E' un Ming. Ma è americano

Si chiama come la dinastia cinese il nuovo Motorola dotato di sistema operativo Linux

Roma - Prendendo in prestito il nome di una famosa dinastia cinese, Motorola presenta (non a caso) sul mercato asiatico il nuovo Ming, cellulare già intravisto in rete con il nome di A1200.

Il clamshell Ming si presenta come uno smartphone dal design moderno e leggero (95 grammi il suo peso), con guscio semitrasparente antigraffio, dotato di sistema operativo Linux che "gira" su un processore Intel PXA270.

Il nuovo apparecchioTerminale Triband GSM/GPRS/EDGE, ha un display touchscreen QVGA da 2,4 pollici a 262mila colori, fotocamera da 2 megapixel, scanner per biglietti da visita, 8 MB di memoria interna, espandibile fino a 512 MB grazie allo slot per T-Flash card, connettività Bluetooth, RealPlayer, supporto SMS/EMS/MMS/E-mail (POP3 e IMAP4) e documenti Office.
Quando doveva chiamarsi A1200 (dicembre 2005/gennaio 2006) si vociferava un'immediata disponibilità sul mercato asiatico e l'arrivo in Europa in febbraio marzo. Attualmente il debutto è avvenuto solo in Oriente, chissà se lo vedremo anche da noi.

D.B.