KDE 3.0, e il Pinguino cambia look

E' stata ufficialmente annunciata la nuova versione di KDE, il noto ambiente desktop open source che sfida le interfacce grafiche di WinXP, Mac OS X e dell'imminente GNOME 2.0. Ecco le novità più succose

KDE 3.0, e il Pinguino cambia lookRoma - "Una nuova era nella scelta del desktop". Così proclama l'annuncio con il quale il KDE Project, a quattro mesi di distanza dal rilascio dell'ultima versione 2.x, ha finalmente annunciato il rilascio della versione definitiva del KDE 3.0, uno dei più importanti aggiornamenti al celebre ambiente desktop open source per Linux e Unix.

Con la versione 3.0 gli sviluppatori del KDE hanno voluto avvicinarsi ancor più all'obiettivo di rendere l'interfaccia grafica utente di Linux altrettanto intuitiva, potente e funzionale di quella di Windows XP e Mac OS X, i due attuali punti di riferimento nel settore desktop. E così, KDE 3.0 mostra compiaciuto un look and feel del tutto nuovo, un migliorato supporto al multimedia ed una più ricca gamma di wizard per l'installazione e la configurazione di applicazioni, servizi, dispositivi e periferiche.

"Il sistema KDE, combinato a GNU/Linux o ad un sistema Unix, offre un'interessante soluzione per le aziende che desiderano realizzare risparmi sostanziali nei loro budget per l'IT, senza contare che arriva in un periodo opportuno, considerato le attuali condizioni economiche e l'incontrollato gonfiarsi dei prezzi delle licenze", ha affermato Andreas Pour, chairman della KDE League, il gruppo di industriali e sviluppatori nato per promuovere KDE.
KDE 3.0 è già stato distribuito, in versione beta, con alcune distribuzioni di Linux, fra cui la recente Mandrake 8.2, e verrà integrato, nella sua versione definitiva, nelle imminenti versioni di SuSE Linux 8.0 e Turbolinux.

Il grande rivale di questa versione del KDE sarà l'imminente GNOME 2.0, una nuova versione del celebre ambiente desktop free il cui rilascio è previsto per il primo maggio.
284 Commenti alla Notizia KDE 3.0, e il Pinguino cambia look
Ordina
  • Ciao.

    Ho installato KDE3 su una mdk 8.2 appena installata,
    il problema e' che non mi funzionano piu' i tool di mandrake....
    (tipo il control center ecc...)
    Sigh...
    non+autenticato
  • Anche se li richiami da riga di comando in shell bash o altre?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nemo
    > Ho installato KDE3 su una mdk 8.2 appena
    > installata,
    > il problema e' che non mi funzionano piu' i
    > tool di mandrake....
    > (tipo il control center ecc...)


    Prevedibile, kde3 usa le librerie 3 della trolls tech.
    O rinstalli kde2 (e aspetti che esca la mandrake con kde3) o provi a vedere se e' possbile avere tutte e due le librerie (mi sembra che non e' possibile).
    non+autenticato
  • - Scritto da: --
    > - Scritto da: Nemo
    > > Ho installato KDE3 su una mdk 8.2 appena
    > > installata, il problema e' che non mi
    > > funzionano piu' i tool di mandrake....
    > Prevedibile, kde3 usa le librerie 3 della
    > trolls tech.

    Infatti, l'ho pensato pure io...
    pazienza... aspetto che mi arrivi SUSE 8.... Sorride
    non+autenticato
  • Ehm...
    sto usando MDK 8.2 + KDE 3.0 e mi funziona tutto...

    1) Ho scaricato gli rpm in una cartella
    2) Ho aggiornato le fonti nel Mandrake Control Center
    3) Ho installato KDE 3

    Problemi:
    1) KDE 2.2.2 non c'è più :-/
    2) Al login c'è un generico KDE e un KDE 3.0
    2.1) Il generico KDE mi ha mantenuto tutte le mie impostazioni, ma con le nuove features del KDE 3.0
    2.2) Il nuovo KDE 3.0 è come un nuovo WM (senza cioè i miei settaggi)

    3) Mancava la localizzazione in italiano che è da scaricare a parte
    4) L'audio non funzionava, ma c'è già la patch fuori (da parte del gruppo Cooker).

    Questo è quanto.

    Impressioni?

    A me va molto più velocemente del precedente 2.2.2, in più io lo uso VERAMENTE come desktop Fan Linux, tant'è vero che NON ho Windows su nessun PC di casa... e posso dire che è veramente eccezionale per un utente casalingo.

    PS Non vedo l'ora che esca anche Gnome 2.0

    Saluti da un utente di Linux (da sempre Mandrake) da più di due anni.

    non+autenticato
  • installo xp. e lin nella nuovissima versione pinco.pallino
    xp: dopo un minuto sto copiando e incollando i files che devo copiare sulla finestrella del mio masterizzatore.
    lin: dopo un minuto ho capito che devo creare i devices
    xp 1 lin 0 win ha una interfaccia più pesante perchè tuttora più ricca di funzioni (ma lo sapete quanto pesa quella operazione che sembra una cavolata?!)
    sto lavorando su un sito internet, voglio provarlo a diverse definizioni e profondità di colore:
    xp: premo il tasto destro del mouse
    lin: configuro x
    xp 2 lin 0 l'interfaccia non deve essere solo bella, ma anche funzionale e completa per la gestione di tutto il sistma, non solo dell'interfaccia stessa!
    sto assistendo al telefono un dipendente dell'azienda di cui sono responsabile IT:
    windows: mi faccio dire se ha 98, 2000 o XP... (95 ormai è morto come 3.x, Me se lo sono fumati in pochi per fortuna! NT di solito è usato da persone abbastanza serie) e faccio mente locale sulle piccole differenze che zio Bill ha disseminato qua e la...
    lin: aiuto! Avrò mai sentito parlare della sua distro, della sua interfaccia e dei suoi progrmmi preferiti? e in che modo li ha personalizzati?! Ah, meraviglie della libertà! Gli dico di cavarsela da solo, tanto Linux ti insegna a farti le ossa!
    win: 3
    lin: 0 molta scelta = nessuna scelta
    Ok, è una alternativa
    3 - 1
    Ok, ci sono distro gratuite
    3 - 2
    Ok, win non rispetta gli standard e si impone sul mercato con tattiche poco pulite
    3 - 3!
    Ok, win è meno stabile e performante... OPS: FALSE
    da nt è un ottimo sistema (deriva da VMS, è lo stesso progetto che ha portato a creare OS/2...).
    Performance e stabilità sarebbero simili al mondo Unix, ma M$ ha privilegiato la compatibilità, facendoci girare applicazioni dos e win16, v. l'instabilità di lin quando provo a fare andare quelle stesse applicazioni tramite wine.
    3-3, e gradirei molto un win pro in cui si possa disinstallare l'emulatore dos/16!
    Tutto sommato Linux ha tutto il diritto di esistere, è un'opera meritoria che ricorda sempre al monopolista di non tirare troppo la corda, ha i suoi pregi e i suoi difetti, solo che i suoi pregi interessano una fetta di mercato (nel consumer) molto inferiore a quella interessata ai pregi di win.
    Non parliamo dei programmi disponibili sul mercato e sui drivers per il nuovo hw già inclusi nelle confezioni, quelli vengono di conseguenza alla piattaforma che si impone sul mercato, quindi il confronto sarebbe impari e ingiusto.
    Speriamo che continui a esistere, ma tutto sommato non credo che lo userò per lavoro fino a che la comunità linux non la smetterà di magnificare i pregi della piattaforma che si può costruire attorno a linux... quello che vorrei è che prendesse un po dei pregi che ha windows, maggiore uniformità, intuitività (non basta creare uno strumento e un help a riguardo, bisogna che l'utente possa immaginare che tale strumento possa esistere e servirgli, v. il pannello di controllo classico contro quello di xp tanto ingiustamente vituperato) interfaccia con controllo completo del sistema, wizard che ti spuntano fuori da ogni parte per farti risparmiare anche solo un paio di click.
    Se riusciranno a fare questo senza ricreare i problemi di pesantezza e scarsa sicurezza che affliggono windows sono prontissimo a passare su quel sistema.
    Ma attenzione, se windows riuscirà a prendere i pregi di *unix senza perdere i suoi, riuscirà a fare lo stesso nel mercato server, ignorare che in realtà c'è sotto una ottima piattaforma non servirà ad evitarlo!
    Da come vanno le cose (interfacce lin sempre più cartoonose e pesanti, ma semplici interfacce che non mettono in discussione la completezza e la flessibilità della linea comando) e dai discorsi che sento mi sembra però che la media degli utenti linux (che sono persone di media cultura informatica e di medio successo nè più ne meno di tanti altri) abbia molta più chiusura mentale e prosopopea di Billy, che ha alle spalle migliaia di sviluppatori ed è una delle persone più ricche del pianeta, e questo non mi fa presagire tanto bene per linux!

    PS evitiamo i flame e discutiamo costruttivamente, ho 11 anni di esperienza nella amministrazione di sistemi Unix (commerciali e non), OS/400 e Windows, non credo di sapere tutto ma non perderò tempo rispondendo a cose del tipo Win5uk5 o LinRu7ez... (non che abbia niente in contario, quelle uscite di solito mi fanno sbellicare dalle risate!)
    non+autenticato
  • A differenza di te, non ho amministrazione su win, eccettuato quelli home 95,98, ME; i restanti li uso quando mi viene imposto; perchè per il 95% del tempo stò su o.s. UNIX per cui faccio l'admin da Linux a *BSD a AIX a Solaris.
    Però qualcosa su win vorrei contestare; non riguardo l'analisi della prima parte, ma sui motivi della sua minore stabilità (o maggiore instabilità).
    Daccordo che parte dell'instabilità di win derivi dall'incorporare ed eseguire codice a 16 bit e codice DOS, ma non solo per quello; ti stai dimenticando che l'o.s. è progettato per essere facile in ogni livello, e ne paga le conseguenze. A cominciare dall'installazione di nuovi driver che si agganciano al kernel esistente, e il kernel ad ogni lancio li carica tutti; non solo, tenta di essere facile all'ut. e installa in ogni modo anche codice per driver che lo rende instabile (porcheria). Una ricerca eccessiva della facilità portata anche a livello kernel.
    Il codice a 16 bit che gira su wine, non rende invece instabile l'o.s. UNIX, ma può rendere instabile wine quindi non necessita di reboot ma solo di killare wine stesso.
    non+autenticato
  • Sono daccordo con la tua precisazione, ma
    "
    Una ricerca eccessiva della facilità portata anche a livello kernel.
    "
    è facilmente ovviabile se la macchina è abbastanza 'potente' (e se a win si potassero la grafica e le animazioni carine rimarrebbe ugualmente una interfaccia user friendly e logica ma sarebbe molto ma molto più veloce e leggero, basta vedere quanta parte degli applicativi di oggi è data proprio da contenuti multimediali!) e se il sw è di buona qualità (installare qundo possibile solo drivers certificati o comunque noti come stabili e poco conflittuali con il resto del mondo), inoltre statisticamente i crash o i malfunzionamenti generati in questo modo sono molto inferiori a quelli dovuti alla emulazione della retrocompatibilità.
    non+autenticato
  • Bè l'emulazione di un'o.s. soprattutto se non si conosce il codice di quell'o.s. resta un'impresa ardua, teoricamente ma solo come tale, i processi di wine in ambiente UNIX, dovrebbero girare almeno come su win, ma questo non accade.
    Emulare un'o.s. come win con tutte le sue "beghe" è un'impresa difficile; altri o.s. riescono più facilmente.
    In effetti è molto più funzionante l'emulazioni macchina come quella dei PC (VMware e Plex86) ma anche ESA/390 (Hercules); peccato che a Plex86 manchi ancora l'implementazione dinamica dei processi.
    Cmq non ritengo che alla M$ producano sw sufficientemente testato, soprattutto considerando l'o.s. su cui è destinato.
    Mi spiego meglio: il monopolio di cui gode M$ la porta a lanciare sw poco testato tanto viene cmq acquistato. Anche sull'ambiente server, dove è il sistema alternativo agli UNIX (almeno sui server di fascia piccola e media) gode cmq di essere i suoi sw i più facili, ciò porta più personale sui sw M$ e abbassamento dei costi; in poche parole diventa competitivo in questa fascia. Daltronde la fascia superiore M$ la trova già occupata da altri o.s. che si rivelano migliori tecnicamente del suo e veramente adatti a quei compiti.
    non+autenticato


  • - Scritto da: tauromachia
    > installo xp. e lin nella nuovissima versione
    > pinco.pallino
    > xp: dopo un minuto sto copiando e incollando
    > i files che devo copiare sulla finestrella
    > del mio masterizzatore.
    > lin: dopo un minuto ho capito che devo
    > creare i devices

    1) Non so quali siano i tempi di installazione di XP, ma secondo me dopo un minuto sei a fare scandisk...

    2) Che distribuzione hai installato?? Ti devi fare i devices da solo?? mah...

    > xp 1 lin 0 win ha una interfaccia più
    > pesante perchè tuttora più ricca di funzioni
    > (ma lo sapete quanto pesa quella operazione
    > che sembra una cavolata?!)

    il drag'n'drop?? sinceramente non ne sento la necessita', io l'interfaccia grafica la uso per avere 4 shell sullo stess oscehrmo e opera in un altro desktop...

    > xp: premo il tasto destro del mouse
    > lin: configuro x

    per cambiare definizione basta ctrl,alt,+ e ctrl,alt,-
    per cambiare def. di colore (non ha molto senso per testare un sito) penso che effettivamente devi riavviare X, ma non so...

    > xp 2 lin 0 l'interfaccia non deve essere
    > solo bella, ma anche funzionale e completa
    > per la gestione di tutto il sistma, non solo
    > dell'interfaccia stessa!

    Molto, ma molto discutibile...

    > lin: aiuto! Avrò mai sentito parlare della
    > sua distro, della sua interfaccia e dei suoi
    > progrmmi preferiti? e in che modo li ha
    > personalizzati?! Ah, meraviglie della
    > libertà! Gli dico di cavarsela da solo,
    > tanto Linux ti insegna a farti le ossa!
    > win: 3

    questo effettivamente puo' essere un problema... non per me visto che io linux lo uso e basta, cmq penso che sia meglio che decidiate a quali distro fare asistenza specifica e comunicarlo ai clienti (fermo restando che linux e' linux, sempre posix e')

    > l'instabilità di lin quando
    > provo a fare andare quelle stesse
    > applicazioni tramite wine.

    az... wine e' un emulatore...
    cmq ti e' crashato il kernel usando wine?? a me non e' mai crashato eppure ho provato a far andare un po' di tutto col wine... al max non mi parte l'applicazione e basta, il sistema resta stabile...

    > Tutto sommato Linux ha tutto il diritto di
    > esistere,

    caspita!! tutto sommato ha il diritto di esistere!! ma chi ti credi di essere per giudicare che ha diritto o meno di esistere?? il Padre eterno?? Ma per piacere...

    > maggiore uniformità,

    Questo e' un punto molto discusso... io non ne sento la necessita', cmq penso che farebbe la felicita' di molti.

    > intuitività

    l'intuitivita' e' soggettiva... per te e' intuitivo quello che e' uguale al windows a cui sei abituato... uno che non e' abituato a nulla non ha problemi con l'interfaccie linux disponibili.

    cmq se vogliamo parlare di intuitivita' il Mac a parer mio e' di gran lunga piu' intuitivo di Win.

    > Se riusciranno a fare questo senza ricreare
    > i problemi di pesantezza e scarsa sicurezza
    > che affliggono windows sono prontissimo a
    > passare su quel sistema.

    e io di smettere di usarlo... sono io che amministro il sistema... che non si azzardi a fare una cosa in automatico perche' gli piallo la partizione al volo Sorride)


    Ciao,
    non+autenticato
  • zac:
    ...dai discorsi che sento mi sembra però che la media degli utenti linux (che sono persone di media cultura informatica e di medio successo nè più ne meno di tanti altri) abbia molta più chiusura mentale e prosopopea di Billy, che ha alle spalle migliaia di sviluppatori ed è una delle persone più ricche del pianeta, e questo non mi fa presagire tanto bene per linux!

    - Scritto da: Krecker
    >
    >
    > - Scritto da: tauromachia
    > > installo xp. e lin nella nuovissima
    > versione
    > > pinco.pallino
    > > xp: dopo un minuto sto copiando e
    > incollando
    > > i files che devo copiare sulla finestrella
    > > del mio masterizzatore.
    > > lin: dopo un minuto ho capito che devo
    > > creare i devices
    >
    > 1) Non so quali siano i tempi di
    > installazione di XP, ma secondo me dopo un
    > minuto sei a fare scandisk...
    >
    > 2) Che distribuzione hai installato?? Ti
    > devi fare i devices da solo?? mah...
    >
    > > xp 1 lin 0 win ha una interfaccia più
    > > pesante perchè tuttora più ricca di
    > funzioni
    > > (ma lo sapete quanto pesa quella
    > operazione
    > > che sembra una cavolata?!)
    >
    > il drag'n'drop?? sinceramente non ne sento
    > la necessita', io l'interfaccia grafica la
    > uso per avere 4 shell sullo stess oscehrmo e
    > opera in un altro desktop...
    >
    > > xp: premo il tasto destro del mouse
    > > lin: configuro x
    >
    > per cambiare definizione basta ctrl,alt,+ e
    > ctrl,alt,-
    > per cambiare def. di colore (non ha molto
    > senso per testare un sito) penso che
    > effettivamente devi riavviare X, ma non
    > so...
    >
    > > xp 2 lin 0 l'interfaccia non deve essere
    > > solo bella, ma anche funzionale e completa
    > > per la gestione di tutto il sistma, non
    > solo
    > > dell'interfaccia stessa!
    >
    > Molto, ma molto discutibile...
    >
    > > lin: aiuto! Avrò mai sentito parlare della
    > > sua distro, della sua interfaccia e dei
    > suoi
    > > progrmmi preferiti? e in che modo li ha
    > > personalizzati?! Ah, meraviglie della
    > > libertà! Gli dico di cavarsela da solo,
    > > tanto Linux ti insegna a farti le ossa!
    > > win: 3
    >
    > questo effettivamente puo' essere un
    > problema... non per me visto che io linux lo
    > uso e basta, cmq penso che sia meglio che
    > decidiate a quali distro fare asistenza
    > specifica e comunicarlo ai clienti (fermo
    > restando che linux e' linux, sempre posix
    > e')
    >
    > > l'instabilità di lin quando
    > > provo a fare andare quelle stesse
    > > applicazioni tramite wine.
    >
    > az... wine e' un emulatore...
    > cmq ti e' crashato il kernel usando wine?? a
    > me non e' mai crashato eppure ho provato a
    > far andare un po' di tutto col wine... al
    > max non mi parte l'applicazione e basta, il
    > sistema resta stabile...
    >
    > > Tutto sommato Linux ha tutto il diritto di
    > > esistere,
    >
    > caspita!! tutto sommato ha il diritto di
    > esistere!! ma chi ti credi di essere per
    > giudicare che ha diritto o meno di
    > esistere?? il Padre eterno?? Ma per
    > piacere...
    >
    > > maggiore uniformità,
    >
    > Questo e' un punto molto discusso... io non
    > ne sento la necessita', cmq penso che
    > farebbe la felicita' di molti.
    >
    > > intuitività
    >
    > l'intuitivita' e' soggettiva... per te e'
    > intuitivo quello che e' uguale al windows a
    > cui sei abituato... uno che non e' abituato
    > a nulla non ha problemi con l'interfaccie
    > linux disponibili.
    >
    > cmq se vogliamo parlare di intuitivita' il
    > Mac a parer mio e' di gran lunga piu'
    > intuitivo di Win.
    >
    > > Se riusciranno a fare questo senza
    > ricreare
    > > i problemi di pesantezza e scarsa
    > sicurezza
    > > che affliggono windows sono prontissimo a
    > > passare su quel sistema.
    >
    > e io di smettere di usarlo... sono io che
    > amministro il sistema... che non si azzardi
    > a fare una cosa in automatico perche' gli
    > piallo la partizione al volo Sorride)
    >    
    >
    > Ciao,

    zac:
    Ma attenzione, se windows riuscirà a prendere i pregi di *unix senza perdere i suoi, riuscirà a fare lo stesso nel mercato server, ignorare che in realtà c'è sotto una ottima piattaforma non servirà ad evitarlo!

    niente da aggiungere
    non+autenticato
  • Beh, devo dire che all'inizio mi hai fatto incazzare un bel po' (sembravi un trollone), ma poi ti sei rifatto esprimendo per lo meno delle idee sensate e coerenti.

    - Scritto da: tauromachia
    > xp: dopo un minuto sto copiando e incollando
    > i files che devo copiare sulla finestrella
    > del mio masterizzatore.
    > lin: dopo un minuto ho capito che devo
    > creare i devices

    Spero che questa sia ironia, perché sono almeno 6 o 7 anni che non devo creare un device a mano...

    > xp 1 lin 0 win ha una interfaccia più
    > pesante perchè tuttora più ricca di funzioni

    Mah... io non vedo sostanziali differenze, anzi, a volte W2k mi sembra più leggero...

    > sto lavorando su un sito internet, voglio
    > provarlo a diverse definizioni e profondità
    > di colore:
    > xp: premo il tasto destro del mouse
    > lin: configuro x

    Ctrl Alt +
    Ctrl Alt -

    Per la profondità di colore occorre effettivamente riavviare X, oppure aprire un altro display: "startx -- -bpp=8 :1 e dopo ce l'hai sempre aperto e puoi passare dall'uno all'altro con C-A-TastoFunzione

    > xp 2 lin 0 l'interfaccia non deve essere
    > solo bella, ma anche funzionale e completa
    > per la gestione di tutto il sistma, non solo
    > dell'interfaccia stessa!

    Corretto, e le GUI disponibili per Linux si stanno evolvendo e si avvicinano sempre di più a quella Windows che, non introducendo quasi nessuna novità dal '95 (non mi dire che la TaskBar è comoda così com'è... in XP è un po' meglio, ma non tanto), non è molto difficile da eguagliare.

    > lin: aiuto! Avrò mai sentito parlare della
    > sua distro, della sua interfaccia e dei suoi
    > progrmmi preferiti? e in che modo li ha
    > personalizzati?! Ah, meraviglie della

    Ah... qua non c'è molto da dire... aspettiamo solo che tutte le distro aderiscano a linuxbase...

    > Ok, win è meno stabile e performante... OPS:
    > FALSE
    > da nt è un ottimo sistema (deriva da VMS, è

    No, non sono d'accordo, solo da W2k.

    > mondo Unix, ma M$ ha privilegiato la
    > compatibilità, facendoci girare applicazioni

    No, non credo che l'instabilità di Windows sia dovuta alle applicazioni a 16bit. In un kernel ben realizzato, le applicazioni non dovrebbero avere la possibilità di corrompere la memoria al di fuori dello spazio a loro assegnato e quindi al limite schiantano da sole.
    Il problema, secondo me, è la scarsa separazione delle applicazioni e del SO dal kernel...

    > dos e win16, v. l'instabilità di lin quando
    > provo a fare andare quelle stesse
    > applicazioni tramite wine.

    Beh, al limite crasha WINE, non certo Linux...

    > Tutto sommato Linux ha tutto il diritto di
    > esistere, è un'opera meritoria che ricorda
    > sempre al monopolista di non tirare troppo
    > la corda, ha i suoi pregi e i suoi difetti,

    ... e che ha "costretto" MSFT a realizzare SW migliore negli ultimi 3-4 anni. Senza Linux credo che staremmo ancora aspettando NT5...

    > solo che i suoi pregi interessano una fetta
    > di mercato (nel consumer) molto inferiore a
    > quella interessata ai pregi di win.

    Corretto, ma la situazione sta cambiando, ne è dimostrazione il fatto che Linux si sta diffondendo sempre di più verso gli strati più "bassi" dell'informatica, quelli degli utenti casalinghi e non smanettoni.

    > Speriamo che continui a esistere, ma tutto

    Non c'è problema, i pinguni sono duri a morire!Sorpresa)

    > che vorrei è che prendesse un po dei pregi
    > che ha windows, maggiore uniformità,
    > intuitività (non basta creare uno strumento

    Secondo alcuni ha già preso anche troppo... Con la lingua fuori
    (Secondo me no, cmq)

    > ingiustamente vituperato) interfaccia con
    > controllo completo del sistema, wizard che
    > ti spuntano fuori da ogni parte per farti
    > risparmiare anche solo un paio di click.

    No no, questo no, *io* non voglio che il sistema faccia *niente* senza che glielo chieda.

    > Da come vanno le cose (interfacce lin sempre
    > più cartoonose e pesanti, ma semplici

    Mah... Luna mi sembra ben più cartonosa di GNOME 2...

    > interfacce che non mettono in discussione la
    > completezza e la flessibilità della linea

    Ci sono, ci sono... Nautilus rules! ;o)

    > comando) e dai discorsi che sento mi sembra
    > però che la media degli utenti linux (che
    > sono persone di media cultura informatica e
    > di medio successo nè più ne meno di tanti
    > altri) abbia molta più chiusura mentale e
    > prosopopea di Billy, che ha alle spalle

    Spero di non essere entrato in questa categoria...

    > migliaia di sviluppatori ed è una delle
    > persone più ricche del pianeta, e questo non
    > mi fa presagire tanto bene per linux!

    No, io non ho paura per Linux, sono *molto* fiducioso nel suo futuro.

    Ciao
    non+autenticato
  • Scusa se rispondo solo ora al tuo post, dunque, mi è sembrato finalmente di sentire qualcosa di più obiettivo (e quindi più intelligente) dei post medi che vedo di solito quando qui e altrove si discute di Linux.
    Che tu sappia, oltre al lato di sviluppo tecnico ci sono dei team di psicologi della comunicazione o qualcosa del genere che segue Linux?
    Con tutto il rispetto per Linux Benedict Torvalds mi sa che negli ultimi anni abbia preso un po alla leggera l'importanza a livello di utente di massa dell'interfaccia per identificare il proprio modo di lavorare, quindi anche come modo per chiedere aiuto o confrontarsi con altri utenti.
    Sinceramente, ed è capitato anche a me all'inizio con le prime interfacce grafiche *Unix, mi sembra che gli utenti diventino più curiosi e mano inibiti nel chiedere quando hanno soot'occhio un problema che possono analizzare e descrivere per immagini, quindi con un approcio più umano e più simile all'esperienza di tutti i giorni.
    Daccordo che chi ha imparato i comadi di un qualunque CLI riesce + - a cavarsela anche 20 anni dopo, ma la curva di apprendimento mi sembra molto più rapida, almeno per le persone non fortemente orientate verso l'informatica, su una GUI e quasto credo che assumerà sempre maggiore importanza per tutti se come prevedibile il mondo correrà sempre più rapidamente...
    Da cui mi chiedo perchè non dare un senso di unità al mondo che orbita attorno a Linux partendo proprio da un linguaggio comune a livello di immagini e di psicologia.
    Indipendentemente da quello che uno può pensare di M$, credo che loro lo abbiano saputo sfruttare magistralmente e che cerchino ancora di migliorarsi (v. le poche indiscrezionbi su blackcomb)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: tauromachia
    > Che tu sappia, oltre al lato di sviluppo
    > tecnico ci sono dei team di psicologi della
    > comunicazione o qualcosa del genere che
    > segue Linux?

    Wow... domandona... non credo ci siano psicologi ma c'è questo: http://developer.gnome.org/projects/gup/
    che credo sia la cosa più vicina a quello a cui ti riferisci. Ci collabora anche Sun, perché vuole usare GNOME 2 come desktop predefinito al posto di CDE in Solaris 9 e quindi sono molto attenti al design e all'accessibilità dell'interfaccia (in USA è obbligatorio che un SW sia accessibile ai disabili per poter essere usato in ambito governativo).

    > Con tutto il rispetto per Linux Benedict
    > Torvalds mi sa che negli ultimi anni abbia
    > preso un po alla leggera l'importanza a
    > livello di utente di massa dell'interfaccia
    > per identificare il proprio modo di
    > lavorare, quindi anche come modo per
    > chiedere aiuto o confrontarsi con altri
    > utenti.

    Torvalds non ha niente a che fare con l'interfaccia, di difetti ne ha molti, ma di questo non possiamo incolparlo...

    > Sinceramente, ed è capitato anche a me
    > all'inizio con le prime interfacce grafiche
    > *Unix, mi sembra che gli utenti diventino
    > più curiosi e mano inibiti nel chiedere
    > quando hanno soot'occhio un problema che
    > possono analizzare e descrivere per
    > immagini, quindi con un approcio più umano e
    > più simile all'esperienza di tutti i giorni.

    E' vero e si vedono molto più spesso utenti che si avvicinano a Linux e dicono "che schifo, non ci posso fare niente di queloo che faccio con Windows!", non capiscono che se loro hanno sentito anche solo parlare di Linux è perché sono stati fatti *enormi* passi avanti a che Linux si sta avvicinando rapidamente al loro "territorio", ma non ci è ancora proprio arrivato...

    > Daccordo che chi ha imparato i comadi di un
    > qualunque CLI riesce + - a cavarsela anche
    > 20 anni dopo, ma la curva di apprendimento
    > mi sembra molto più rapida, almeno per le
    > persone non fortemente orientate verso
    > l'informatica, su una GUI e quasto credo che
    > assumerà sempre maggiore importanza per
    > tutti se come prevedibile il mondo correrà
    > sempre più rapidamente...

    Giustissimo, chi dice che Linux non ha bisogno di una GUI, si sbaglia di grosso, IMO.

    > Da cui mi chiedo perchè non dare un senso di
    > unità al mondo che orbita attorno a Linux
    > partendo proprio da un linguaggio comune a
    > livello di immagini e di psicologia.

    eh... l'unità c'era, solo che si è un po' persa nel momento in cui Linux è diventato un fenomeno di massa (da cui è nato il motto: "Linux is fu**ed, move to BSD"). Ora si sta creando un'altro tipo di comunità e di unione, che probabilmente non sarà mai come quella precedente, ma sicuramente ritornerà... Linux non è solo un SO è un modo di vedere le coseSorpresa)

    > Indipendentemente da quello che uno può
    > pensare di M$, credo che loro lo abbiano
    > saputo sfruttare magistralmente e che
    > cerchino ancora di migliorarsi (v. le poche
    > indiscrezionbi su blackcomb)...

    Infatti, la cosa che *tutti* invidiano a MS, sono le sue capacità di marketing, non i suoi SW, buoni o cattivi che siano...

    Personalmente io confido molto nel progetto GNOME, sta creando un ambiente professionale, evoluto e moderno ma mantenedo il "modo Linux" di fare le cose. Non vedo l'ora che GNOME 2 veda la luce (ma io lo sto già usando dal CVS.. Con la lingua fuori) e dimostri come le GUI di Linux si stiano muovendo e propongano anche innovazioni, senza seguire sempre i grandi attori del mercato.
    non+autenticato
  • >xp: dopo un minuto sto copiando e incollando i
    >files che devo copiare sulla finestrella del mio
    >masterizzatore.

    Col ca!
    Win Xp da PC pulito, inizi a installarlo riavvia alemno 4 volte, poi devi mettere tutti i driver e almeno un riavvio ogniuno, poi i software e per quelli non tutti devi riavviare ma certi si, poi devi configurare varie ciapinate qua e la, per una persona che usa tante cose ci si mette mezza giornata a installare tutto...

    Linux parte l' installazione grafica ovviamente, 20 minuti a seconda della velocita' del pc e quando ha finito resetta e ti trovi tutti gia' funzionante...to guarda, 3 minuti per configurare la connessione a internet e il KMail...

    come al solito gli utenti windows non sono aggioranti suo progressi di linux e lo criticano per difetti che ormai non ha piu' da almeno un anno, tanto che ormai e' pari in tante cose e in certe cose anche superiore a XP...

    ahh a proposito dei colori e la risoluzione, prima di tutto non vedo perche' devi cambiare risoluzione...
    un' immagine a 256 colori si vede benissimo se vai a 16 milioni, come una a 800x600 si vede benissimo se vai a 1280x1024 come faccio io sul mio flatron... ah ma scusa e' vero che windows se alzi troppo la risoluzione diventa inusabile perche' le cose sono troppo piccole... a dimenticavo anche se cambi la dimensione dei font di sistema windows va riavviato, linux no lo fa e basta !
    non+autenticato
  • zac
    PS evitiamo i flame e discutiamo costruttivamente, ho 11 anni di esperienza nella amministrazione di sistemi Unix (commerciali e non), OS/400 e Windows, non credo di sapere tutto
    ...
    zac

    > come al solito gli utenti windows non sono
    > aggioranti suo progressi di linux e lo
    > criticano per difetti che ormai non ha piu'
    > da almeno un anno, tanto che ormai e' pari
    > in tante cose e in certe cose anche
    > superiore a XP...

    di interfacce (grafiche, testuali, a pannelli...) ne ho viste tante e credo di sapermi mettere nei panni di un utente medio, ti posso dire che M$ ha fatto un lavoro mediatico davvero apprezzabile, Linux ancora non è allo stesso livello (e di solito nelle riviste che compro mensilmente, insieme a Playboy, ovviamente, ci sono anche quelle che mettono a disposizione le ultime distro di Linux, per provarle...).
    Perchè continuare a nascondere la testa sotto la sabbia e battere sui propri pregi, quando la massa del mercato home vuole i pregi del concorrente? Dateglieli... M$, pur essendo uno "sfontato monopolio con manie di onnipotenza" è molto più "umile" e per invadere il vostro mercato dei piccoli e medi server ha capito che deve battere molto di più su stabilità, sicurezza, scalabilità ecc... e sta cominciando a farlo.

    zac
    sto assistendo al telefono un dipendente dell'azienda di cui sono responsabile IT:
    windows: mi faccio dire se ha 98, 2000 o XP... (95 ormai è morto come 3.x, Me se lo sono fumati in pochi per fortuna! NT di solito è usato da persone abbastanza serie) e faccio mente locale sulle piccole differenze che zio Bill ha disseminato qua e la...
    lin: aiuto! Avrò mai sentito parlare della sua distro, della sua interfaccia e dei suoi progrmmi preferiti? e in che modo li ha personalizzati?! Ah, meraviglie della libertà! Gli dico di cavarsela da solo, tanto Linux ti insegna a farti le ossa!
    zac
    non+autenticato
  • IO personalmente non credo che Linux debba essere usato solo da sapientoni della stringa o chi altro ,come sembra leggendo le vostre risposte contro il Wizard o il miglioramento di KDE o perfino polemizzare sui colori troppo vivaci ecc.
    Se sarebbe per voi sapientoni Linux e non solo Linux oggi sarebbe ancora un eterno mondo dos!
    Viva KDE viva le GUI e viva chi semplifica con wizard le configurazioni del computer!
    P.S.(Non si puo pensare che la gente sia tutta intelligentona e abbia il tempo di (non voglia di imparare!)imparare comi si fa a usare le stringhe di comando ecc.Leva la mattina alle 7:00 e si torna alle 19:00 e si è stanchi!).
    non+autenticato
  • Quanto hai ragione, fratello ...
    non+autenticato
  • Mi spiace dirtelo, ma KDE è solo un DM (desktop manager) e niente ha a che vedere con la configurazione di uno Unix.

    Il fine di KDE è quello di creare un desktop semplice, ma non quello di semplificare la configurazione di Linux.

    Non illuderti che KDE, Gnome o qualsiasi altro DM semplificherà mai Linux.

    Linux: per molti ma non per tutti.
    non+autenticato
  • Lo dici tu caro mio non importa conoscere unix o come e radificato il kernel Linux e nemmeno Win Me o XP pero so usarlo (almeno le applicazioni e installazioni) soltanto grazie alla semplificazione di voi programmatori o chi esso siano!
    non+autenticato
  • Ma perchè si continua a dire che i prog per win
    sono più facili da installare che quelli per linux
    Primo, quando ci sono problemi su win ci si
    impiegano settimane per risolverli...su linux,
    due smanettate in qualche conf.
    E poi, io uso debian da anni (windows lo uso solo
    più per flash e dreamweaver) e niente è più
    comodo di un "apt-get install nomeprogramma"
    non+autenticato
  • Perfetto, continuate a ritenervi un elitario circolo di ottimati, e M$ continuerà a regnare sovrana nei PC di noi poveri mortali !
    non+autenticato
  • Era il '98 quando provai per la prima volta KDE... ricordo che quella che provai non era ancora la 1.0, ma mi sembra fosse la 0.98.

    Per la verità ero ancora un newbie di Linux, avevo da pochi giorni installato RH 5.0, e passai un intero pomeriggio a compilare le QT 1.4, le KDE-libs e tutte le varie monate che vanno dietro.

    Ricordo ancora quella giornata nei miei incubi peggiori, compilazioni che andavano male perché avevo bisogno di altri package (e all'epoca gli rpm erano più difficile da trovare), e quindi giù a scaricare altri sorgente a compilarli...

    Alla fine non so come ci riuscii ma in qualche modo avevo compilato e installato tutto il necessario per KDE, allora mi apprestai a creare il file .xinitrc (all'epoca si che era un casino!).

    A quel punto la parola magica:
    startx

    E tutto funzionò a meraviglia! Vi confido che installai KDE con la speranza di rendere Linux più usabile, vi ricordo che ero ancora un windowsauro e che avevo creato la partizione Linux da meno di una settimana!

    KDE era incredibilmente veloce, sul mio vecchio PPro 200Mhz i suoi programmi erano incredibilmente performanti! Peccato che ciucciava un casino di ram, e che finché usavo programmi per QT tutto andava bene, ma appena caricavo qualcosa che usava altri toolkit (motif o GTK+) esaurivo la ram e iniziava a swappare (e ancora non sapevo di hdparm e delle ottimizazzioni del disco).

    Fu una bella esperienza, imparai anche che installare programmi dai sorgenti è bello ma rende l'upgrade degli stessi quasi impossibile!

    Quella partizione durò poco, dopo appena un paio di settimane feci qualche casino (niente di grave, con le conoscenze che ho ora avrei sistemato tutto in un minuto, ma ell'epoca....).

    Formattai il mio primo pinguino!Triste

    Poi fu la volta di Mandrake (la 5.2, con KDE già integrato!) e continuai ad usare KDE per un bel pezzo... grazie agli upgrade in formato rpm.

    Quella Mandrake durò moltissimo, e ancora oggi ho un backup fatto in un cdr.

    Alla fine quella partizione andò in pensione in favore di una nuova fiammante Debian, ma tengo a precisare che era ancora funzionante, solo che fui preso dal fascino di apt-get e quindi smisi di aggiornarla...

    Tutt'ora quella Debian è ancora qui a funzionare, vi sto scrivendo proprio da quell'installazione (anche se non ha più nulla della Debian 2.1 di partenza, ora è una Sid fiammente!).

    Nel corso di questi anni ne è passata di acqua sotto i ponti, all'inizio odiavo Linux, e ogni 5 minuti facevo un reboot in Windows! Ora è l'esatto contrario, sto sempre sotto Linux e Windows è sparito dal mio hd. Anche KDE è andato in pensione sul mio PC, prima sostituito da windowmaker (più leggero e performante sul vecchio 200Mhz).

    A sua volta anche windowmaker mi è andato in disgrazia e ora sono passato a Gnome 1.4, che tuttavia è molto pesante e lento, ma lo tengo perché ho iniziato a sviluppare con le GTK+ e mi fa comodo avere un ambiente omogeneo dove eseguire le mie applicazioni!

    Ora ho nuovamente voglia di tuffarmi nel vecchio e sempre lodato KDE, sto con impazienza aspettando che Sid includa i package di questo bellissimo desktop manager, e sono certo che non sarò deluso.

    Sono veramente entusiasta di Linux e di come molti sviluppatori o semplici appassionati creano sempre nuovi programmi ogni giorno, Linux è una figata, è un os potente, semplice e veloce! Non passa mese che non mi viene voglia di compilarmi un kernel a manina, non passa giorno che non metto le mani in qualche sorgente e mi personalizzo un programma.

    A volte mi chiedo come facevo un tempo ad usare un os complesso come Windows... senza uno straccio di documentazione dettagliata, con una mancanza cronica di sorgenti delle applicazioni, pieno di problemi e difficile da usareTriste

    Ora vi saluto, vado ad aggiornare il database di apt nella speranza di trovare dentro i .deb di KDE 3Sorride
    non+autenticato
  • Ho visto gli screenshot e mi sembrano uguali !!!
    non+autenticato
  • kde3 non e' altro che la versione precedente portata sulle QT3 con la correzione di alcuni vecchi bug e l'aggiunta di nuove funzioni interneSorride

    non+autenticato
  • Io sto usando in questo momento KDE3 sulla mia redhat 7.2 e ti garantisco che non e' solo un porting su QT3 del kde 2 ... hanno raffinato la gafica la funzionalita' fin nel piu' piccolo particolare.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)