Parla.it chiama il mondo

Diventa planetaria l'offerta dell'operatore VoIP controllato dall'italiana Digital Television

Segrate - Aveva destato incertezza il passaggio di proprietà di Parla.it, che l'italiana Digital Television ha rilevato da France Telecom. Incertezza soprattutto per gli utenti che avevano già aderito all'offerta VoIP ma alla quale la nuova proprietà risponde in questi giorni con una nuova offerta, peraltro già annunciata.

Parla.it propone infatti "ChiAma il Mondo": l'offerta prevede un canone mensile di 20,89 euro, IVA compresa, ed include tutte la telefonate effettuate verso numeri di telefonia fissa italiani, europei, nordamericani e cinesi.
L'offerta ChiAma il Mondo viene definita "illimitata" perché, come spiega l'operatore in un comunicato, permette di chiamare senza limiti di durata, né scatto alla risposta, tutti i numeri fissi italiani e dei seguenti Paesi: Andorra, Austria, Belgio, Canada, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo (incluse le Isole Azzorre e Madeira), Principato di Monaco, Regno Unito, Repubblica di S. Marino, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera.

L'operatore sottolinea che sono state inoltre mantenute "le tradizionali caratteristiche di tutte le offerte Parla.it", che consistono nell'attivazione di un nuovo numero telefonico con prefisso locale, nella possibilità di chiamare - senza costi aggiuntivi - tutti gli utenti Parla.it; nell'assenza di scatto alla risposta e di distinzioni di fasce orarie e geografiche. Le chiamate verso i cellulari italiani vengono tariffate al costo di 17,9 centesimi di euro al minuto, sempre senza scatto alla risposta. Le tariffe relative al "resto del mondo" sono dettagliate a questa pagina.
Contemporaneamente - riferisce ancora Parla.it - terminata la fase promozionale sull'offerta ChiAma l'Italia, questo piano tariffario (che consente chiamate illimitate ai numeri residenziali fissi italiani) passa al nuovo prezzo di 7,89 euro al mese. Anche questa offerta non prevede alcuno scatto alla risposta, né distinzioni fra telefonate distrettuali, urbane, interurbane e nazionali.

Le utenze affari possono invece accedere all'offerta "ChiAma Free Business", piano tariffario che prevede un costo di 1,9 centesimi al minuto (IVA inclusa) per le telefonate effettuate verso tutti i numeri fissi italiani (senza scatto alla risposta nè distinzione geografica o oraria). Anche in questo piano le chiamate verso i cellulari italiani sono convenienti: costano 17,9 centesimi di euro al minuto (Iva inclusa).

E' opportuno ricordare che Parla.it non raggiunge direttamente i numeri di emergenza (ad esempio 112, 113, 115, 118 ) ed alcuni numeri speciali (come 144, 166, 187, 199, 848, 878, 899 ecc.). "Tali chiamate - precisa l'operatore - verranno automaticamente reindirizzate sulla linea dell'operatore tradizionale e da esso addebitati, se onerosi".

Per fruire delle offerte Parla.it rimane la condizione necessaria legata al noleggio del router ADSL v-Box, che costa sempre 4 euro al mese. Una soluzione che probabilmente ha contribuito in passato alla tiepida accoglienza ricevuta sul mercato italiano ma che potrebbe essere più facilmente "digerita" dal pubblico se, come promesso al momento dell'acquisizione, Digital Television abbinerà all'offerta VoIP altri servizi a valore aggiunto. E cioè se l'offerta diventasse "triple play", abbinando la IPTV alla connettività ADSL e alla telefonia.

Dario Bonacina
TAG: voip