è Milano (a regime a maggio), ed entro la fine di giugno 2006, con 3.200 siti on air, TRE prevede che la copertura avrà toccato 150-200 città italiane, pari al 35% della popolazione. Entro fine anno, poi, con oltre 6mila antenne, la copertura dovrebbe raggiungere 1.500 comuni, pari al 60% della popolazione italiana.

L'accesso all'ADSM di TRE avverrà con la Fast Mobile Card offerta in comodato d'uso a 99 euro. Con il piano Tre.Dati si può accedere a 25MB al giorno al costo mensile di 9 euro al mese per i primi 12 mesi, mentre dal 13mo mese il canone salirà a 25 euro. Il traffico effettuato in roaming GPRS non è incluso, ma tariffato a 2 euro per MB, con uno scatto alla sessione di 15 centesimi di euro. Il traffico extra viene tariffato a 60 centesimi a MB, con scatto a inizio sessione di 15 centesimi.

Battuti sul tempo, quindi, gli altri competitor italiani. TIM prevede di partire a maggio con la copertura di Torino, Milano e Roma, promettendo fin da subito una velocità di punta di 3,6 Mbps. La rete di Vodafone è in cantiere con l'obiettivo di partire la prossima estate e con la medesima velocità dichiarata dall'incumbent. Wind, al momento, è il fanalino di coda, ma prevede comunque di dare presto battaglia ai tre concorrenti.

D.B.
TAG: tre
5 Commenti alla Notizia Rete mobile veloce, TRE presenta il suo HDSPA
Ordina