MS offre supporto tecnico ai rivali

Per dimostrare alla Commissione Europea di volersi adeguare alle richieste antitrust, il big di Redmond accelera nuovamente: dopo documentazione e codice sorgente offre anche il know how dei propri tecnici

Bruxelles - Un nuovo piccolo colpo di scena nella telenovela dell'antitrust europeo è arrivato ieri da Microsoft: la società di Bill Gates ha infatti annunciato l'intenzione di sostenere direttamente, con il proprio servizio di assistenza, i rivali che volessero realizzare middleware per Windows.

Si tratta di un annuncio dal forte sapore strategico. Microsoft viene infatti da settimane bollenti sul fronte comunitario dopoché la Commissione Europea ha fatto sapere che, a suo dire, né l'apertura dei codici sorgenti dei protocolli per l'interoperabilità con Windows né la documentazione tecnica presentata dal big di Redmond sono considerati sufficienti. Una dichiarazione che avvicina notevolmente la possibilità che le autorità comunitarie impongano una sanzione giornaliera alla società statunitense.

In una nota, Microsoft spiega che a quelle società che chiederanno una licenza per accedere a tutto il materiale di supporto per sviluppare software concorrenti da far girare su Windows, in particolare quelli multimediali, la softwarehouse fornirà "supporto tecnico illimitato". Inoltre "espanderà il programma offrendo assistenza on-site ai licenziatari".
Con questa operazione Microsoft cerca di mettersi al riparo in vista dell'udienza stabilita per la prossima settimana, in cui dovrà sostenere dinanzi alla Commissione la bontà delle azioni svolte per adempiere alle richieste dell'antitrust comunitario. Come noto, questo ha imposto all'azienda di sviluppare una versione di Windows priva del Media Player, di pagare 497 milioni di euro di multa per abuso di posizione dominante e, appunto, di fornire ai rivali tutte le informazioni necessarie per competere con gli applicativi che l'azienda propone agli utenti Windows.

Microsoft ha anche sottolineato che sta lavorando con l'ente di garanzia nominato dalla Commissione e che ha già preparato una lista dei nodi da chiarire all'interno della documentazione.

Da parte sua, la Commissione ancora una volta sembra pronta a dichiararsi insoddisfatta. Il portavoce dell'Esecutivo europeo, Jonathan Todd, ha infatti spiegato che la proposta di Microsoft è costruttiva, che andrà analizzata ma che "comunque, il supporto tecnico è utile soltanto quando la documentazione abbia raggiunto un certo standard di qualità... La posizione preliminare della COmmissione è che la documentazione ancora non soddisfi i requisiti della decisione (dell'antitrust, ndr.)".
TAG: microsoft
11 Commenti alla Notizia MS offre supporto tecnico ai rivali
Ordina
  • Se utilizzi tecnologia M$ devi pagare la concessione di sfruttamento dei brevetti M$ e' solo un modo nuovo per fare i soldi.
    non+autenticato
  • Siamo talmenti poveri in Europa che la commissione non interessa niente di Microsoft e di tutto quello che gira attorno è palese che l'Europa vuole SOLO i soldi... siamo messi davvero male.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Siamo talmenti poveri in Europa che la
    > commissione non interessa niente di Microsoft e
    > di tutto quello che gira attorno è palese che
    > l'Europa vuole SOLO i soldi... siamo messi
    > davvero male.
    Ma no, dai, non ti abbattere.
    Vedrai che settimana prossima gli da le specifiche complete delle interfaccie, a pagamento come per le specifiche ISO, ma senza costi di licenza per utilizzarle e faranno pace. Occhiolino   Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > specifiche complete delle interfaccie,
    > a pagamento come per le specifiche ISO,
    > ma senza costi di licenza per utilizzarle

    Sicuro! Anzi, lo farà domani. Sorride
    Specifiche delle interfaccie libere significa niente posizione dominante e campo aperto alla concorrenza.
    Credo che per Microsoft valgano ben più di 492Milioni di Euro.

    O gliele estorcono o di sua sponte non le darà mai.
    non+autenticato
  • >o di sua sponte

    di sua sponte no sicuro, in quanto certi vocaboli
    manzoniani non li conoscono, pero' tra i 490
    milioni di multa, piu i 2,4 al giorno dal 15 dicembre
    si inizia a parlare di soldini...
    non+autenticato
  • Quindi billo, invece di fornire materiale sufficiente
    per dare la possibilita' a TUTTI di poter comptetere
    in termini di lealta' e trasparenza, propone l'acquisto
    di licenze e servizi !!!

    E' pazzesco !!! Non solo vuole conservare la posizione
    dominante e la possibilita' di competere slealmente
    con le aziende europee, ma vorrebbe anche piazzare
    altro pentolame !!!

    FATELO PAGARE 3 MILIONI DI EURO AL GIORNO
    A PARTIRE DA META' DICEMBRE SCORSO !!
    POI FINANZIATE PROGETTI APERTI SU SISTEMI
    APERTI CON IL RICAVATO IN MODO DA DARE
    LAVORO ALLE AZIENDE EUROPEE INVECE DI
    FARE ASSISTENZA SOCIALE A BALLMER !!

    Ormai a questi ceffi sputerebbero in faccia tutti.
    non+autenticato
  • > Quindi billo, invece di fornire materiale
    > sufficiente
    > per dare la possibilita' a TUTTI di poter
    > comptetere
    > in termini di lealta' e trasparenza, propone
    > l'acquisto
    > di licenze e servizi !!!

    Guardate che nel mondo non informatico è normale pagare tutto.
    Ad esempio, se voglio le normative UNI le compro, non è che me le danno gratis.
    E anche le normative interne alle aziende sono in vendita e non fornite: per costruire un cruscotto SAAB (gruppo GM) le normative di riferimento interne al gruppo non sono state fornite da SAAB all'azienda costruttrice del cruscotto, ma vendute.

  • - Scritto da: matcion
    > > Quindi billo, invece di fornire materiale
    > > sufficiente
    > > per dare la possibilita' a TUTTI di poter
    > > comptetere
    > > in termini di lealta' e trasparenza, propone
    > > l'acquisto
    > > di licenze e servizi !!!
    >
    > Guardate che nel mondo non informatico è normale
    > pagare tutto.
    > Ad esempio, se voglio le normative UNI le compro,
    > non è che me le danno gratis.
    > E anche le normative interne alle aziende sono in
    > vendita e non fornite: per costruire un cruscotto
    > SAAB (gruppo GM) le normative di riferimento
    > interne al gruppo non sono state fornite da SAAB
    > all'azienda costruttrice del cruscotto, ma
    > vendute.

    Anche nel mondo informatico... Gli standard IEEE si pagano ad esempio, a cominiciare dai documenti POSIX. Il punto non e' pagare le specifiche, ma averle disponibili e in forma convenzionale... E' qui che casca l'asino, perche' MS fa finta che non ha specifiche e documentazione degli internals.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > FARE ASSISTENZA SOCIALE A BALLMER !!
    >

    Ballmer mica ripara le sedie?
    non+autenticato
  • Altro che supporto tecnico... Mi sa che il DRAGA sarà costretto anche a oliare e finanziare i rivali per farli stare buoni...

    Ormai tutti sono contro il DRAGA, persino i PRETORIANI si stanno licenziando progressivamente...
    non+autenticato
  • questo è il contentino.
    spero sinceramente che non serva a mettere da parte il problema.
    non+autenticato