Apple svela un cucciolo di Mactel

La casa della Mela presenta i primi modelli di Mac mini con processori Intel, e dichiara di aver già convertito all'architettura x86 metà della propria linea di computer. Lanciato anche un Hi-Fi trasportabile per iPod

Apple svela un cucciolo di MactelCupertino (USA) - Annunciando l'incontro con la stampa avvenuto nella serata di ieri, il boss di Apple, Steve Jobs, aveva promesso ai suoi fan che avrebbe svelato "qualcosa di divertente". Il misterioso gadget porta il nome di iPod Hi-Fi, e come suggerisce il nome è un sistema di amplificazione progettato per integrarsi con il celebre playerino di Apple. Ieri la casa della Mela ha anche lanciato i primi modelli di Mac mini basati sui processori Core Duo di Intel.

I nuovi cuccioli di Mactel adottano un'architettura x86 simile quella degli iMac e dei MacBook Pro lanciati da Apple lo scorso gennaio. Il modello base, dal prezzo di 659 euro (IVA inclusa), è dotato di un processore Core Solo a 1,5 GHz, 512 MB di RAM DDR2 a 667 MHz, drive Combo DVD-ROM/CD-RW, hard disk SATA da 60 GB e 5.400 RPM, chipset grafico Intel GMA950 e scheda di rete Wi-Fi e Gigabit Ethernet. Il modello top di gamma, dal costo di 879 euro, si differenzia da quello entry-level per la CPU a 1,66 GHz, il SuprDrive 8x DVD+R DL/DVD±RW/CD-RW e l'HD da 80 GB. Da notare come la configurazione più economica preveda un processore con un singolo core (Core Solo) anzinché con due (Core Duo).

Mac Mini Intel-based"Con il nuovo Mac mini, Apple ha ora effettuato la transizione ai processori Intel del 50 percento della propria linea di computer, e questo nel tempo record di 60 giorni," ha affermato Philip Schiller, senior vice president Worldwide Product Marketing di Apple. "Il nuovo Mac mini è fino a quattro volte più veloce grazie ai processori Intel Core Duo, e include una espandibilità ancora maggiore, rappresentando di fatto il modo più economico per divertirsi con Front Row e iLife ?06".
I nuovi iMac mini sono corredati dal telecomando Apple Remote e della nuova versione del software Front Row, che permette ora di ascoltare anche le librerie di iTunes condivise dagli altri computer in casa o in ufficio.

iPod Hi-FiRigorosamente di colore bianco, iPod Hi-Fi ha invece come caratteristica di spicco la trasportabilità: il dispositivo è infatti dotato di due maniglie laterali e può essere alimentato, oltre che da una presa a muro, con sei pile AA. Come un vero e proprio stereo, il sistema ad alta fedeltà della Mela può essere comandato a distanza tramite il telecomando Apple Remote.

iPod Hi-Fi contiene tre altoparlanti, di cui due da 80 millimetri ed uno da 130 mm, ed un sistema bass reflex che, secondo Apple, è stato calibrato per ridurre al minimo le vibrazioni. Sulla parte superiore dell'apparecchio trovano poi posto il connettore a cui agganciare (e ricaricare) iPod e i controlli del volume sensibili al tocco, mentre sul retro vi sono un ingresso ausiliare da 3,5 mm per segnali analogici e digitali a cui è possibile connettere una grande varietà di fonti audio, incluso iPod shuffle.

Un prossimo aggiornamento del software di iPod, pensato per sfruttare a fondo il nuovo Hi-Fi, consentirà di lasciare la retroilluminazione sempre accesa e di visualizzare le cover degli album in un formato più grande, visibile da maggior distanza.

iPod Hi-Fi, che include il telecomando Apple Remote, è disponibile sull'Apple Store ad un prezzo di 379 euro (IVA inclusa).
TAG: desktop
270 Commenti alla Notizia Apple svela un cucciolo di Mactel
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.macitynet.it/macity/aA23999/index.shtml
    >
    > leggete, poi dite.

    a mio modesto parere se si guardno i valori assoluti si dice aumentati, se invece si fa un paragone in valori relativi mettendo sulla stessa base le 2 macchine...non sono proprio aumentati di quanto si vuol far credere
    non+autenticato
  • Io in realtà sono abbastanza felice di che piega ha preso il Mac mini.
    La penso in 2 modi: personale e professionale.

    Personale: lo prendo e lo attacco al mio plasma. Telecomando, collegamento al video, audio ottico nell'home theater e Front Row. Fatto il sistema multimediale. Arrivo a casa col mio portatile e condivido la mia libreria iTunes in wi-fi. Bella potenza e scheda video più che sufficiente per controllare un plasma PAL. Il tutto per 800 euro. Se poi voglio usarlo come videoregistratore, ho EyeTv. Senza avere uno scatolone grigio.

    Professionale: xGrid ( http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ), 25 Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    Ecco fatto un cluster da 50 processori con le macchine collegate in gigabit. Direttamente dal negozio. Niente raffreddamenti particolari. Sotto al tavolo, o se voglio attaccati al muro.

    Valutate i prezzi e fatemi sapere.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io in realtà sono abbastanza felice di che piega
    > ha preso il Mac mini.
    > La penso in 2 modi: personale e professionale.
    >
    > Personale: lo prendo e lo attacco al mio plasma.
    > Telecomando, collegamento al video, audio ottico
    > nell'home theater e Front Row. Fatto il sistema
    > multimediale. Arrivo a casa col mio portatile e
    > condivido la mia libreria iTunes in wi-fi. Bella
    > potenza e scheda video più che sufficiente per
    > controllare un plasma PAL. Il tutto per 800 euro.
    > Se poi voglio usarlo come videoregistratore, ho
    > EyeTv. Senza avere uno scatolone grigio.

    Vogliamo fare un confronto con le capacità di post processing video fornite da AVIVO o Pure video?
    cerchiamo di essee sinceri, quella scheda video è il peggio sul mercato, se poi uno riesce ad accontentarsi buon per lui ma i fatti sono questi.


    > Professionale: xGrid (
    > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ), 25
    > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > macchine collegate in gigabit. Direttamente dal
    > negozio. Niente raffreddamenti particolari. Sotto
    > al tavolo, o se voglio attaccati al muro.
    >
    > Valutate i prezzi e fatemi sapere.
    >

    Da questo punto di vista mi piace un casino
    Con la lingua fuori
    Grazie per avermelo fatto notareSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Io in realtà sono abbastanza felice di che piega
    > > ha preso il Mac mini.
    > > La penso in 2 modi: personale e professionale.
    > >
    > > Personale: lo prendo e lo attacco al mio plasma.
    > > Telecomando, collegamento al video, audio ottico
    > > nell'home theater e Front Row. Fatto il sistema
    > > multimediale. Arrivo a casa col mio portatile e
    > > condivido la mia libreria iTunes in wi-fi. Bella
    > > potenza e scheda video più che sufficiente per
    > > controllare un plasma PAL. Il tutto per 800
    > euro.
    > > Se poi voglio usarlo come videoregistratore, ho
    > > EyeTv. Senza avere uno scatolone grigio.
    >
    > Vogliamo fare un confronto con le capacità di
    > post processing video fornite da AVIVO o Pure
    > video?
    > cerchiamo di essee sinceri, quella scheda video è
    > il peggio sul mercato, se poi uno riesce ad
    > accontentarsi buon per lui ma i fatti sono
    > questi.
    >

    non è il peggio di sicuro ma neanche il meglio...sii oggettivo invece di avere solo la parvenza.

    per quello che ci si deve fare con quel mini quella scheda è sufficiente...se devi fare video HD, 3D o game-machine...pensa a spendere per qualcosa di meglio...indipendentemente dalla marca

    >
    > > Professionale: xGrid (
    > > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ),
    > 25
    > > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > > macchine collegate in gigabit. Direttamente dal
    > > negozio. Niente raffreddamenti particolari.
    > Sotto
    > > al tavolo, o se voglio attaccati al muro.
    > >
    > > Valutate i prezzi e fatemi sapere.
    > >
    >
    > Da questo punto di vista mi piace un casino
    > Con la lingua fuori
    > Grazie per avermelo fatto notareSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Io in realtà sono abbastanza felice di che piega
    > > ha preso il Mac mini.
    > > La penso in 2 modi: personale e professionale.
    > >
    > > Personale: lo prendo e lo attacco al mio plasma.
    > > Telecomando, collegamento al video, audio ottico
    > > nell'home theater e Front Row. Fatto il sistema
    > > multimediale. Arrivo a casa col mio portatile e
    > > condivido la mia libreria iTunes in wi-fi. Bella
    > > potenza e scheda video più che sufficiente per
    > > controllare un plasma PAL. Il tutto per 800
    > euro.
    > > Se poi voglio usarlo come videoregistratore, ho
    > > EyeTv. Senza avere uno scatolone grigio.
    >
    > Vogliamo fare un confronto con le capacità di
    > post processing video fornite da AVIVO o Pure
    > video?
    > cerchiamo di essee sinceri, quella scheda video è
    > il peggio sul mercato, se poi uno riesce ad
    > accontentarsi buon per lui ma i fatti sono
    > questi.
    >

    Ma scusa, io ti parlo di un sistemino che ti fa fare un decente componente Home Video e lo nascondi anche attaccato dietro allo schermo, e tu mi parli di una cosa che devi avere uno scatolone per usarla?
    Abbi pazienza... stai sparando troppo alto.
    Anche perchè un HD 720P, comunque sia, lo mando fuori da un portatile col G4 1,33mhz...

    >
    > > Professionale: xGrid (
    > > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ),
    > 25
    > > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > > macchine collegate in gigabit. Direttamente dal
    > > negozio. Niente raffreddamenti particolari.
    > Sotto
    > > al tavolo, o se voglio attaccati al muro.
    > >
    > > Valutate i prezzi e fatemi sapere.
    > >
    >
    > Da questo punto di vista mi piace un casino
    > Con la lingua fuori
    > Grazie per avermelo fatto notareSorride

    Vero?
    Ci sto pensando seriamente.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Professionale: xGrid (
    > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ), 25
    > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > macchine collegate in gigabit.

    gia', e con un hd piu' lento di quello di un portatile.
    non+autenticato

  • - Scritto da: munehiro
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Professionale: xGrid (
    > > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ),
    > 25
    > > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > > macchine collegate in gigabit.
    >
    > gia', e con un hd piu' lento di quello di un
    > portatile.

    Ma lo sai cos'è un cluster?


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: munehiro
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Professionale: xGrid (
    > > > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ),
    > > 25
    > > > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple
    > remote
    > > > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > > > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > > > macchine collegate in gigabit.
    > >
    > > gia', e con un hd piu' lento di quello di un
    > > portatile.
    >
    > Ma lo sai cos'è un cluster?
    >
    >

    se devi fare un cluster di calcolo puro ok, ma se devi fare un cluster in cui ogni nodo deve operare su un set (grosso) di dati, l'hd di ogni nodo ha la sua importanza.
    poi vabbe'... se devi fare il rendering di immagini non importa...

    non+autenticato

  • - Scritto da: munehiro
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Professionale: xGrid (
    > > http://www.apple.com/macosx/features/xgrid/ ),
    > 25
    > > Mac mini, 1 monitor di controllo ed Apple remote
    > > desktop: http://www.apple.com/remotedesktop/
    > > Ecco fatto un cluster da 50 processori con le
    > > macchine collegate in gigabit.
    >
    > gia', e con un hd piu' lento di quello di un
    > portatile.

    QUELLO E ROCK...TU SEI LENTO
    non+autenticato
  • Da
    http://www.ilounge.com/index.php/firstlooks/
    (nella pagina trovate anche un po' di foto):

    "Audio quality? We don?t ever like to comment on this until we?ve done straight comparisons, but it was evident in each of Apple?s four demo rooms that the Hi-Fi is capable of revealing flaws in compressed audio - good for audiophiles, perhaps less so for average people or those accustomed to iTunes Music Store downloads"

    Capito? La qualità audio è così buona che rivelerebbe le pecche presenti nella musica audio compressa..

    Il prezzo sarà alto, ma non assurdo come molti di voi scrivono...




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Da
    > http://www.ilounge.com/index.php/firstlooks/
    > (nella pagina trovate anche un po' di foto):
    >
    > "Audio quality? We don?t ever like to comment on
    > this until we?ve done straight comparisons, but
    > it was evident in each of Apple?s four demo rooms
    > that the Hi-Fi is capable of revealing flaws in
    > compressed audio - good for audiophiles, perhaps
    > less so for average people or those accustomed to
    > iTunes Music Store downloads"
    >
    > Capito? La qualità audio è così buona che
    > rivelerebbe le pecche presenti nella musica audio
    > compressa..
    >

    basta allora evitare l'ACC o MP3 e scaracare su iPod in Apple Loseless...

    > Il prezzo sarà alto, ma non assurdo come molti di
    > voi scrivono...

    però è brutto...
    non+autenticato
  • Lo dico senza mai essermi interessato piu` di tanto alle accelerazioni hardware, ma condividere la memoria (peraltro abbastanza veloce, 667 MHz se ho capito bene) di sistema con il chip grafico, non

    elimina la necessita` di blitting?

    E questo non e` un grande vantaggio?
    Per mandare una doubleword da memoria di sistema a ram video, che e` supposta altrimenti risiedere sulla scheda video, il procedimento e` piuttosto lento. Se lo elimino non ho un guadagno enorme?

    Lo dico per sapere dove sbaglio: se dite che la memoria condivisa e` male, ci dev'essere un motivo.

  • - Scritto da: alex.tg
    > Lo dico senza mai essermi interessato piu` di
    > tanto alle accelerazioni hardware, ma condividere
    > la memoria (peraltro abbastanza veloce, 667 MHz
    > se ho capito bene) di sistema con il chip
    > grafico, non
    >
    > elimina la necessita` di blitting?
    >
    > E questo non e` un grande vantaggio?
    > Per mandare una doubleword da memoria di sistema
    > a ram video, che e` supposta altrimenti risiedere
    > sulla scheda video, il procedimento e` piuttosto
    > lento. Se lo elimino non ho un guadagno enorme?
    >
    > Lo dico per sapere dove sbaglio: se dite che la
    > memoria condivisa e` male, ci dev'essere un
    > motivo.

    Io so che questa scheda grafica è studiata per rendere performanti i vari effetti dei sistemi operativi, scrolling , trasparenze ecc... in particolare dovrebbe essere stata studiata per Aero di Vista.... ed è pessima per il rendering però quindi i giochi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: alex.tg
    > > Lo dico senza mai essermi interessato piu` di
    > > tanto alle accelerazioni hardware, ma
    > condividere
    > > la memoria (peraltro abbastanza veloce, 667 MHz
    > > se ho capito bene) di sistema con il chip
    > > grafico, non
    > >
    > > elimina la necessita` di blitting?
    > >
    > > E questo non e` un grande vantaggio?
    > > Per mandare una doubleword da memoria di sistema
    > > a ram video, che e` supposta altrimenti
    > risiedere
    > > sulla scheda video, il procedimento e` piuttosto
    > > lento. Se lo elimino non ho un guadagno enorme?
    > >
    > > Lo dico per sapere dove sbaglio: se dite che la
    > > memoria condivisa e` male, ci dev'essere un
    > > motivo.
    >
    > Io so che questa scheda grafica è studiata per
    > rendere performanti i vari effetti dei sistemi
    > operativi, scrolling , trasparenze ecc... in
    > particolare dovrebbe essere stata studiata per
    > Aero di Vista.... ed è pessima per il rendering
    > però quindi i giochi


    infatti non mi stufirò mai di scriverlo il mini non è pensato per i giochi e quella scheda aiuta l'OS X per quanto tu hai già citato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: alex.tg
    > > > Lo dico senza mai essermi interessato piu` di
    > > > tanto alle accelerazioni hardware, ma
    > > condividere
    > > > la memoria (peraltro abbastanza veloce, 667
    > MHz
    > > > se ho capito bene) di sistema con il chip
    > > > grafico, non
    > > >
    > > > elimina la necessita` di blitting?
    > > >
    > > > E questo non e` un grande vantaggio?
    > > > Per mandare una doubleword da memoria di
    > sistema
    > > > a ram video, che e` supposta altrimenti
    > > risiedere
    > > > sulla scheda video, il procedimento e`
    > piuttosto
    > > > lento. Se lo elimino non ho un guadagno
    > enorme?
    > > >
    > > > Lo dico per sapere dove sbaglio: se dite che
    > la
    > > > memoria condivisa e` male, ci dev'essere un
    > > > motivo.
    > >
    > > Io so che questa scheda grafica è studiata per
    > > rendere performanti i vari effetti dei sistemi
    > > operativi, scrolling , trasparenze ecc... in
    > > particolare dovrebbe essere stata studiata per
    > > Aero di Vista.... ed è pessima per il rendering
    > > però quindi i giochi
    >
    >
    > infatti non mi stufirò mai di scriverlo il mini
    > non è pensato per i giochi e quella scheda aiuta
    > l'OS X per quanto tu hai già citato

    Uh, d'accordo, ma mac mini le normali operazioni di routine non le svolgeva già a velocità sufficiente?
    Il Radeon 9200 d'altra parte se la cavava benissimo, meglio di quanto faccia con Windows, e offriva prestazioni accettabili a chi gioca saltuariamente, mentre col chipset in quel campo si torna indietro a prestazioni inferiori all'entry level.
    D'altre parte se il 9200 era troppo antiquato in certi comparti seri, c'è sempre l'X1300 che è più aggiornato, un po' più veloce e resta adeguato per prezzo e consumo energetico a un PC come il mac mini, a maggior ragione al prezzo attuale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: alex.tg
    > > > > Lo dico senza mai essermi interessato piu`
    > di
    > > > > tanto alle accelerazioni hardware, ma
    > > > condividere
    > > > > la memoria (peraltro abbastanza veloce, 667
    > > MHz
    > > > > se ho capito bene) di sistema con il chip
    > > > > grafico, non
    > > > >
    > > > > elimina la necessita` di blitting?
    > > > >
    > > > > E questo non e` un grande vantaggio?
    > > > > Per mandare una doubleword da memoria di
    > > sistema
    > > > > a ram video, che e` supposta altrimenti
    > > > risiedere
    > > > > sulla scheda video, il procedimento e`
    > > piuttosto
    > > > > lento. Se lo elimino non ho un guadagno
    > > enorme?
    > > > >
    > > > > Lo dico per sapere dove sbaglio: se dite che
    > > la
    > > > > memoria condivisa e` male, ci dev'essere un
    > > > > motivo.
    > > >
    > > > Io so che questa scheda grafica è studiata per
    > > > rendere performanti i vari effetti dei sistemi
    > > > operativi, scrolling , trasparenze ecc... in
    > > > particolare dovrebbe essere stata studiata per
    > > > Aero di Vista.... ed è pessima per il
    > rendering
    > > > però quindi i giochi
    > >
    > >
    > > infatti non mi stufirò mai di scriverlo il mini
    > > non è pensato per i giochi e quella scheda aiuta
    > > l'OS X per quanto tu hai già citato
    >
    > Uh, d'accordo, ma mac mini le normali operazioni
    > di routine non le svolgeva già a velocità
    > sufficiente?

    Quid?

    > Il Radeon 9200 d'altra parte se la cavava
    > benissimo, meglio di quanto faccia con Windows, e
    > offriva prestazioni accettabili a chi gioca
    > saltuariamente, mentre col chipset in quel campo
    > si torna indietro a prestazioni inferiori
    > all'entry level.

    la radeon aveva solo 32mb di ram...già 64 non sono tantissimia, ma 32 sono improponibile a questo punto

    > D'altre parte se il 9200 era troppo antiquato in
    > certi comparti seri, c'è sempre l'X1300 che è più
    > aggiornato, un po' più veloce e resta adeguato
    > per prezzo e consumo energetico a un PC come il
    > mac mini, a maggior ragione al prezzo attuale.

    ma per una X1300 ci vorranno 100-150 $ solo per la scheda video...
    non+autenticato
  • Grazie lo stesso, ma cercavo una risposta piu` tecnica.

    Cerco di andare a naso: il problema coi giochi e` forse che i giochi di oggi tendono a usare primitive di tracciamento che agiscono sulla sola RAM video, piuttosto che disegnarsi scene e blitter objects su un raster di memoria di sistema e poi copiarla sulla VRAM? Perche` mi pare di capire che le schede accelerate da un lato accelerino le operazioni da VRAM a VRAM, ma dall'altro penalizzano quelle da DRAM a VRAM. Corretto o sbagliato?
  • il punto è che le moderne schede 3D accelerate svolgono molto del lavoro di elaborazione tramite i pixel e i vertex shader e cioè programmi che girano direttamente sulla GPU.....

    i dati vengono trasferiti direttamente nella memoria della scheda che ovviamente ha una larghezza di banda elevatissima tra la GPU e la VRAM...

    l'utilizzo di memoria condivisa nel caso di schede grafiche comuni (tipo quelle integrate da intel) è un vantaggio come dici tu, in quanto si lavora in memoria principale e quindi più velocemente.....

    in pratica le due soluzioni sono estremamente diverse....le schede grafiche ad elevate prestazioni tendono a comportarsi come le loro controparti per le consolle e quindi ad isolarsi quanto più possibile dal resto del sistema per divenire entità autonome in grado di svolgere tutti i compiti a loro richiesti
    non+autenticato
  • Ah, allora tutto sommato avevo capito bene, grazie.
    Be', come ultimo commento potrei dire che in futuro preferirei che si abbandonasse la componente accelerata, in favore di elaborazione parallela da piu` processori centrali, e con memoria condivisa.

    Per motivi che immagino molto importanti: maggiore compatibilita`, e maggiore flessibilita` intesa come maggior controllo da parte del programmatore.

    Personalmente l'idea della memoria condivisa, come ai vecchi tempi su Amiga, mi piace.

  • - Scritto da: alex.tg

    >
    > Personalmente l'idea della memoria condivisa,
    > come ai vecchi tempi su Amiga, mi piace.

    a me mica tanto ....

    anzi spero che le periferiche
    audio video
    am anche input tastiera e mouse

    abbiano una cp propria

    e lascino la/le CPU solo il compito di masticare numeri
    e processi

    immaginate il mouse che parla solo con la scheda video
    quando lo spostate ...
    e parla con la/le CPU quando fate click


    non+autenticato
  • > e lascino la/le CPU solo il compito di masticare
    > numeri
    > e processi
    >
    > immaginate il mouse che parla solo con la scheda
    > video
    > quando lo spostate ...
    > e parla con la/le CPU quando fate click

    Ma c'e` un fatto: tradurre un programma in modo che lavori su un'altra CPU e` relativamente semplice, se il linguaggio usato e` cross-platform. Basta ricompilare, o al limite fare piccoli aggiustamenti.

    Se il programma chiama funzioni che esistono solo su QUEL mouse, o su QUELLA scheda video, allora tradurre diventa praticamente impossibile.

    Ci sarebbero troppe cose da emulare in maniera per giunta inefficiente, e la portabilita` verrebbe sottomessa al produttore hardware, che potrebbe decidere o no di rendere i suoi prodotti compatibili con altri.

    Se spingiamo sulla strada delle accelerazioni specifiche, consegnamo ai produttori di hardware le chiavi del nostro computer.

    I videogiochi che oggi usano le accelerazioni tipiche di una certa serie di schede non funzioneranno piu` se un domani nessun produttore realizzera` schede equipotenti a quelle odierne. Potrebbe benissimo succedere, e il tutto rende le opere realizzate con le accelerazioni, qualcosa di molto limitato nel tempo.

    E` questa la mia maggiore preoccupazione.
    Preferisco un gioco che faccia il suo rendering interamente via software, magari a 512x384, ma che si porti dietro l'intero ambiente che gli permette di funzionare (sotto forma di motore grafico software), a un gioco che oggi crea fotogrammi in 1024x768 in un soffio, ma che un domani non sara` piu` in grado di girare affatto, se non con penose e inaffidabili emulazioni.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)