TIM multata su richiesta di un consumatore

L'Antitrust ha agito su segnalazione di un residente di Milano che aveva notato alcuni cartelloni a suo dire.. ingannevoli. Il Garante l'ha pensata allo stesso modo. Multa aggravata per recidiva

Roma - 60.100 euro è l'importo della multa comminata a TIM per l'ingannevolezza del messaggio pubblicitario relativo alla promozione "-50 euro - Entra in TIM. Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 euro". La delibera, come sempre in questi casi, è dell'Antitrust, che dimostra in queste ultime settimane un dinamismo notevole sul fronte del controllo delle pubblicità ingannevoli nel settore telefonico.

Come si legge nel bollettino pubblicato ieri dall'Authority, l'esposto, in questo caso, non è stato inoltrato da un operatore concorrente o da un'associazione di difesa dei consumatori: la richiesta di intervento è stata effettuata da un solo consumatore, attirato dalla presunta ingannevolezza del messaggio sopra citato, stampato su un cartellone pubblicitario affisso in una via di Milano.

L'ingannevolezza è stata rimarcata per quel "-50 euro", che per l'Authority poteva indurre i consumatori a ritenere che tale sconto fosse ottenibile da tutti e tre i telefoni raffigurati (modelli Nokia, Motorola e Nec), mentre in realtà era ottenibile solamente sul Samsung SGHZ107 (non raffigurato nel messaggio pubblicitario) e sul Motorola V3x (effettivamente il più costoso, mentre per gli altri cellulari lo sconto ottenibile era di 20 euro).
Inoltre, riferisce l'Authority, la richiesta di intervento sottolineava l'ingannevolezza anche dell'indicazione sottostante: "Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 ?", in quanto il messaggio non precisava che si trattava di una tariffa al minuto valida solo per le chiamate verso la rete TIM, né spiegava l'esistenza dello scatto alla risposta (pari a 15 centesimi) o del limite di 2mila minuti e messaggi complessivi. "Né a tal proposito - conclude l'introduzione della delibera - possono essere considerate adeguate le scritte, riportate in caratteri estremamente ridotti e di fatto illeggibili, nella parte bassa del tabellone".

L'Autorità, tra le informazioni chieste a TIM, ha rilevato che "gli aderenti alla promozione sono stati circa 550.000. Di questi, circa 430.000 hanno attivato la TIM Card, mentre i restanti 120.000 circa hanno sostenuto la spesa di 30 euro in quanto non hanno attivato una nuova TIM Card, ma hanno unicamente acquistato la carta servizi perché interessati alle agevolazioni tariffarie in essa contenute; il numero di telefonini complessivamente venduti con lo sconto promozionale sono 232.000, di cui 12.300 con lo sconto massimo di 50 euro (Motorola V3 e Samsung SGH-Z107 UMTS) e i restanti 219.700 con lo sconto di 20 euro.

A TIM l'Antitrust ha contestato l'ingannevolezza del messaggio, soprattutto non trovando veritiera l'osservazione dell'operatore secondo cui "il cartellone pubblicitario è stato strutturato in modo da garantire una corretta, veritiera ed esauriente informazione su tutti i termini di fruizione dell'offerta". Oltre a ciò, ha tenuto conto del fatto che l'operatore pubblicitario rappresentava "uno dei principali operatori del settore della telefonia mobile" e che un messaggio affissionale presente su scala nazionale ed in maniera capillare in molte città può rappresentare "uno strumento di elevata capacità di penetrazione presso i consumatori".

La valutazione della sanzione, circoscritta alla fattispecie esaminata, era stata determinata in 40.100 euro. Ma l'Antitrust, avendo considerato il carattere "recidivo" dell'operatore pubblicitario e di TIM (già multata per l'offerta 1xtutti), ha ritenuto di comminare a TIM una sanzione pari a 60.100 euro.

Dario Bonacina
TAG: tim
48 Commenti alla Notizia TIM multata su richiesta di un consumatore
Ordina
  • Ok, siete tutti noglobal, ma almeno uno, dico uno, col cervello inserito ci dovra' essere.
    Popolo di grossi coli: HANNO DATO DUE SMS DI MULTA AD UN OPERATORE PER PUBBLICITA' INGANNEVOLE.
    Ce ne sara' uno, dico UNO, oltre a me che si sentira' preso leggermente per il culo.
    Se ci siete, battete un colpo, date un segno, provate a pensare che l'autore della campagna ci sta leggendo. Sta godendo come un riccio, ha avuto ragione lui e con i capi ci sta facendo una bella figura. Aveva ragione lui, la maggioranza sono grossi coli e la multa sono solo un paio di sms a testa. Ha battuto gli scettici, ha dimostrato il teorema. L'hanno gia' fatto con le sigarette, in F1 pagavi la multa in anticipo per la pubblicita' vietata gia' dagli anni '90. Un milione o poco piu' e via.
    Allora, chi e' il prossimo ?


    Osso di Seppia (incazzatissimo)


    non+autenticato
  • ... non è del tutto corretta.

    Lo spot pubblicitario di 3 che si vede in questi giorni dice che "praticamente si telefona gratis" perchè la tariffa per le chiamate è 10 cent al minuto e si viene ricaricati di 10 al minuto quando si ricevono chiamate.

    In realtà se si considera lo scatto alla risposta (15 cent) e il fatto che il consumo viene addebitato in anticipo e la ricarica solo sul minuto completo, c'è un differenziale, a parità di durata, di 25 centesimi tra ogni chiamata fatta e ricevuta.

    Per tutte le chiamate effettuate inferiori al minuto si pagano 25 cent.
    Per tutte le chiamate ricevute inferiori al minuto si viene ricaricati di 0 cent.

    Per una chiamata effettuata di durata tra 5 e 6 minuti si pagano 75 cent.
    Per una chiamata ricevuta della stessa durata si viene ricaricati di 50 cent.

    ecc. ecc.

    Aggiungiamo poi che le chiamate ricevute da clienti 3 non danno diritto a ricarica.

    Non è ingannevole dire che si chiama gratis?
    non+autenticato
  • Se avete subito un torto da una società di telecomunicazioni e volete fargli causa Vi consiglio:

    http://www.newlaw.it/telecomunicazioni_new_contezi...

    troverete tutte le informazioni.

    Francesco
    non+autenticato
  • Gia che c'e' il garante dovrebbe dare pure un'occhiata a tutte quelle pubblicita' "per sempre":

    telefona gratis PER SEMPRE a tua nonna....
    un solo scatto per le telefonate nazionali PER SEMPRE .... ecc ecc.

    siccome e' materialmente impossibile che io telefoni a mia nonna tra un milione d'anni, e' impossibile promettere qualcosa PER SEMPRE (come sanno tutti gli innamorati). Sarebbe ora che la frase "PER SEMPRE" fosse proibita in pubblicita'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Gia che c'e' il garante dovrebbe dare pure
    > un'occhiata a tutte quelle pubblicita' "per
    > sempre":
    >
    > telefona gratis PER SEMPRE a tua nonna....
    > un solo scatto per le telefonate nazionali PER
    > SEMPRE .... ecc ecc.
    >
    > siccome e' materialmente impossibile che io
    > telefoni a mia nonna tra un milione d'anni, e'
    > impossibile promettere qualcosa PER SEMPRE (come
    > sanno tutti gli innamorati). Sarebbe ora che la
    > frase "PER SEMPRE" fosse proibita in pubblicita'.

    Il problema della pubblicità (IMHO irrisolvibile..) è che se dicesse il vero, nessuno comprerebbe più il prodotto....A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
  • - Scritto da: Rex1997
    > Il problema della pubblicità (IMHO
    > irrisolvibile..) è che se dicesse il vero,
    > nessuno comprerebbe più il prodotto....A bocca aperta A bocca aperta
    >A bocca aperta


    Non è del tutto vero... ci sono prodotti di qualità che fanno quello che dicono senza promettere miracoli.
    E' vero che in certi campi la pubblicità cerca di dare sempre quel "valore aggiunto" dato dal "mito", dal "trendy", dal "cool"... il tutto gelidamente studiato a tavolino dallo staff del marketing.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > siccome e' materialmente impossibile che io
    > telefoni a mia nonna tra un milione d'anni, e'
    > impossibile promettere qualcosa PER SEMPRE (come
    > sanno tutti gli innamorati). Sarebbe ora che la
    > frase "PER SEMPRE" fosse proibita in pubblicita'.

    Be', un diamante è davvero "per sempre".
    non+autenticato
  • >> Sarebbe ora che la
    >> frase "PER SEMPRE" fosse proibita in
    >> pubblicita'.
    > Be', un diamante è davvero "per sempre".
    Tecnicamente dopo un tot di anni decade ritornando carbone... A bocca aperta ok sono ot mi cospargo di cenere da solo. Imbarazzato pero' sono parzialmente d'accordo. A Mi Manda Raitre fini' wind perche' una loro promozione "per sempre" andava con il minutaggio sempre piu' ridotto. Si deve porre la locuzione "per sempre" a tutte le condizioni. Parli gratis fino a 1000 minuti al mese per sempre tuttalpiu' deve significare SEMPRE 1000 MINUTI/MESE...

  • >
    > telefona gratis PER SEMPRE a tua nonna....
    > un solo scatto per le telefonate nazionali PER
    > SEMPRE .... ecc ecc.

    Glossario delle offerte commerciali dei gestori di telefonia:

    "Gratis" = dopo che hai pagato un forfait mensile, non devi pagare piu' niente per un dato servizio

    "Per sempre" = finche' continui a pagare o finche' il gestore decide che l'offerta non e' piu' valida
    Funz
    12980
  • Mi ammazo dalle risate. Appena 60mila euro di multa alla TIM a fronte di 550000 adesioni, e piu' di 200000 telefonini venduti "ingannevolmente". ROTFL! Mi domando quanti minuti impiega la TIM a guadagnare quei soldi incassati a seguito di questa iniziativa...

    --
    Ciao,
    Speck
  • Gli bastano poche ore.
    Quello che guadagnano con 500 mila SMS (o "scatti alla risposta") è più che sufficiente a ricoprire il costo della multa.
    non+autenticato
  • Secondo me, invece, non bisogna essere così pessimisti. E' vero, probabilmente l'importo della multa è davvero irrisorio, ma c'è da sottolineare 2 cose:

    1. per la prima volta la segnalazione è partita da un consumatore e quindi potrebbe stare a significare che sta aumentando la sensibilità degli utenti stessi (forse perchè rimasti "scottati" in passato);

    2. l'Agcom ha aumentato la multa del 49,87% perchè la TIM è risultata recidiva. Se ad ogni nuova pubblicità ingannevole si applicassero questi tassi di crescita, allora sì che le multe inizierebbero a diventare significative.

    Saluti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Secondo me, invece, non bisogna essere così
    > pessimisti. E' vero, probabilmente l'importo
    > della multa è davvero irrisorio, ma c'è da
    > sottolineare 2 cose:
    >
    > 1. per la prima volta la segnalazione è partita
    > da un consumatore e quindi potrebbe stare a
    > significare che sta aumentando la sensibilità
    > degli utenti stessi (forse perchè rimasti
    > "scottati" in passato);
    >
    > 2. l'Agcom ha aumentato la multa del 49,87%
    > perchè la TIM è risultata recidiva. Se ad ogni
    > nuova pubblicità ingannevole si applicassero
    > questi tassi di crescita, allora sì che le multe
    > inizierebbero a diventare significative.
    >
    > Saluti.

    se invece al primo sgarro iniziassero a dare 600.000? di multa e di volta in volta raddoppiarli sarebbe anche megio
    non+autenticato
  • Ad occhio il guagagno di 10 centesimi di secondo di traffico nazionale, come se a me dessero 15 lire di multa....
    non+autenticato
  • ma qualuno puo' dire al quel celebroleso dell'antitrust che TIM non vive con la pensione minima sociale e che 60.000 euro sono una quisquiglia ???

    si può condannare l'antitrust per stupidità recidiva, visto che a fronte di campagne a livello nazionale (Tim, Vodafone ...) muta sempre con cifre simili ??
    non+autenticato
  • comicio a pensare che la multa è troppo inferiore ai guadagni di una pubblicità ingannevole


    La tim non sarebbe la prima a prendersi multe irrisorie a confronto dei guadagni

    Ma fate un danno tipo ... per un mese non puoi fare pubblicità vuoi vedere come abbassano le penne!!!!

    Ci vuole cosi poco...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)