ImCoSys, il Linux Smartphone svizzero

Dalla svizzera arriva uno smartphone con sistema operativo Linux che, almeno sulla carta, non ha nulla da invidiare ai colleghi con marchio più blasonato

Hannover - La svizzera ImCoSys AG presenta al CeBIT il suo nuovo Smartphone, dotato di sistema operativo Linux e di funzionalità interessanti.

ImCoSys, che ha sviluppato tutte le applicazioni presenti nel telefonino, prevede che sarà commercialmente disponibile in Europa e USA nel mese di giugno. Con misure di 125x64x18 mm, leggero e di design moderno, lo Smartphone ha alcuni plus non trascurabili come il modulo GPS, le connettività USB e Bluetooth e il supporto WiFi.

Il Linux smartphoneMa eccone le caratteristiche principali: il processore è un Omap 730 Texas Instruments; per quanto riguarda reti e connettività è un Quadband GSM (850/900/1800/1900), GPRS classe 10, EDGE; la memoria è di 64 MB Flash, 64 MB SDRAM, e sono possibili espansioni grazie alla presenza di uno slot SD. Il display touchscreen è da 240x320 pixel, TFT-LCD a 260mila colori.
In aggiunta, funzionalità di e-mail push compatibile con sistemi con Lotus ed Exchange server, e supporto SyncML, protocollo sviluppato come standard aperto per la sincronizzazione di informazioni, come appuntamenti in agenda ed e-mail, tra telefoni mobili e computer.

Lo Smartphone consente inoltre la visualizzazione di file di vari formati (Word, Excel, PowerPoint, PDF, JPG, GIF, PNG) e dispone di vivavoce integrato e suonerie polifoniche a 40 voci.

Il prezzo previsto dello Smartphone è di 298 euro, stando a quanto dichiarato da Adrian Steinmann, direttore marketing e vendite di ImCoSys e sarà disponibile per la vendita dal sito ImCoSys e dai rivenditori.

Dario Bonacina
TAG: 
4 Commenti alla Notizia ImCoSys, il Linux Smartphone svizzero
Ordina