Pronti gli occhiali a cristalli liquidi

Lenti dinamiche per informatici dinamici: le ha inventate PixelOptics, un'azienda che produce occhiali intelligenti a cristalli liquidi, in grado di auto-aggiustare la messa a fuoco

Roanoke (USA) - PixelOptics, una giovane azienda statunitense, è pronta a dar battaglia alle lenti bifocali grazie ad una nuova generazione di occhiali intelligenti capaci di autoregolare la propria messa a fuoco. Il prototipo, si legge su New Scientist, è già pronto: ancora un paio d'anni e le lenti a cristalli liquidi saranno finalmente sul mercato.

Al posto del vetro tradizionale, gli occhiali di PixelOptics utilizzano due microstrati resistenti che contengono un ulteriore strato di cristallo liquido dallo spessore di 5 micron. Il liquido, sfruttando uno speciale dispositivo di "autofocus" simile a quello utilizzato dalle moderne telecamere compatte, riesce ad adottare la stessa configurazione di una lente di tipo Fresnel, così da garantire una visione sempre perfetta.

L'invenzione, secondo il CEO di PixelOptics Ronald Blum, "è talmente eccezionale che può avere un impatto devastante sul mercato dell'ottica". Il prototipo realizzato nei laboratori di PixelOptics, che hanno base in Virginia, non ha ancora un aspetto esteticamente gradevole, ma tra poco tempo, garantisce Blum, "i nostri occhiali intelligenti avranno un look indistinguibile da quelli tradizionali".
I test finora condotti dall'azienda fanno sperare in una resa visiva eccezionale, assai utile per tutti quei pazienti affetti dai disturbi visivi tipici della terza età, che spesso costringono all'uso delle lenti bifocali.
TAG: ricerca
17 Commenti alla Notizia Pronti gli occhiali a cristalli liquidi
Ordina
  • Non immaginavo li avevano già inventati, spesso però ci pensavo 'un giorno inventeranno le lenti elettroniche che risulteranno sempre esteticamente gradevoli e senza distorsioni, anche se si ha -20 o +20.

    Ammetto però che a me piace vedere la distorsione che crea la lente dall'esterno (Quando li indossi ti abitui quindi non noti che gli oggetti appaiono più incurvati o più piatti)
    non+autenticato
  • Ciao volevo sapere se è possibile corregene astigmatismi che sono rimasti a causa dei interventi. Ad esempio io ho un astigmatismo che non riescono a corregere con lenti normali, perche i meridiani di questi astigmatismi non sono di un potere ugusle in tutto il meridiano, allora non esiste nessuna lente che possa corregere il problema mio e di tutte le persone che abbiamo avuto questi interventi. Se mi potete contattare con la pixel optics e posso essere una persona di riferimento per poter dire questi problemi.
    Io sono ottico contattologo e miei clienti che hanno fatto interventi, tutti hanno lo stesso problema e non posso aiutargli. Gracias Veronica
    non+autenticato
  • Chissà se noi comuni mortali potremo permetterceli. I miei occhiali sono costati quasi 700 euro   :@
    non+autenticato
  • Ed altre amenita' a portata d'occhio?
    non+autenticato
  • Si, questo lo dici perch....puf puf...e non perchè .......vromm....ma se tu invece......puf puf vroomm....allora si che......puf vroomm

    Scusa ho problemi con la carburazione degli occhiali, e senza non ci vedo un ..vrooommmm
    non+autenticato
  • Ma come fanno a sapere cosa sto guardando?

    Nelle macchine fotografiche c'è una parte di elettronica "intelligente", qui sembra che i cristalli liquidi si muiovan da soli!
  • Suppongo sia proprio questo il problema che rende questi occhiali brutti da vedere, infatti nell'articolo si parla di una brutta estetica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Suppongo sia proprio questo il problema che rende
    > questi occhiali brutti da vedere, infatti
    > nell'articolo si parla di una brutta estetica.

    Secondo me son una gran cosa.... pensate se si collegassero questi occhiali ad un pc e si istruisse un software a far si che costantemente la messa a fuoco sia leggermente sotto regolata di un piccolo fattore..... se davvero questo aggeggio riesce a leggere molte volte al secondo la messa a fuoco dell'occhio e riesce a calibrare alla stessa frequenza la messa a fuoco delle lenti si potrebbe 'allenare' l'occhio a mettere sempre meglio a fuoco gli oggetti con una correzione sempre piu piccola , riuscendo di fatto a fare quello che si fa difficilmente e con moltissimo tempo con le varie tecniche tipo Bates per curare miopia e altri difetti di rifazione...... non ci sarebbe bisogno di nient'0altro se non indossare questi occhiali e ... guardare! Se ne avessi un paio sotto mano mi ci divertirei molto:) in realtà era un idea che avevo da molto ma non c'era un materiale che si potesse usare su degli occhiali che riuscisse a cambiare l'indice di rifrazione a comando..... ho anche ideato il software , basato su reti neurali .... li voglio li voglio!!!!:))
    non+autenticato
  • Ho avuto la stessa idea.. ma sicuramente saranno solo per chi ha miopie non elevate, esattamente come i nuovi materiali ipertecnologiciCon la lingua fuori

    Tempo fa pensavo a campi magnetici che permettessero di focalizzare la luce.. ma forse lo zaino per generarli era troppo grossoSorride)).
    non+autenticato
  • Il modo ci sarebbe ..... con oggetti commercialmente disponibili , ed anche ormai abbordabilissimi.... appena avrò tempo , mi sto laureando in ingegneria , cercherò di sperimentare.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)