Nortel sperimenta il Wireless Mesh

Dall'estremo al medio oriente, l'azienda sta sviluppando in Israele i network con la propria tecnologia wireless

Gerusalemme - Nortel Networks ha annunciato di aver ottenuto, da parte del governo israeliano, l'approvazione per porre in atto la sperimentazione del proprio network "Wireless Mesh" nella città ebraica di Ariel in Cisgiordania.

Le reti con tecnologia Wireless Mesh, secondo quanto dichiarato dalla stessa Nortwl, possono offrire una copertura più ampia di quelle garantita attraverso i network costruiti con hotspots WiFi. Nella città di Ariel, la rete è stata sviluppata allo scopo di fornire innanzitutto un contributo tecnologico alle forze di polizia, per servizi di videosorveglianza cittadina e misurazione remota delle risorse idriche, ma anche per servizi TLC fonia/dati nell'università locale e accesso internet wireless accessibile alla popolazione.

Le previsioni di realizzazione del progetto sono a breve termine: la rete dovrebbe essere operativa entro un mese circa, mentre i test saranno condotti nel giro di un anno. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sui costi del progetto.
"Questa sperimentazione è un altro passo nella rivoluzione delle comunicazioni wireless, con la prima dimostrazione, in Israele, di copertura wireless in aree urbane aperte, fornendo nel contempo una dimostrazione di come questi servizi avanzati possono contribuire al miglioramento della qualità della vita della popolazione" ha dichiarato Sorine Lupu di Nortel Israel.

I test in svolgimento ad Ariel non sono i primi che Nortel conduce sulla tecnologia Wireless Mesh, già utilizzata a Taipei per la realizzazione di una rete wireless di accesso internet a banda larga. E la stessa Nortel ha realizzato in Cina la prima rete Wireless Mesh per la più importante Università dello Stato. Il network offre a dipendenti e studenti della Jinan University servizi di comunicazione mobile per fonia, dati e video dentro e fuori del campus.

Dario Bonacina
TAG: