Drive ottici, Sony e NEC insieme

I due giganti giapponesi dell'elettronica hanno dato vita ad una joint venture che produrrà drive ottici per CD e DVD. In futuro le due aziende potrebbero tuttavia produrre anche unità a laser blu

Bruxelles - Ottenuto il via libera anche dalla Commissione Europea, i due pesi massimi dell'elettronica giapponese, Sony e NEC, hanno ufficialmente costituito una joint venture che opererà nel settore dei drive ottici.

La nuova entità, chiamata Sony NEC Optiarc, è stata annunciata lo scorso novembre, ma inizia effettivamente le proprie attività in data odierna (3 aprile). Con questa joint venture Sony e NEC sperano di guadagnare competitività su di un mercato, quello dei lettori e masterizzatori di dischi ottici, che da alcuni anni vede la prepotente avanzata dei produttori taiwanesi e coreani.

Sony NEC Optiarc è posseduta per il 55% da Sony e per il 45% da NEC. Questa joint venture può apparire un paradosso visto che, sul fronte delle tecnologie a laser blu, Sony e NEC si trovano su due fronti opposti: la prima è infatti l'ideatrice e la maggiore promotrice del formato Blu-ray, la seconda è la co-sviluppatrice e la massima promotrice del formato HD DVD. Il mistero sembra spiegarsi con il fatto che, almeno inizialmente, i due colossi giapponesi intendono produrre congiuntamente solo drive per CD e DVD: lettori e masterizzatori a laser blu continueranno ad essere sviluppati e fabbricati dalle due partner in modo autonomo. Alcuni analisti sostengono tuttavia che questa politica in futuro potrebbe cambiare, portando Sony e NEC a produrre e commercializzare drive basati sul formato ottico della rispettiva controparte.
Con un fatturato annuo stimato di 220 miliardi di yen (circa 1,5 miliardi di euro) la nuova joint venture rappresenta il 20% del mercato globale di drive ottici: questo la rende seconda solo ad un'altra joint venture asiatica, quella fra la giapponese Hitachi e la coreana LG.
TAG: