Cina, Hotmail usato per un arresto?

La polizia cinese mette le mani su un giornalista dissidente che sfruttava il celebre servizio di posta elettronica del big di Redmond. Che nega però qualsiasi coinvolgimento nella vicenda

Pechino - L'associazione Human Rights in China scaglia accuse pesantissime contro il distaccamento cinese di Microsoft: l'azienda di Redmond avrebbe collaborato col regime cinese, permettendo l'arresto di un giornalista dissidente, Li Yuanlong, utente del servizio Hotmail.

Il giornalista, pubblicato su vari quotidiani online cinesi ospitati oltreoceano, avrebbe utilizzato il proprio account Hotmail per inviare e firmare alcuni articoli scottanti che criticano aspramente il Partito Comunista. L'arresto di Li è avvenuto lo scorso settembre.

Le autorità di Pechino, stando alla versione fornita dall'organizzazione umanitaria, hanno catturato Li Yuanlong dopo che aveva affrontato due delicatissimi argomenti, notoriamente off-limits: povertà e degrado nelle regioni rurali della Repubblica Popolare Cinese. Li rischia adesso fino a 10 anni di reclusione per attività sovversiva contro l'ordine socialista.
Stando a quanto pubblicato nei verbali ufficiali delle forze dell'ordine, ottenuti da HRIC soltanto nei giorni scorsi, il nome del servizio di posta elettronica offerto da Microsoft viene citato più volte tra le prove utilizzate per incarcerare Li. Il timore degli attivisti è che gli inquirenti cinesi abbiano ottenuto accesso agli archivi di Hotmail, sfruttando le ampie libertà investigative fornite dalle leggi in vigore nella Repubblica Popolare.

In linea con una strategia ultrarepressiva volta al controllo totale dell'informazione, le forze di polizia possono infatti sequestrare arbitrariamente qualsiasi tipo di documento informatico - senza il bisogno di alcuna autorizzazione preventiva.

I rischi connessi all'esplosione di un nuovo scandalo Yahoo!, responsabile dell'arresto del giornalista Shi Tao, spaventa il colosso internazionale del software: Microsoft nega ogni coinvolgimento. "In base alle informazioni in nostro possesso", ha dichiarato un portavoce di Microsoft, "la nostra azienda non ha avuto alcun ruolo nella cattura e nell'arresto del giornalista".

L'azienda di Redmond ha reso noto che "i database degli utenti cinesi di Hotmail non vengono conservati sul territorio della Repubblica Popolare Cinese". Microsoft è presente in Cina già da tempo e recentemente ha dovuto affrontare l'ira del parlamento americano, che accusa numerose aziende statunitensi di "collaborare con un regime ostile ad ogni tipo di libertà e di diritto umano".

Tommaso Lombardi
TAG: cina
13 Commenti alla Notizia Cina, Hotmail usato per un arresto?
Ordina
  • edere a Yahoo! Mail...

    Sei un nuovo utente?Registrati, è facile.
    Registrati

    Sei già utente Yahoo!?
    Inserisci ID e password.

    ID o password non validi.
    Riprova.
    Form di log in
                         ID Yahoo!:
    Password:

    Ricordami l'ID su questo computer



    MODALITA': Standard | Sicura
    Hai dimenticato la tua password? | Aiuto

    Prova con questi suggerimenti.
    Controlla il tasto "Blocca Maiuscole".
    Se era bloccato, premilo e riprova.
    Controlla che ID e password siano corrette.
    Puoi risalire all'ID e/o alla password confermandoci i tuoi dati personali.
    Non riesci ancora ad accedere?
    Vai alla sezione di Aiuto per ulteriori informazioni.
    non+autenticato
  • Ciao a tutti voi che mi leggete , chiedo che tutti gli Stati del mondo intervengano a difesa della giornalista Li Yuanlong e di tutti i giornalisti che sono in carcere perchè scrivevano verità , anzi andrebbero premiati per il coraggio che hanno avuto a scrivere verità informarci sulle verità e chiedo aiuto a tutte le persone al mondo che possano aiutare chi dice verità .Auguro a tutti i giornalisti che possono aiutare i loro colleghi   di intervenire   tempestando giornali e tutto internet in modo che queste cose non dovrebbero più accadere se vogliamo migliorare il mondo intero dobbiami dire le verità e a chi non piace leggere le verità che si comporti bene in modo che nessuno abbia da dire nulla e non che per nascondere verità   si mette in carcere i giornalisti .A tutti voi va il mio abbraccio enorme   nella speranza di leggere che tutti i giornalisti che scrivono verità vengano rilasciati *SorrideSorride un abbraccio anche alle loro famiglie che stanno vivendo questa ingiustizia col dolore *SorrideSorride .Ringrazio anticipatamente tutti gli Stati che difenderanno questa ingiustizia va il mio sorriso e che il mio sorriso giunga in tutte le case del mondo A bocca aperta
  • "L'arresto di Li è avvenuto lo scorso settembre. "


    AHO!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "L'arresto di Li è avvenuto lo scorso settembre. "
    >
    >
    > AHO!

    Ma quanto sei ignorante.Non lo sai che in Cina cè in vigore una legge ( la 345/2 del codice penale ), che stabilisce che la polizia può detenere un detenuto per sei mesi, senza dire nulla ai suoi parenti o a altri??! Per questo la notizia è uscita solo ora.Solo adesso la polizia ha rivelato di aver arrestato i 21 dissidenti nel settembre 2005.Cè in corso una guerra sotterranea di spie!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma quanto sei ignorante.Non lo sai che in Cina cè
    > in vigore una legge ( la 345/2 del codice penale
    > ), che stabilisce che la polizia può detenere un
    > detenuto per sei mesi, senza dire nulla ai suoi
    > parenti o a altri??!

    Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà verrà integrato nel nostro codice penale. La censura già l'abbiamo importata.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Wakko Warner

    > Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà verrà
    > integrato nel nostro codice penale. La censura
    > già l'abbiamo importata.

    Probabilmente quando i tuoi amici prodiani e comunisti prenderanno il potere. D'altra parte, i reati di opinione li hanno inventati loro.

    Altro che quello che è successo a quei pochi sitarelli di scommesse, che tu e *compagni* chiamate censura. Se Berlusconi avesse davvero voluto cennsurare qualcosa, avrebbe agito contro quei siti (a volte pericolosi) che tutti conosciamo. Non contro i truffatori della domenica.

    Ciao e sogni d'oro.
    non+autenticato
  • Beh che dire...sei uno sfigato!

    Byez fascio
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Wakko Warner
    >
    > > Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà
    > verrà
    > > integrato nel nostro codice penale. La censura
    > > già l'abbiamo importata.
    >
    > Probabilmente quando i tuoi amici prodiani e
    > comunisti prenderanno il potere. D'altra parte, i
    > reati di opinione li hanno inventati loro.

    una fine e documentata ricostruzione storica, complimenti


    > Altro che quello che è successo a quei pochi
    > sitarelli di scommesse, che tu e *compagni*
    > chiamate censura. Se Berlusconi avesse davvero
    > voluto cennsurare qualcosa, avrebbe agito contro
    > quei siti (a volte pericolosi) che tutti
    > conosciamo. Non contro i truffatori della
    > domenica.

    per i populisti conta la massa, la massa per ora legge poco i giornali, naviga ancora meno su internet, però guarda tanta tv e con poco senso critico

    io in tv non vedo più gente che faceva ottimi ascolti (biagi luttazzi santoro beha fini guzzanti) , certo gli epurati ci sono sempre stati ma mai così scopertamente e frequentemente

    e se sento i tg istituzionali non mandano o mandano mascherate certe notizie: non si dice più "condannato in primo grado il ministro x" ma "l'avvocato del ministro x denuncia una persecuzione" inoltre quando qualcuno prova ad esprimere un'opinione difforme da quella governativa viene criminalizzato

    la mia paura non é tanto di chi si giova di tale metodo, é che questo meccanismo venga mantenuto anche con l'alternanza, se ci sarà

    > Ciao e sogni d'oro.

    tu invece non mangiare pesante che poi sogni baffone


    non+autenticato
  • dai compagniA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Wakko Warner
    >
    > > Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà
    > verrà
    > > integrato nel nostro codice penale. La censura
    > > già l'abbiamo importata.
    >
    > Probabilmente quando i tuoi amici prodiani e
    > comunisti prenderanno il potere. D'altra parte, i
    > reati di opinione li hanno inventati loro.

    Davvero ??? mi sembra il contrario.
    Infatti Berlusconi che legge voleva mettere ?

    > Altro che quello che è successo a quei pochi
    > sitarelli di scommesse, che tu e *compagni*
    > chiamate censura.

    Infatti secondo qualcuno non si deve chiamare LADRO, una persona riconusciuta colpevole ma non punità per decorrenza dei termini !

    >Se Berlusconi avesse davvero
    > voluto cennsurare qualcosa, avrebbe agito contro
    > quei siti (a volte pericolosi) che tutti
    > conosciamo. Non contro i truffatori della
    > domenica.

    Infatti, cosa accade ?
    Avvocati di Berlusconi e C. che minacciano e denunciano le opinioni di cittadini sui siti e giornali.
    Infatti spesso sono Pericolosi (lo dici anche tu), si pericolosi perchè dicono cose che il Berlusca non vuole far sapere alla gente.
    Ma pultroppo il reato d'opinione non esiste ancora, malgrado si cerchi di metterlo in questi 5 anni in tutti i modi, allora vincono anzi stravincono la causa contro Berlusca e C.

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/0...


    >
    > Ciao e sogni d'oro.

    Vedo proprio che dormi

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    mda
    783

  • - Scritto da: Wakko Warner
    > Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà verrà
    > integrato nel nostro codice penale. La censura
    > già l'abbiamo importata.

    la censura è out, meglio ripetere migliaia di volte in tutti i modi possibili le stesse bugie, un po' alla volta diventano l'unica verità.
    QW
    81

  • - Scritto da: Wakko Warner
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma quanto sei ignorante.Non lo sai che in Cina
    > cè
    > > in vigore una legge ( la 345/2 del codice penale
    > > ), che stabilisce che la polizia può detenere un
    > > detenuto per sei mesi, senza dire nulla ai suoi
    > > parenti o a altri??!
    >
    > Mi chiedo quando questo gioiello di civiltà verrà
    > integrato nel nostro codice penale. La censura
    > già l'abbiamo importata.

    Guarda che è una trollata!!!Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Non esiste la legge 345/2.... ahahahahahahahahah
    POLLI !!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "L'arresto di Li è avvenuto lo scorso settembre. "
    >
    >
    > AHO!

    ringrazia che l'hai avuta, invece di niente.


    immaginati tu, in galera in turkmenistan o in gulo al mondo... arrestato per una cosa simile e... NESSUNO lo viene *MAI* a sapere.

    non è meglio che esca ora, piuttosto che mai?
    non+autenticato