Italia, sciopero degli utenti TLC

Contro le politiche delle aziende di telefonia, ritenute vessatorie nei confronti degli utenti, l'Unione Nazionale Consumatori indice uno sciopero. In quanti aderiranno?

Roma - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa con cui l'Unione Nazionale Consumatori rende noto di aver indetto uno sciopero degli utenti di telefonia per mercoledì 5 aprile 2006.

"E' ora di dire basta alla prepotenza dei gestori telefonici.
E' ora che gli utenti telefonici difendano con forza i propri diritti ed obblighino le società telefoniche a rispettarli: per questo è proclamato lo sciopero degli utenti per il prossimo mercoledì 5 aprile 2006.

Per tutta la giornata gli utenti limiteranno l'uso del telefono fisso e di quello mobile alle sole chiamate indispensabili. Sarà un segnale forte per il management dei gestori telefonici, che è interessato solo al profitto e non ai diritti dei consumatori. Solo nel 2005 i gestori telefonici hanno incassato circa 250 milioni di euro per servizi attivati all'insaputa degli utenti, tanto che l'Authority per le comunicazioni ha avviato un'indagine che auspichiamo si concluda presto con sanzioni esemplari.
Lo sciopero vuole essere un richiamo forte alla legalità nel mercato della telefonia, affinché l'ex monopolista Telecom Italia, la cui condanna per abuso di posizione dominante è stata confermata recentemente dal Consiglio di Stato con una multa di 115 milioni di euro, e tutti gli altri gestori recepiscano le legittime richieste dei consumatori."
TAG: 
19 Commenti alla Notizia Italia, sciopero degli utenti TLC
Ordina
  • Scrivo perché i cittadini siano avvisati dell'ennesimo colpo basso di Telecom Italia.

    Dal 1 aprile, per chi ha 'Teleconomy quando vuoi', le telefonate fatte verso telefoni di altri gestori non saranno più gratis.

    Si preannunciano salate bollette a sorpresa!

    Mi sono accorto della novità per caso, leggendo tra i dettagli del sito Telecom, rivolto ai futuri sottoscrittori dell'offerta. Ma le condizioni cambiano per tutti, anche per chi ha già sottoscritto il servizio, come confermato dall'operatore 187 con cui ho parlato oggi. Su mia richiesta, l'operatore ha anche precisato che non esiste alcun modo per sapere se il numero che ci si accinge a chiamare appartiene o meno alla rete Telecom.

    Telecom si avvia a modificare il contratto in gran segreto senza aver inviato alcuna comunicazione ufficiale ai clienti.

    Occorre inviare un reclamo a questa inutile Authority per le telecomunicazioni che non è capace di tutelare proprio nessuno.
    Più in generale, occorre lottare perché sia negata alle aziende questa assurda facoltà di cambiare le regole in gioco unilateralmente e in qualsiasi momento.

    E comunque, potete cessare il vostro servizio immediatamente.
    non+autenticato
  • Penso che aderirò, però:

    - l'Authority per le comunicazioni non ha mai tutelato niente e nessuno, è bene dirlo a chiare lettere.

    - Le associazioni dei consumatori conducono sulle nostre spalle delle presonali prove di forza. Quando l'antitrust commina le sanzioni, se le dividono tra di loro (avete visto voi i soldi delle assicurazioni auto?)

    L'unico modo di lottare è piegare le aziende economicamente, facendosi pagare ogni nefandezza, se necessario anche in tribunale.

    Invece le associazioni di consumatori concordano soluzioni di conciliazione, che altro non sono che un ulteriore livello tra l'abuso dell'azienda e il risarcimento del danno subito. Un livello in cui il consumatore DEVE appoggiarsi alle associazioni, per vedere risolto solo il suo personale caso, senza creare alcun precedente giuridico.

    Una buona associazione dei consumatori è quella che ti porta in tribunale e ti fa vincere davanti a un giudice facendosi pagare le spese legali.

    Le altre si ricavano solo una propria posizione di mercato.

    Attenti ai corporativismi!
    non+autenticato
  • Ma non siamo ridicoli

    Sciopero degli utenti di telefonia, in Italia???????

    Ok, forse (ma solo forse) una misera percentuale di utenti farà qualche chiamata in meno. Sai che importa alla telecom di turno? Meno di zero

    Non sono gli utenti a dover fare qualcosa, ma chi ci governa. Mi pare che gli utenti abbiano già espresso sufficiente malcontento, ora è compito del futuro governo accogliere le proteste e mazzulare gli operatori riportandoli a livelli di costo e qualità europei.

    Ma in realtà lo sappiamo: non faranno niente, come al solito, qualsiasi schieramento sia.

  • - Scritto da: localhost
    > Ma non siamo ridicoli
    >

    $ ping localhost
    PING localhost.localdomain (127.0.0.1): 56 data bytes
    ping: sendto: No route to host
    non+autenticato
  • Che senso ha colpire indiscriminatamente tutti i gestori?

    Questa fantomatica associazione di consumatori ha escogitato un modo per farsi un po' di pubblicità a buon mercato, tutto qui.

    Quello che in Italia manca è una vera cultura del mercato, della competizione: il sentirsi, come consumatore, investito di un "diritto di voto" con il quale penalizzare chi agisce male e promuovere le aziende virtuose.

    Ma vomitare un po' di demagogia è più facile, paga sempre e, soprattutto, è gratis.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che senso ha colpire indiscriminatamente tutti i
    > gestori?

    Perchè sono tutti ugualmente ladri.

    > Questa fantomatica associazione di consumatori ha
    > escogitato un modo per farsi un po' di pubblicità
    > a buon mercato, tutto qui.

    Secondo me invece potrebbe servire almeno a riflettere sul problema

    > Quello che in Italia manca è una vera cultura del
    > mercato, della competizione: il sentirsi, come
    > consumatore, investito di un "diritto di voto"
    > con il quale penalizzare chi agisce male e
    > promuovere le aziende virtuose.

    Tra i 4 gestori italiani non ci sono aziende virtuose, non si fanno concorrenza sui prezzi (vedi costo SMS)
    non+autenticato
  • Uso minimale del cellulare, un sms al posto di una telefonata potenzialmente tediosa e costosa, uso estensivo di email e skype.

    Bye bye gestori ingordi !
    Le mercedes e bmw dei dirigenti pagatele con i soldi di qualcun altro.
    A bocca aperta

  • Bah, la mercedes se la pagano col canone che è la voce di spesa maggiore (almeno per me..)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)