NMEN svela un super DVD da 50 GB

Niente tecnologia a laser blu sui nuovi supporti ottici di NMEN. Il produttore britannico punta su un formato del tutto simile al DVD che sfrutta il tradizionale laser rosso per scrivere fino a 50 GB di dati

Hannover - Nel settore dell'archiviazione ottica i DVD a laser blu sono una grande promessa, ma inizialmente saranno molto costosi. La britannica New Medium Enterprises (NMEN) spera di far leva su questo fattore per spingere sul mercato un nuovo formato ottico proprietario che, sfruttando la tradizionale e più economica tecnologia a laser rosso, sarà in grado di offrire capacità di archiviazione equivalenti a quelle di HD DVD e Blu-ray ad una frazione del loro costo.

Il nuovo disco ottico è stato battezzato Versatile Multilayer Disc (VMD) e, come dice il nome, sfrutta la tecnologia multilayer per stipare su di un solo supporto a singola faccia fino a 50 GB di dati. Purtroppo, benché basato sulla stessa tecnologia degli odierni DVD, i dischi VMD potranno essere letti e scritti solo con appositi drive. Il vantaggio, secondo NMEN, è che tali unità costeranno intorno ai 150 dollari, mentre i primi player Blu-ray e HD DVD dovrebbero costare intorno ai 500 euro.

NMEN sostiene di aver affinato la tecnologia multilayer già utilizzata oggi sui DVD±R DL in modo che su di un unico supporto sia possibile incidere fino a 10 layer sovrapposti.
L'azienda inglese ha mostrato un prototipo di drive VMD presso il CeBIT, annunciando che il lancio del nuovo formato avverrà durante il terzo trimestre dell'anno.

NMEN afferma di non ambire a scontrarsi direttamente con gli standard HD DVD e Blu-ray, appoggiati da alcuni tra i massimi colossi del settore hi-tech. Inizialmente la società lancerà i propri supporti sui mercati in via di sviluppo, come i paesi dell'Europa orientale, la Russia, l'India e la Cina. In questi paesi NMEN è già riuscita a stipulare alcune importanti partnership che potrebbero spianarle la strada verso il settore delle aziende e delle pubblica amministrazione. Se le cose dovessero andarle bene, la società potrebbe decidere di espandere il proprio business anche sui mercati più ricchi.
TAG: storage
34 Commenti alla Notizia NMEN svela un super DVD da 50 GB
Ordina

  • sta robba dovrebbe stare in una custodia rigida ...
    e avere un formato di treppolliciemmezzo
    come i floppi da 1.44
    con una capienza di 25 Giga
    sarebbe una vera rivoluzione ....
    non+autenticato
  • Effettivamente... A bocca aperta mitici zip li rivoglio Occhiolino
    non+autenticato
  • Con il dvd si è vista la confusione, dvd+ dvd- dvdram dvd dl ma almeno erano tutti un unico supporto. Fate un unico supporto decente, compatibile per tutti i lettori.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Con il dvd si è vista la confusione, dvd+ dvd-
    > dvdram dvd dl ma almeno erano tutti un unico
    > supporto. Fate un unico supporto decente,
    > compatibile per tutti i lettori.

    Tanto il Blu Ray sarà lo standard de facto.
    non+autenticato
  • per quanto ho letto non vedo i problemi di delicatezza che voi dite, tanto quanto i bluray e hd.dvd , questa è sicuramente una soluzione ottimale e andrebbe premiata, la verità è che ormai è impossibile bloccare le grandi società che se vedessero questo formato un rischio farebbero in fretta a mangiarsela... cmq ci sono altri dati molto interessanti su un articolo che ho trovato spero che sia consentito mettere link :

    http://www.doxit.net/blog/?p=65

    ps:Nel caso non si potesse pregerei il moderatore di eliminarlo e mi scuso dei problemi creati.. non ho voglia di rileggere il regolamento ^^ , graze ciao

    ps2: impossibile dire che avere HDTV a 150 euro invece che a 500 è una cosa sbagliata....
  • 10 layer sono ottimali...
    non+autenticato
  • Io mi chiedo (seriamente) se a capo di queste aziende non ci sia gente che fa il manager solo come secondo lavoro, mentre la loro attività principale e la loro vera passione è il CABARET!

    Facciamo una lista veloce: VCD, SVCD, DVD, AVD/EVD, HD-DVD, Blu Ray ed adesso FVD??

    Per ognuno di questi ci sono le ripettive varianti di standard e formati: XVCD, XSVCD, CVD, DVD+R/RW, DVD-R/RW, DVD Dual Layer, DVD-RAM, ecc...

    Inoltre ci sono XCD (http://xcd.sourceforge.net/) e RatDVD (http://www.ratdvd.dk/).

    Ed il Mini-CD di Sony??

    Che senso hanno tutte queste varianti?? Ognuno che proclama "E' meglio il MIOOOO!!! Gli altri fanno SCHIFOOO!!!" neanche fossero dei politici in campagna elettorale...

    Ed il consumatore?? Sempre più spaesato, sempre più ignorato; l'unica cosa del consumatore che interessa a queste aziende è la sua capacità di spesa e, ultimamente, di indebitamento.
    non+autenticato
  • Già che hai messo il ratDVD nella tua lista si capisce tutto riguardo l'autorevolezza delle tue dichiarazioni!! Ben venga se questo nuovo formato (che non è uno standard, visto che hai mischiato patate con cipolle) farà abbassare il prezzo del Bluray....si chiama concorrenza, e in tecnologia non c'è niente di + salutare! DOPO, ma solo DOPO nasce lo standard...
    non+autenticato
  • Premesso che non sono un fan del Blu-Ray (= DRM), il laser blu è necessario per i grandi formati perchè, emettendo luce a frequenza più alta, permette di leggere e scrivere a velocità più elevate... il laser rosso è ok per scrivere e leggere un dvd da 4,7 o 8Gb... ma leggere e scrivere 50Gb alla stessa velocità non è certo una passeggiata di salute, e quindi i 150 euro per comprarsi un nuovo drive, secondo me, non sono giustificabili.
    Un secondo grosso limite di questa tecnologia sono i 10 strati sui quali si va a scrivere, secondo me, questo rende il supporto MOLTO delicato... una "macchia" su uno degli strati intermedi fotterebbe irremediabilmente i dati scritti su tutti gli strati che vengono dopo quello danneggiato.
    non+autenticato
  • Be', ridurre di 6 volte lo spazio necessario ad archiviare tutti i miei file mi fa ottenere risparmi che vanno ben oltre i 150 euro (metri quadri in meno; cartelline, contenitori, etc).

    Per la 'delicatezza', e' un po' come per il passaggio da cd a dvd: se si danneggia un cd perdo sui 700M, se mi si rompe un dvd perdo sui 5G. Se mi si rompera' quello, perdero' 50G, stara' a me giudicare se e' il caso di avere piu' copie dello stesso supporto, per gestire questi casi di avaria.

    Quello che mi preoccupa e' la compatibilita': ora come ora, coi DVD, se ne fai uno con un masterizzatore, non sei cosi' tranquillo di leggerlo con altri, addirittura dato un supporto, alcuni masterizzatori lo scrivono, altri non lo vedono proprio, e altri ancora danno errore mentre scrivono. E' ancora una jungla adesso coi DVD, figuriamoci con le cose nuove che devono ancora uscire!!!

    Personalmente resto alla finestra e quando ci sara' qualcosa di stabile e definito e dove il supporto non mi costa 20 volte tanto per scriverci 10 volte di piu' (dual layer: costa il quadruplo! costasse 1,5 volte il dvd single layer, magari ci penso su lol) allora faro' il passaggio.

    Andrea
    non+autenticato
  • sry sbagliato

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/03/2006 15.09.09
  • il laser blu è più sottile, quindi si possono far stare più dati, per il resto la penso come te, 50 gigabyte con laser rosso ma multistrato non servono a nessuno perchè non danno sicurezza, e si perde il potenziale mercato dei dispositivi di backup per pc
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)