Dmail non vuole più l'.it

La celebre azienda non vuole più apparire come una net-company

Roma - Dmail.it, azienda italiana tra le più note nel settore del commercio elettronico, ha deciso di cambiare volto e abbandonare il suffisso ".it" per sostituirlo con ogni probabilità con un più tradizionale "Group".

La mossa è pensata per sganciare l'immagine di Dmail dalle sole attività in rete, che oggi rappresentano aspettative minori di mercato rispetto a uno o due anni fa, e spingere invece le attività editoriali, che si articolano con il possesso del 50 per cento di "Bloomberg Investimenti" e con i settimanali lombardi "Gidiemme".

Il sito di Dmail.it è qui
TAG: mercato