Supercomputer, UK vuole la palma europea

La Gran Bretagna sta costruendo un supercomputer che mira a divenire il più potente calcolatore d'Europa, scalzando così dalla vetta il monster tedesco basato su Blue Gene

Londra - Gli esperti prevedono che tra circa un anno sarà il più potente supercomputer d'Europa. Si tratta dell'High-End Computing Terascale Resource, per gli amici Hector, un supercalcolatore per la costruzione del quale il Governo inglese ha già stanziato 52 milioni di sterline, pari a circa 74 milioni di euro.

Quando verrà completato, all'inizio del 2007, il monster sarà capace di macinare circa 100 teraFLOPS, ovvero 100 trilioni di operazioni in virgola mobile al secondo. L'attuale supercomputer più potente d'Europa non arriva neppure a metà di tale potenza, fermandosi a 46 TeraFLOPS.

Hector, che prenderà il posto dei cervelloni elettronici attualmente installati presso l'Università di Manchester e quella di Edinburgo, verrà utilizzato dagli scienziati britannici per effettuare simulazioni in vari campi, inclusi il clima e la fisica nucleare.
Jennifer Houghton, project manager of Hector, ha spiegato che una parte dei finanziamenti governativi verrà spesa per formare i ricercatori su come sfruttare a fondo questa nuova risorsa.

"La sfida tecnica - ha detto Houghton - è riuscire a sviluppare nuove applicazioni in grado di spremere ogni goccia della potenza di questo mostro di calcolo".
TAG: ricerca, hw
14 Commenti alla Notizia Supercomputer, UK vuole la palma europea
Ordina