Galera per i virus writer dello spionaggio

Arriva la prima condanna per la celebre coppia che, arrestata nel Regno Unito, si ritiene abbia venduto al miglior offerente trojan utilizzati per lo spionaggio industriale

Gerusalemme - La loro complicata storia personale e giudiziaria è arrivata ad un punto fermo: un tribunale israeliano ha infatti condannato una celebre coppia di virus writer, marito e moglie, a due e quattro anni di reclusione ciascuno.

Si chiude così un caso che ha suscitato enorme attenzione e che ha visto i due, Ruth e Michael Haephrati, al centro di una brutta e complessa storia di spionaggio industriale condotta proprio a colpi di malware, trojan nello specifico.

Secondo il tribunale israeliano che ha giudicato i due, di recente estradati dal Regno Unito dove erano stati arrestati, la "mente" della loro attività era appunto Ruth, mentre Michael è stato incriminato e condannato in qualità di complice.
In realtà, spiegano alcuni media israeliani, Ruth avrebbe voluto vendere il software realizzato dal marito alla Difesa israeliana: non essendo riuscita nell'intento si sarebbe così rivolta a società private, pronte a sfruttarlo per finalità illegali.

Il magistrato che ha decretato la condanna, oltre alla detenzione ha previsto nella sua sentenza una compensazione per le società colpite dal "trojan spionistico" pari a circa 380mila euro.
TAG: sicurezza
5 Commenti alla Notizia Galera per i virus writer dello spionaggio
Ordina