IDC incorona Windows re dei server

Non era mai successo: secondo la nota società di analisi IDC, nel 2005 il fatturato dei server Windows ha superato, seppure di stretta misura, quello dei server Unix. Buone notizie anche per il mercato Linux

Framingham (USA) - Confermando quel trend che negli ultimi anni ha visto Windows e Linux erodere quote di mercato alle piattaforme Unix, IDC ha annunciato che nel 2005 il fatturato globale generato dai server Windows ha superato, per la prima volta nella storia, quello dei server Unix. Nello stesso tempo, la quota di mercato del Pinguino è cresciuta di oltre il 20%.

Secondo l'ultimo rapporto di IDC, nel 2005 la quota di mercato mondiale dei server Windows ha raggiunto un valore di 17,7 miliardi di dollari, crescendo su base annua del 4,7%. Il fatturato relativo ai server Unix ha invece totalizzato 17,5 miliardi di dollari, con un declino su base annua del 5,9%.

Il segmento dei server Linux ha conquistato la terza piazza con un fatturato di 5,7 miliardi di dollari e con una crescita su base annua del 20,8%, dunque sensibilmente superiore a quella dei più diretti rivali. Con queste performance il Pinguino è riuscito a mettere dietro di sé il sistema operativo z/OS di IBM, trascinato in basso dal declino del segmento mainframe.
"Gli utenti finali continuano ad utilizzare un mix di sistemi operativi nelle loro infrastrutture", ha affermato Jean S. Bozman, vice president of Worldwide Server research di IDC. "Ciascuna piattaforma offre i suoi vantaggi in termini di workload e preferenze degli utenti, ma per quanto riguarda le applicazioni c'è una certa sovrapposizione. Sebbene il trend sia a favore dei grandi volumi, nei prossimi anni non credo ci sarà una piattaforma capace di spingerne un'altra fuori dal mercato".

Secondo IDC, lo scorso anno l'intero mercato dei server è cresciuto del 4,4%, passando a 51,3 miliardi di dollari. A dominare il settore è IBM con una quota del 32,9%; a seguire HP con il 27,7%, Dell con il 10,3%, Sun con il 9,5%, e Fujitsu/Fujitsu Siemens con il 5,7%. Il produttore che è cresciuto di più è Dell, con il 13,3%, mentre l'unica azienda della lista che ha perso quote di mercato è Sun (-4,9%).

Se nel mercato generale HP deve accontentarsi della seconda posizione, in quello dei server x86 svetta sulle rivali con una quota del 33,4%. Da notare come la spesa di questo segmento, che lo scorso anno ha fatturato 6,8 miliardi di dollari, sia già rappresentata per il 78,8% da sistemi x86-64.
TAG: mercato
269 Commenti alla Notizia IDC incorona Windows re dei server
Ordina
  • Windows è scarsamente usato per i server nel mondo, solo sui pc-server (ma sono veri server ?), inoltre il costare di più di altre OS non è una buona pubblicità.
    Imbarazzato
    Qui viene messo come se avesse raggiunto tanto, in realtà è in forte declino anche come pc-server, ma in forte crescita come costi.
    Occhiolino
    Ciao
    mda
    783
  • Microsoft + 4,7%.
    Unix - 5,9%
    Linux +20 %

    Linux *non* e' unix. Linux ha avuto una crescita annua superiore a Windows. Leggete attentamente l'articolo...
    Da quando 4 e' maggiore di 20? Hanno riscritto le regole della matematica?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Microsoft + 4,7%.
    > Unix - 5,9%
    > Linux +20 %
    >
    > Linux *non* e' unix. Linux ha avuto una crescita
    > annua superiore a Windows. Leggete attentamente
    > l'articolo...
    > Da quando 4 e' maggiore di 20? Hanno riscritto le
    > regole della matematica?

    Dev'essere la calcolatrice dei winari che ha qualche bug. Ma non sarebbe nulla che già non conoscessimo.
    non+autenticato
  • .... Microsoft non li aveva ancora pagati abbastanza!A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ormai e' innegabile, per quanto si possa sperare il contrario, MS ha vinto e tutti gli altri sono dei perdenti o in procinto di fallire.

    I dati sono chiari MS ha DI FATTO il controllo della maggiorparte dei pc in ambito desktop e server, tutte le altre aziende sono spiazzate...

    IBM, SUN, APPLE sono ormai degli EX protagonisti... e non sono il solo a dirlo, per non parlare di altre societa' che cercano di stare in piedi per il puro amore cieco e bigotto di alcuni fedelissimi vedi amiga o beos.

    La realta' e' questa non si puo' nulla contro anni di marketing selvaggio, e di dumping informatico. Non sono certo quattro nerd che con la camica fuori dai pantaloni e una copia della gpl3 in mano possono ribaltare la situazione. Linux ha fatto si e' diffuso, ha fatto il suo fuoco di paglia, ma ora e' cenere. Sotto un po di polvere grigia magari resta ancora un po' di brace, ma prima o poi si spegnera' anche quella. Quanti programmatori si sono nutriti per anni di sogni e illusioni senza futuro, osservati da multinazionali compiacenti, che poi si sono rimangiate le balle parole promesse....

    Guardate che addirittura adobe sta tremando a causa del desiderio di MS di entrare nel campo della graFICA.

    Ormai si puo' competere con MS nell'embedded e nei servizi es google.

    Linux sara' bello , sara' romantico ma restera' sempre e solo un sogno underground, un ricordo che potremmo raccontare ai nostri nipoti:
    "una volta ai miei tempi potevi costruire un pc con le tue mani, una volta potevi svilupparti i programmi che ti servivano, una volta c'era un pinguino"

    appunto c'era e non c'e' piu'.

  • - Scritto da: rock and troll
    > Ormai e' innegabile, per quanto si possa sperare
    > il contrario, MS ha vinto e tutti gli altri sono
    > dei perdenti o in procinto di fallire.
    >
    > I dati sono chiari MS ha DI FATTO il controllo
    > della maggiorparte dei pc in ambito desktop e
    > server, tutte le altre aziende sono spiazzate...
    >
    > IBM, SUN, APPLE sono ormai degli EX
    > protagonisti... e non sono il solo a dirlo, per
    > non parlare di altre societa' che cercano di
    > stare in piedi per il puro amore cieco e bigotto
    > di alcuni fedelissimi vedi amiga o beos.
    >
    > La realta' e' questa non si puo' nulla contro
    > anni di marketing selvaggio, e di dumping
    > informatico. Non sono certo quattro nerd che con
    > la camica fuori dai pantaloni e una copia della
    > gpl3 in mano possono ribaltare la situazione.
    > Linux ha fatto si e' diffuso, ha fatto il suo
    > fuoco di paglia, ma ora e' cenere. Sotto un po di
    > polvere grigia magari resta ancora un po' di
    > brace, ma prima o poi si spegnera' anche quella.
    > Quanti programmatori si sono nutriti per anni di
    > sogni e illusioni senza futuro, osservati da
    > multinazionali compiacenti, che poi si sono
    > rimangiate le balle parole promesse....
    >
    > Guardate che addirittura adobe sta tremando a
    > causa del desiderio di MS di entrare nel campo
    > della graFICA.
    >
    > Ormai si puo' competere con MS nell'embedded e
    > nei servizi es google.
    >
    > Linux sara' bello , sara' romantico ma restera'
    > sempre e solo un sogno underground, un ricordo
    > che potremmo raccontare ai nostri nipoti:
    > "una volta ai miei tempi potevi costruire un pc
    > con le tue mani, una volta potevi svilupparti i
    > programmi che ti servivano, una volta c'era un
    > pinguino"
    >
    > appunto c'era e non c'e' piu'.

    QUOTO quanto detto dal mio collega, aggiungo che linux è ormai alla frutta, un OS vecchio che per funzionare ha ancora bisogno del dos e di compilare il kernel.
  • - Scritto da: TrollSpammer


    > QUOTO quanto detto dal mio collega, aggiungo > che linux è ormai alla frutta, un OS vecchio che
    > per funzionare

    Queste me la spieghi....
    Ti prego !!!!

    > ha ancora bisogno del dos
    > e di compilare il kernel.


    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: TrollSpammer
    >
    > - Scritto da: rock and troll
    > > Ormai e' innegabile, per quanto si possa sperare
    > > il contrario, MS ha vinto e tutti gli altri sono
    > > dei perdenti o in procinto di fallire.
    > >
    > > I dati sono chiari MS ha DI FATTO il controllo
    > > della maggiorparte dei pc in ambito desktop e
    > > server, tutte le altre aziende sono spiazzate...
    > >
    > > IBM, SUN, APPLE sono ormai degli EX
    > > protagonisti... e non sono il solo a dirlo, per
    > > non parlare di altre societa' che cercano di
    > > stare in piedi per il puro amore cieco e bigotto
    > > di alcuni fedelissimi vedi amiga o beos.
    > >
    > > La realta' e' questa non si puo' nulla contro
    > > anni di marketing selvaggio, e di dumping
    > > informatico. Non sono certo quattro nerd che con
    > > la camica fuori dai pantaloni e una copia della
    > > gpl3 in mano possono ribaltare la situazione.
    > > Linux ha fatto si e' diffuso, ha fatto il suo
    > > fuoco di paglia, ma ora e' cenere. Sotto un po
    > di
    > > polvere grigia magari resta ancora un po' di
    > > brace, ma prima o poi si spegnera' anche quella.
    > > Quanti programmatori si sono nutriti per anni di
    > > sogni e illusioni senza futuro, osservati da
    > > multinazionali compiacenti, che poi si sono
    > > rimangiate le balle parole promesse....
    > >
    > > Guardate che addirittura adobe sta tremando a
    > > causa del desiderio di MS di entrare nel campo
    > > della graFICA.
    > >
    > > Ormai si puo' competere con MS nell'embedded e
    > > nei servizi es google.
    > >
    > > Linux sara' bello , sara' romantico ma restera'
    > > sempre e solo un sogno underground, un ricordo
    > > che potremmo raccontare ai nostri nipoti:
    > > "una volta ai miei tempi potevi costruire un pc
    > > con le tue mani, una volta potevi svilupparti i
    > > programmi che ti servivano, una volta c'era un
    > > pinguino"
    > >
    > > appunto c'era e non c'e' piu'.
    >
    > QUOTO quanto detto dal mio collega, aggiungo che
    > linux è ormai alla frutta, un OS vecchio che per
    > funzionare ha ancora bisogno del dos e di
    > compilare il kernel.

    ah...ovviamente le stesse cose si possono dire anche per le volpi piromai, le scimmie di mare e gli uccelli elettricisti!
    Troll di tutti i colori
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 17.33
    -----------------------------------------------------------
  • > QUOTO quanto detto dal mio collega, aggiungo che
    > linux è ormai alla frutta, un OS vecchio che per
    > funzionare ha ancora bisogno del dos e di
    > compilare il kernel.

    Il dos?? E questo cosa c'entra con linux? Ecco le perle di ignoranza dei winari che escono allo scoperto! uahahahah Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ma quanto siete scemi In lacrime

  • Allora se preferisci:

    I sistemi basati ancora su Kernel Monolitico (linuz) sono morti e sepolti ancora prima di nascere.

    Tutti gli esperti di informatica dicono che solo i sistemi basati su Micro Kernel Fan Windows possono soddisfare le necessità del mercato, solo Torvalds si ostina a dire il contrario...

    ...tiè il link su quello che Andrew S. Tanenbaum ha detto a Torvalds:

    http://www.chicercatrova2000.it/MenuProgram.asp

    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    > I sistemi basati ancora su Kernel Monolitico
    > (linuz) sono morti e sepolti ancora prima di
    > nascere.
    >
    > Tutti gli esperti di informatica dicono che solo
    > i sistemi basati su Micro Kernel Fan Windows possono
    > soddisfare le necessità del mercato, solo
    > Torvalds si ostina a dire il contrario...

    E questi esperti hanno fatto un sistema più diffuso di linux? Link?


    > ...tiè il link su quello che Andrew S. Tanenbaum
    > ha detto a Torvalds:

    La % di diffusione di minix insegnaA bocca aperta


    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    > Allora se preferisci:
    >
    > I sistemi basati ancora su Kernel Monolitico
    > (linuz) sono morti e sepolti ancora prima di
    > nascere.
    >
    > Tutti gli esperti di informatica dicono che solo
    > i sistemi basati su Micro Kernel Fan Windows possono
    > soddisfare le necessità del mercato, solo
    > Torvalds si ostina a dire il contrario...
    >
    > ...tiè il link su quello che Andrew S. Tanenbaum
    > ha detto a Torvalds:
    >
    > http://www.chicercatrova2000.it/MenuProgram.asp
    >


    cazzateSorride


    sn 30 anni che dura la diatriba Microkernel e macrokernel...belli, sopraffini i primi eppure i sistemi operativi + diffusi utilizzano tutti il secondo approccio

    Nell'informatica l'importante è l'efficienza e non la bellezza estetica...ecco perchè alla fine gli X86 attuali, ibridi, hanno sostituito l'approccio tradizionale dei RISC puri (come li conoscevamo negli anni 80).
    non+autenticato
  • uhm... qui' parla di volume d'affari ovvere pagano di piu' per win che per linux, ma cio' non vuol dire molto secondo me... e cmq dice che linux sta crescendo molto piu' velocemente di windows in quanto a volume d'affare... forse non dovevo neanche risponderti ma nn ho saputo resistere
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)