Oracle adotterà un Pinguino?

Larry Ellison ammette l'interesse dell?azienda per lo sviluppo di una propria distribuzione di Linux o l'acquisizione di un'azienda già radicata nel settore, come Novell

San Francisco (USA) - Oracle sta prendendo in seria considerazione la possibilità di lanciare una propria distribuzione di Linux. Ad annunciarlo è lo stesso CEO del colosso, Larry Ellison, che al Financial Times ha anche confidato l'interesse ad acquisire un'azienda già radicata nel settore open source.

Ellison sostiene che nelle proprie strategie di mercato "avrebbe un certo senso distribuire e supportare Linux", specie nell'ottica di ampliare il proprio stack di software. Ma il gigante dei database potrebbe anche optare per l'acquisizione di un'azienda che già possiede una distribuzione Linux enterprise: quell'azienda potrebbe essere Novell, numero due del settore dopo Red Hat.

Sia Oracle che IBM stanno fornendo il loro sostegno a Linux per controbilanciare il crescente dominio di Windows nel mercato enterprise, un segmento dove fino a non molto tempo fa dominavano incontrastate le piattaforme Unix. Fino ad oggi Big Blue non ha mai mostrato interesse nel commercializzare una propria distribuzione del Pinguino, preferendo invece stringere forti partnership con Red Hat e Novell. Ellison sostiene però che la recente acquisizione di JBoss da parte di Red Hat è destinata a ridisegnare i rapporti di alleanza di buona parte dell'industria che opera nel settore open source.
"Ora che Red Hat compete con noi nel middleware, siamo costretti a rivedere i nostri rapporti d'affari con questa società, e così dovrà fare anche IBM", ha affermato il CEO di Oracle. "Credo che né Oracle né IBM vogliano che Red Hat si trasformi in un'altra Microsoft".

Alcuni analisti sono però scettici sulla possibilità che Oracle, almeno nel breve periodo, entri in modo così diretto sul mercato Linux: le parole di Ellison, a loro dire, avrebbero più l'aria di un messaggio diretto a Red Hat che di una vera e propria dichiarazione d'intenti.
TAG: linux
70 Commenti alla Notizia Oracle adotterà un Pinguino?
Ordina
  • ...tanto quanto un pesce ha bisogno di una bicicletta!

    ah linari!
    non+autenticato
  • Tanto quanto di un nuovo partito in Italia
    non+autenticato
  • "Ora che Red Hat compete con noi nel middleware, siamo costretti a rivedere i nostri rapporti d'affari con questa società, e così dovrà fare anche IBM", ha affermato il CEO di Oracle. "Credo che né Oracle né IBM vogliano che Red Hat si trasformi in un'altra Microsoft".

    Tutto chiaro?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Ora che Red Hat compete con noi nel middleware,
    > siamo costretti a rivedere i nostri rapporti
    > d'affari con questa società, e così dovrà fare
    > anche IBM", ha affermato il CEO di Oracle. "Credo
    > che né Oracle né IBM vogliano che Red Hat si
    > trasformi in un'altra Microsoft".
    >
    > Tutto chiaro?

    Limpido... E dunque ???
    non+autenticato
  • Oracle da anni giocherella con una sua versione Linux, che però non è mai uscita "neanche di casa".

    Questo perchè per tenere i programmi Oracle, bisogna avere un Linux ben "piazzato".

    Dunque adesso gioca al ribasso, dimostrando solo interesse, ma vede il guadagno, molto guadagno in tale operazione.

    Del resto da qualche anno la Oracle vende i sistemi "chiavi in mano" ovvero tutto compreso e configurato di una certa potenza, ovvero impensabili per Windows che gira solo per PC da max 4 Gh (o al massimo qualcosina di più con i 64) che in questo momento sono delle ciofeche HW in confronto con Linux che usa Computer da 1500 $ (uso desktop) oppure da 50'000 $ e più.

    Ciao
    mda
    783

  • - Scritto da: mda

    > Del resto da qualche anno la Oracle vende i
    > sistemi "chiavi in mano" ovvero tutto compreso e
    > configurato di una certa potenza, ovvero
    > impensabili per Windows che gira solo per PC da
    > max 4 Gh (o al massimo qualcosina di più con i
    > 64) che in questo momento sono delle ciofeche HW
    > in confronto con Linux che usa Computer da 1500
    > $ (uso desktop) oppure da 50'000 $ e più.

    L'uso (o il non uso) della punteggiatura potrebbe facilitare la comprensione delle tue affermazioni.

    Comunque dire che Windows (a 32 o 64 bit) gestisce solo 4 GB è una inesattezza. Inoltre molti partner hardware MS vendono sistemi con Windows DataCenter in grado di gestire TB di dati in modo del tutto simile a quello che tu dici fa Oracle.
    non+autenticato
  • In che senso gestisce solo 4 gb?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > In che senso gestisce solo 4 gb?

    Windows a 32 bit come molti altri sistemi basati su Intel a 32 bit può indirizzare direttamente solo 4 GB di RAM (è un limite del processore). Per indirizzare maggiori quantità di memoria occorre ricorrere a tecniche di paginazione (supportate da alcune versioni di Windows e ampiamente usate dai database) o utilizzare processori a 64 bit.

    non+autenticato

  • - Scritto da: mda
    > Oracle da anni giocherella con una sua versione
    > Linux, che però non è mai uscita "neanche di
    > casa".
    >
    > Questo perchè per tenere i programmi Oracle,
    > bisogna avere un Linux ben "piazzato".

    Che significa? Il database Oracle gira anche su un palmare.
    Il problema principale di Oracle su Linux e' attualmente quello delle versioni delle librerie. Oggi come oggi e' necessario un sostanziale downgrade di RH ES 4 per fare girare il DB o l'E-Business suite. Questo comporta una bella attivita' sistemistica costosa e lenta.
    Chi lavora con Oracle sa a cosa mi riferisco.

    Sommato al fatto che Oracle gia' supporta con i propri help desk le distro certificate con i suoi prodotti, il risultato e' chiaro: piuttosto che rincorrere la generalista Red Hat gli costa meno realizzare la propria distro minimale, sia da zero che acquistando un grosso player del mercato server.


    Perisher!
  • Brava Oracle mangiati Novell e poi scarica nel cesso
    sia Suse sia gli sviluppatori Ximian
    hahahhahahaha
    hahahahahah
    hahahahahaha.
    .A bocca aperta .
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Brava Oracle mangiati Novell e poi scarica nel
    > cesso
    > sia Suse sia gli sviluppatori Ximian
    > hahahhahahaha
    > hahahahahah
    > hahahahahaha.
    > .A bocca aperta .

    http://www.novell.com/linux/xglrelease/ A bocca aperta
  • quello schifo?
    finestre semitrasparenti o desktop su un cubo?
    ma davvero lo mostrate con orgoglio?

    - Scritto da: CoreDump
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Brava Oracle mangiati Novell e poi scarica nel
    > > cesso
    > > sia Suse sia gli sviluppatori Ximian
    > > hahahhahahaha
    > > hahahahahah
    > > hahahahahaha.
    > > .A bocca aperta .
    >
    > http://www.novell.com/linux/xglrelease/ A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > quello schifo?
    > finestre semitrasparenti o desktop su un cubo?
    > ma davvero lo mostrate con orgoglio?

    Gia
    Quelli della Novell o meglio gli Ximian monkeys
    sono solo bravi a ricopiare le funzionalita di Mac OSX
    Expose fa questa cazzate in maniera piu fluida e incluso il cubo che gira a palla.
    non+autenticato
  • > Gia
    > Quelli della Novell o meglio gli Ximian monkeys
    > sono solo bravi a ricopiare le funzionalita di
    > Mac OSX
    > Expose fa questa cazzate in maniera piu fluida e
    > incluso il cubo che gira a palla.
    no davvero, fa solo questo?
    Il cubo con le finestre trasparenti?
    Io su Vista ho visto il tizio che programmava hearts che con le librerie winFX creava le carte in XAML, le metteva vettoriali sullo schermo e agli assi associava una webcam. Il tutto con poco codice. Poi ho visto le librerie 3D ed un sito fatto con avalon (sempre nei video di presentazioni), in cui in una picture c'era una giacca 3D che con il mouse si poteva ruotare e cambiare colore.
    Questo desktop mi fornisce le librerie per fare questo?
    No perchè delle trasparenze me ne faccio veramente poco anche con Vista. Io sono interessato alle winFX come libreria 3D per applicazioni.
    non+autenticato
  • > no davvero, fa solo questo?

    Ovvio che no, ma se sei ignorante...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io su Vista ho visto il tizio che programmava
    > hearts che con le librerie winFX creava le carte
    > in XAML, le metteva vettoriali sullo schermo e
    > agli assi associava una webcam. Il tutto con poco
    > codice. Poi ho visto le librerie 3D ed un sito
    > fatto con avalon (sempre nei video di
    > presentazioni), in cui in una picture c'era una
    > giacca 3D che con il mouse si poteva ruotare e
    > cambiare colore.

    Sì, ma quella era la versione Beta, in quella ufficiale han levato tutto
    Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Sul fatto che il cubo sia una porcatina per utenti che si fanno abbindolare da cose di dubbia utilita' e grande (de gustibus) impatto grafico non ci sono dubbi.
    Secondo me ci sono pochi dubbi anche circa il fatto che xgl rappresenta una grossa innovazione nel campo dei server X a codice aperto.

  • - Scritto da: riddler
    > Sul fatto che il cubo sia una porcatina per
    > utenti che si fanno abbindolare da cose di dubbia
    > utilita' e grande (de gustibus) impatto grafico
    > non ci sono dubbi.
    > Secondo me ci sono pochi dubbi anche circa il
    > fatto che xgl rappresenta una grossa innovazione
    > nel campo dei server X a codice aperto.
    che schifo se fa solo questo, neanche fa il blur.
    Almeno fornisce librerie 3D come vista?
    Posso utilizzare le API per creare grafica 3D e renderà interattiva come con winFX e XAML?
    non+autenticato
  • Non sono un esperto ma dal momento che xgl usa opengl allora almeno in teoria tutti gli effetti che possono essere accelerati con opengl (e che spesso lo sono nei giochi) possono essere applicati anche alle finestre, inclusi pixel e vertex shader, ne consegue che non stiamo parlando del solo uso dell'alpha.
    Che questo sia possibile allo stato attuale delle cose non lo so, non mi sono informato a sufficienza su xgl da poterlo dire.
    Per quanto riguarda l'uso di oggetti 3d sul desktop tutto dipende dalle api che verranno rilasciate, puo' darsi che xgl permetta un'interazione a basso livello e che quindi altri si prendano la briga di creare questo tipo di software sopra xgl. Del resto meglio avere un po' di pacchetti separati e piu' gestibili che un colosso che non si sa da che parte prendere...
    In ogni caso si tratta di vedere cosa ci sara' al momento della release, esattamente come per qualunque altro software.

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: riddler
    > > Sul fatto che il cubo sia una porcatina per
    > > utenti che si fanno abbindolare da cose di
    > dubbia
    > > utilita' e grande (de gustibus) impatto grafico
    > > non ci sono dubbi.
    > > Secondo me ci sono pochi dubbi anche circa il
    > > fatto che xgl rappresenta una grossa innovazione
    > > nel campo dei server X a codice aperto.
    > che schifo se fa solo questo, neanche fa il blur.
    > Almeno fornisce librerie 3D come vista?
    > Posso utilizzare le API per creare grafica 3D e
    > renderà interattiva come con winFX e XAML?

    Le opengl esistono da anni... sono sempre state la dall'epoca delle vodoo 5/4/3 etc etc (se non prima)... se poi non sai integrarle e/o leggere la documentazione non è di certo colpa delle gl...

    E cmq, ti ricordo che winfx e xaml sono due cose proprietarie della microsoft... per linux l'equivalente xaml c'è già ed è chiamato xul... ( e qui c'è da notare come la microsoft renda "pratico" imparare tale linguaggio: http://it.wikipedia.org/wiki/Hello_world#XUL )

    Saluti, MeDevil
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)