Gli Yankee inciampano sul dominio

Un fan ha costruito in due anni un sito di appassionati della squadra. Che ora lo denuncia per un fatto non commesso e pretende con arroganza un dominio che forse non le spetta

New York (USA) - A New York gli Yankee sono una istituzione, sono infatti una delle maggiori squadre di baseball, lo sport nazionale americano. Ma è una istituzione che sta ricevendo una pessima copertura di stampa dopo una denuncia presentata contro un fan del team che due anni fa mise su un sito al dominio NewYorkYankees.com. Un sito dedicato agli appassionati della squadra e da lui interamente gestito.

Il team, il cui sito ufficiale è Yankees.com, ha prima offerto 450 dollari per il dominio e, dopo il rifiuto di Brian McKiernan, ha presentato una denuncia che, secondo l'avvocato di McKiernan, è costata già almeno 25mila dollari alla squadra. Una denuncia oltretutto fuori luogo perché si basa sulla legge anticybersquatting recentemente approvata che colpisce chi compra domini "noti" per farne commercio, esattamente il contrario di quanto abbia fatto McKiernan.

L'avvocato dell'uomo è però pessimista perché ha spiegato che McKiernan non è ricco e non dispone di fondi sufficienti per contrastare un team di avvocati sponsorizzati che si batteranno per far passare la proprietà del dominio alla squadra di baseball che, per il momento, non sembra intenzionata a rispondere alle domande che arrivano dagli organi di stampa locali.
TAG: domini