Regno Unito villano dell'anno

L'associazione degli ISP britannici ha assegnato l'insolito premio alla presidenza britannica dell'UE: ha compromesso gravemente lo sviluppo della Rete con la legislazione comunitaria sulla conservazione dei dati

Londra - Per la singolarissima categoria "Villano dell'Anno", l'associazione britannica degli ISP ha premiato nientemeno che la presidenza europea di Tony Blair.

L'insolito premio, conferito annualmente a chi compromette maggiormente lo sviluppo delle nuove tecnologie, è stato assegnato a Blair e soci per avere sostenuto ed approvato la direttiva comunitaria sulla conservazione dei dati, conosciuta genericamente come "direttiva sulla data retention".

La controversa riforma, che da una parte ha aperto la strada all'intercettazione di massa e dall'altra fa gravare tutti i costi aggiuntivi d'archiviazione sugli ISP, è "piombata sulla nostra industria in maniera improvvisa e senza alcuna sovvenzione pubblica", sostengono i portavoce di ISPA.
Il comitato responsabile per il premio "Villano dell'Anno" è formato da esperti ed attenti osservatori del settore legato alle nuove tecnologie, tra cui il notissimo Michael Rotert, presidente di EuroISPA, l'importante associazione continentale che riunisce i maggiori fornitori d'accesso europei.

Tra i "candidati" per l'edizione 2006 del premio figuravano anche Vivianne Reding, commissaria europea per le telecomunicazioni e per le tecnologie digitali, Sony BMG, responsabile per la diffusione di un pericoloso rootkit, nonché la Russia, accusata di favoreggiamento di molti cybercriminali.

Le istituzioni europee non sono mai state molto apprezzate dai membri di ISPA: l'edizione del 2005 dell'Internet Villain Award venne assegnata all'intera Unione Europea, accusata di non avere elaborato "nessuna riforma innovativa sulla proprietà intellettuale e sui brevetti".

Tommaso Lombardi
TAG: privacy
10 Commenti alla Notizia Regno Unito villano dell'anno
Ordina

  • da una parte gli stati uniti.. dall'altra la cina... noi con un'europa flaccida che non e' ne unita, ne capace di rendersi autonoma. Ed in fondo, tutti vogliono la stessa cosa. Controllo. Su tutti e su tutto.

    la vedo male...
    non+autenticato
  • Sono veramente felice che la presidenza Ue inglese sia stata svergognata. Ricordatevi che la data retention da oggi in poi non e' piu' una misura contro i terroristi ma a favore delle major.... Un vero disastro che passa letteralmente sotto silenzio
  • stavo per segnalare anche io questo "falso amico"
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > stavo per segnalare anche io questo "falso amico"

    Curioso no? Invece di concentrarsi sul senso della notizia, che per me e' drammatica, ci si ferma a parlare di villano (che in italiano ha anche il significato di villain, ma lo sanno in pochi). Per la redazione: la prossima volta usate un altro termine cosi' magari parleremo del perche' in Europa la privacy ce l'hanno fatta a fette grazie
  • - Scritto da: sandcreek
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > stavo per segnalare anche io questo "falso
    > amico"
    >
    > Curioso no? Invece di concentrarsi sul senso
    > della notizia, che per me e' drammatica, ci si
    > ferma a parlare di villano (che in italiano ha
    > anche il significato di villain, ma lo sanno in
    > pochi). Per la redazione: la prossima volta usate
    > un altro termine cosi' magari parleremo del
    > perche' in Europa la privacy ce l'hanno fatta a
    > fette grazie

    Vero che la notizia resta la cosa più importante, ma se le traduzioni si fanno "a caso", cosa resta poi? Una notizia deviata...

    In ogni caso il termine italiano non ha nulla a che vedere con quello inglese...

    http://www.demauroparavia.it/127649
    http://oxfordparavia.it/lemmaEng41859
    bt
    101
  • non vorrei uscire fupori tema ma...
    con tutte le villanie perpretrate dal suo esercito in Iraq (dalle torture in carcere ai pestaggi documentati anche sui civili, inclusi donne e ragazzi) vi pare che Blair si spaventi ?
    non+autenticato
  • Vi è già stato detto in passato, se non sbaglio...

    "Villain" in inglese non vuol dire villano, ma cattivo, malvagio.

    Er Pignolo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vi è già stato detto in passato, se non sbaglio...
    >
    > "Villain" in inglese non vuol dire villano, ma
    > cattivo, malvagio.
    >
    > Er Pignolo

    Magari era voluta....

    O forse no....

    O magari Batman quando combatte il Joker deve dargli del villano nella trad. italiana...
    :D

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vi è già stato detto in passato, se non sbaglio...
    >
    > "Villain" in inglese non vuol dire villano, ma
    > cattivo, malvagio.
    >
    > Er Pignolo

    Inglese

    vil·lain Pronunciation (vln)
    n.
    1. A wicked or evil person; a scoundrel.
    2. A dramatic or fictional character who is typically at odds with the hero.
    3. also (vln, v-ln) Variant of villein.
    4. Something said to be the cause of particular trouble or an evil: poverty, the villain in the increase of crime.
    5. A peasant regarded as vile and brutish.

    Italiano

    vil|là|no
    s.m., agg.
    1 s.m. OB LE abitante della campagna; contadino
    2a agg., s.m. CO spreg., che, chi è rozzo, privo di garbo e cortesia: si è comportato da v., sarà ricco e famoso, ma è un gran v.!, sei stato molto v. con lei
    2b agg. CO di atteggiamento, comportamento, ecc., rozzo, scortese: è v. da parte sua non salutare mai, parole villane
    3 agg. OB LE crudele, spietato: morte villana, di pietà nemica (Dante)

    ----------

    Il significato di "villano" in italiano, vuoi per la filmografia hollywoodiana o spaghetti-western, non è solo "rozzo" e quindi "vile and brutish" (come una legge che impone agli ISP di pagare, mentre gli stati fanno gli "scrocconi villani" -appunto-), ma anche "cattivo".

    Il villano contro l'eroe, il villano che bivacca, il villano che sciupa.

    Trovo la traduzione ottima, direi. Rende l'idea.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Il significato di "villano" in italiano, vuoi per
    > la filmografia hollywoodiana o spaghetti-western,
    > non è solo "rozzo" e quindi "vile and brutish"
    > (come una legge che impone agli ISP di pagare,
    > mentre gli stati fanno gli "scrocconi villani"
    > -appunto-), ma anche "cattivo".
    >
    > Il villano contro l'eroe, il villano che bivacca,
    > il villano che sciupa.
    >
    > Trovo la traduzione ottima, direi. Rende l'idea.

    Non vorrei sembrare polemico (è anche divertente come equivoco o doppiezza voluta) però sento rumore di unghie sullo specchio...
    non+autenticato