10 anni per le foto. Ma può navigare

Il caso di un cittadino americano condannato per aver archiviato più di mille fotografie di pedopornografia. E che ora può tornare ad accedere al computer. In teoria

Washington (USA) - Un uomo condannato a 10 anni e un mese di reclusione passerà questo periodo effettivamente dietro le sbarre e questo perché sul suo computer e su alcuni Cd-ROM nella sua abitazione sono state trovate più di mille fotografie pedopornografiche. Ma ora un giudice ha stabilito che a Gregory Sofsky non si può anche impedire di accedere alla rete.

Sebbene non sia chiaro a quali condizioni Sofsky possa accedere ad internet dalla prigione, il suo caso ha destato l'attenzione dei media, anche perché la pesante pena è stata inflitta all'uomo sebbene questi non sia stato riconosciuto colpevole di aver mai prodotto immagini di quel genere ma di esserne, per così dire, "semplice fruitore".

Sofsky aveva richiesto al giudice anche una revisione della condanna al carcere, revisione che non c'è stata, ma è significativo che il magistrato abbia affermato come "data la natura dei suoi reati, riteniamo che la condizione (di non accesso ad internet, ndr) sia un ingiustificato ulteriore peso sulla libertà già ristretta di Sofsky".
Il giudice ritiene che se qualcuno viene arrestato per aver commesso dei crimini telefonici la sentenza con cui viene condannato non può prevedere anche l'impossibilità di accedere al telefono, e questo perché l'uso del telefono è considerato "centrale" persino nell'esercizio dei suoi diritti. Una tesi che ora il magistrato americano ha deciso di estendere anche ad internet.
35 Commenti alla Notizia 10 anni per le foto. Ma può navigare
Ordina
  • Appurato che tutti i navigatori prima o poi vengono a contatto con materiale che può essere considerato illegale, bisognerebbe capire con più precisione cosa è lecito e cosa non lo è. Forse tutte queste discussioni, peraltro molto controverse, derivano anche dal fatto che non si capisce cosa effettivamente significhi pedopornografia. Purtroppo le leggi non aiutano a fare chiarezza, anzi...probabilmente nella speranza di reprimere il più possibile il fenomeno rimangono molto vaghe, al punto che potrebbero teoricamente colpire chiunque visita un sito a luci rosse.
    Concordo sul fatto che su certo materiale non possano esservi dubbi, e che il possesso vada punito, ma l'industria del porno fa a gara nell'offrire soggetti particolarmente giovani. Chi può dirmi se quello che sto vedendo è legale o no. Penso che si stia arrivando al paradosso di punire il possesso di immagini sul PC che magari si possono vedere "dal vivo" in una spiaggia o in un campeggio...Vi posso assicurare che ho visto ragazze senza ombra di dubbio minorenni andare in giro in spiaggia mezzo nude. Se io possedessi la fotografia di quelle ragazze sul PC sarei quasi sicuramente passibile di condanna. Se questo vuol dire essere pedofili...mah!
    Da qui un altro paradosso. Perchè essere condannati solamente se il materiale è memorizzato su un supporto? Se fossi veramente un pedofilo che torna cento volte al giorno sullo stesso sito ma non salvo le immagini, allora vuol dire che sono una persona sana?!?
    Non so, secondo me il tema andrebbe approfondito con più costanza e facendo soprattutto chiarezza una volta per tutte su tutti quei punti che possono essere interpretati in mille modi diversi.
    non+autenticato
  • Se buzzicate nei vari siti porno che la rete offre .. siete facilmente incappati in almeno una foto a carattere pedopornografico, che ne siate consapevoli o meno. Altrettanto facilmente queste foto/thumbnails sono rimasti nella cache del vostro browser.. ergo siete pedofili e meritate 10 anni di galera.. E' un ragionamento che non sta in piedi. Altra cosa: chi decide l'eta' del soggetto? Sempre navigando smaliziatamente sarete di sicuro incappati in siti che propongono foto o pubblicita' di siti con minorenni o "barely legal" .. spesso sembrano minorenni .. sempre o quasi non lo sono.. chi decide se hanno piu' o meno di 18 anni ( o 16)? E' il commercio che va punito in quanto e' quello che permette ai pedofili di continuare la loro opera; vanno puniti i viaggi cosiddetti di turismo sessuale.. cio' non toglie che vadano "spaventati" a morte i fruitori di materiale pedopornografico.. in modo che non si dia l'impressione di tollerare questa "curiosita'" perche' pur sempre basata su sofferenze e abusi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Riflessioni Libere
    > Se buzzicate nei vari siti porno che la rete
    > offre .. siete facilmente incappati in
    > almeno una foto a carattere
    > pedopornografico, che ne siate consapevoli o
    > meno.


    Mi hai tolto le parole dalla tastiera ..condivido al 101%.
    non+autenticato
  • Su questo é vero se peró ti cucchi una biba di 5 anni con in bocca un cazzo?
    Ragazzi non pensate alle immaginette dei nudisti pensate a quelle che trattano proprio esplicita violenza...
    Fanno venire da piangere se siete persone normali ve lo assicuro!
    Uno come fa a considerarsi uomo se si farcesse una bimba mente piange?CHe cuore ha?
    E come ci si puó masturbare vedendo certe immagini di simile violenza?
    È da persone malate che vanno incarcerate e curate se non sono ancora passate all´azione...se no vanno semplicemente evirate e sodomizzate con un palo da 30 MT!
    non+autenticato


  • > Scritto da: loll

    Cut

    >...se no vanno semplicemente
    > evirate e sodomizzate con un palo da 30 MT!

    Magari poi le immagini le mettono in rete .. cosi' da soddisfare i lubrici istinti dei net-pederasti...
    Cosi' per curiosita' .. e alle donne pedofile (si , esistono anche loro.. cosi' come esistono madri che vendono i figli ai maiali che li violentano o che ne sono complici) cosa faresti? Anche per loro pali da 30mt? clitoridectomie? la violenza peggiore non e' la "penetrazione" ma la violenza psicologica. Quindi riflettete prima di sparare sentenze di morte/evirazione etc etc.
    non+autenticato
  • La pedofilia è intollerabile come l'ipocrisia di quelle persone che prima la condannano e poi la praticano...anche da turisti non x caso.
    byez
    non+autenticato
  • sono d´accordo con te
    non+autenticato
  • la condanna a Kevin David Mitnick prevedeva che allo stesso fosse impedito di usare computer per tutta la durata della pena... pero' a pensarci bene una differenza c'e': lui faceva paura ai suoi accusatori... pero' questo non ha nulla a che vedere con il Diritto!!! Triste
    non+autenticato
  • ...che replicano materiale vietato dalla legge?

    Di chi è la "proprietà" di tale materiale e la responsabilità di averlo sulle proprie macchine?

    Ciauz.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)