La fine del freeloading digitale?

Il Senato degli Stati Uniti sta valutando una nuova legge che obbliga radio digitali e satellitari ad utilizzare sistemi DRM per evitare il fenomeno del freeloading, la libera registrazione di brani in formato digitale

Washington (USA) - Un gruppo di legislatori statunitensi ha introdotto una scottante normativa per rendere illegale e tecnicamente inagibile il fenomeno del cosiddetto freeloading , conosciuto anche come ripping : la registrazione di brani musicali in formato digitale direttamente dalle emittenti radiofoniche online o satellitari, spesso effettuata con strumenti informatici.

La proposta di legge, avanzata da tre membri del Senato federale di Washington, obbliga le emittenti ad utilizzare sistemi DRM per neutralizzare i tentativi di ripping da parte degli ascoltatori. Il PERFORM Act, infatti, vuole equiparare gli emittenti ai distributori di musica : "Qualcuno si arroga i diritti di distribuzione senza pagare le dovute imposte", dice Mitch Bainwol, CEO di RIAA, "si tratta di un grave problema per l'intero mercato".

Anche il CEO di Warner Music, Edgar Bronfman, è della stessa opinione: "Se dispongo di uno strumento che mi permette di selezionare e registrare una traccia trasmessa, per esempio, da una emittente satellitare", incalza in un'intervista rilasciata a Reuters, "allora posso chiamare questo strumento iPod e chiamare l'emittente servizio di download ".
La natura digitale dei contenuti trasmessi dalle emittenti online, infatti, apre un ventaglio di possibilità quasi infinite: dotati di software specifici o semplici registratori portatili, gli utenti possono creare persino grandi archivi di musica ad alta definizione in modo estremamente conveniente. Questa possibilità, stando all'interpretazione dell'industria discografica, rappresenta un grave rischio ed un illecito nei confronti degli artisti e delle case editrici.

"Il PERFORM Act assicura parità di trattamento ai servizi per acquistare musica online ed alle emittenti digitali, racchiudendoli nella stessa categoria", hanno fatto sapere i portavoce dei senatori che hanno stilato la proposta di legge.

"Niente da fare", hanno immediatamente contestato i rappresentanti dei consumatori. "Questa legge penalizza estremamente tutti gli utenti di servizi satellitari, poiché elimina ed anzi rende impossibile il concetto di registrazione personale", dice Gary Shapiro della Home Recording Rights Coalition. "Una legge del genere, se venisse approvata, ci riporterebbe all'era dei nastri magnetici", ha messo in evidenza Shapiro in una nota ufficiale rilasciata alla stampa.

Tommaso Lombardi
17 Commenti alla Notizia La fine del freeloading digitale?
Ordina
  • "Se dispongo di uno strumento che mi permette di selezionare e registrare una traccia trasmessa, per esempio, da una emittente satellitare, allora posso chiamare questo strumento iPod e chiamare l'emittente servizio di download ".

    E se tale strumento fosse il mio orecchio?
    SIAMO TUTTI DEGLI IPOD!! DelusoDelusoDeluso

    Con questi ragionamenti meriterebbe solo risate in faccia questo qua...
    La musica si registrava benissimo via cassetta quando non c'era niente del genere, eppure non mi sembra che le case discografiche ne soffrissero più di tanto...
    non+autenticato
  • Non è una questione di sofferenza ma che loro vogliono semrpe di più. Quello che non vogliono capire è che i loro servizi non sono altro che lusso e se le richieste per questo lusso diventano esagerate la gente:

    a) rinuncia al loro lusso
    b) se lo procura altrove

    c) se serve proprio quel lusso o un surrogato simile allora se lo procura copiato

    Prendiamo ad esempio le borse di Louis Vuitton.
    Tolto il fatto che fanno schifo, averle è segno di lusso, in questa società ipocrita quello che non conta non è avere ma far credere agli altri che si può (le ferrari che vedi sfrecciare in giro credi che siano veramente di qualcuno o sono solo in affitto ?). Visto che la LV costano un patrimonio ecco che si trovano le "copie" cinesi (come se le "originali" non fossero made in china) e cosa differenzia a volte le une dalle altre ? Le cuciture, ma chi nota la differenza se non ci va con la lente d'ingrandimento ?

    Reso l'idea ?
    non+autenticato
  • Certi pagliacci non sanno più come fare per spazzolare il fondo del barile.Si impegnano a spostare risorse con cui finanziare battaglia politiche finalizzate ad arricchirsi ancora di più.E' il caso dei presidenti delle major discografiche.Passate le leggi che fanno comodo,studiano e si arrovellano su come incrementare il profitto annuale della loro gestione.Arriveremo a vedere leggi che impediscono di suonare strumenti se non autorizzati a farlo da una major,nemmeno per strimpellare un motivetto in privato nella mansarda di casa.Vuoi suonare x te,ma il brano è coperto da copyright,pagare!Può sembrare assurdo ma di questi tempi...
    Io una proposta per aumentare gli utili dei disgraziati produttori sul lastrico ce l'ho.Riduzione del personale,e degli stipendi di quei nababbi che non sanno nulla di musica e che arricchiscono con la passione di chi fa e ascolta musica.Non si può + vedere artisti con al seguito il manager,il promoter,il portavoce,la segretaria,l'addetto stampa e chi + ne ha + ne metta tanto pagano i consumatori finali.Ma forse da questo lato sentiamo già il loro silenzio.
    non+autenticato
  • Anche il CEO di Warner Music , Edgar Bronfman, è della stessa opinione: "Se dispongo di uno strumento che mi permette di selezionare e registrare una traccia trasmessa, per esempio, da una emittente satellitare", incalza in un'intervista rilasciata a Reuters , "allora posso chiamare questo strumento iPod e chiamare l'emittente servizio di download ".

    Il passo successivo è inevitabilmente questo:
    "Se dispongo di un cervello che mi permette di selezionare e registrare una traccia tramite, per esempio, un paio di orecchie allora posso chiamare questo strumento iPod e chiamare le orecchie servizio di download"
    non+autenticato
  • Come è defunta l'Unione Sovietica mi auguro che finiscano anche gli Stati Uniti d'America, visto che ormai è stata esportata troppa democrazia Indiavolato ! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Come è defunta l'Unione Sovietica mi auguro che
    > finiscano anche gli Stati Uniti d'America, visto
    > che ormai è stata esportata troppa democrazia Indiavolato
    > !
    >Indiavolato

    Questa non è democrazia ma dittatura democratica , ovvero abbiamo eletto delle teste di c#@?%o che non ci governano ma ci comandano !!!Arrabbiato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Come è defunta l'Unione Sovietica mi auguro che
    > > finiscano anche gli Stati Uniti d'America, visto
    > > che ormai è stata esportata troppa democrazia
    >Indiavolato
    > > !
    > >Indiavolato
    >
    > Questa non è democrazia ma dittatura democratica
    > , ovvero abbiamo eletto delle teste di c#@?%o che
    > non ci governano ma ci comandano !!!
    >Arrabbiato


    Abbiamo eletto? c'è ANCORA QUALCUNO CHE CREDE CHE BUSH SIA STATO VERAMENTE ELETTO?
    NSA
    1909

  • - Scritto da: NSA

    >
    > Abbiamo eletto? c'è ANCORA QUALCUNO CHE CREDE CHE
    > BUSH SIA STATO VERAMENTE
    > ELETTO?

    E' stato eletto. Due volte. Fattene una ragione.
    non+autenticato
  • Tanto è tutto inutile, se si può sentire si può registrare
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Tanto è tutto inutile, se si può sentire si può
    > registrare

    Certo, lo vado ripetendo anch'io, ma sembra che nessuno mi ascolti!

    Per i contenuti multimedia, se si può sentire si può registrare l'audio, se si può vedere si può registrare il video. Questo sicuramente in formato analogico, ma ancora per un po' anche in formato digitale, altrimenti sarebbero da buttare tutto l'HW finale interno ed esterno ancora in piena produzione, che spesso supera il valore degli stessi Proc+MoBo.

    Per i prodotti software, se si può elaborare si può farne il Back-Up in formato eseguibile (Dump della Memoria): qualunque sia la codifica adottata su HD, per eseguirli le istruzioni devono essere standard, altrimenti bisogna buttar via Proc+MoBo ancora in piena produzione, e sopratutto riprogettare da capo.

    Diverso è il caso di DRM che infestano supporti (CD-DVD) a contenuto protetto sia multimedia che software: Il sistemi si riducono ad una codifica non conosciuta (segreti di Pulcinella), la cui chiave ed il cui codice di decriptaggio sono presenti in un angolo nascosto del supporto. Già, ma per dare luogo a fruizione il decriptaggio deve essere scaricato in memoria come funzione eseguibile con istruzioni standard ... Come credete che abbia fatto il celebre hacker "CD-DVD Johansen" a far saltare tutti i DRM con i quali è venuto in contatto? Vi siete mai chiesti come mai VLC riproduce benissimo i filmati DVD protetti da DRM scaricati brutalmente su HD (funzione "sorgente da directory)? Semplice, Johansen ha passato le dritte agli sviluppatori di Videolan VLC (Open Source)!

    Con questo non voglio assolutamente dire di dormire sogni tranquilli: ricorrere ai trucchi del mestiere per mantenere il nostro sacrosanto diritto alla libera fruizione di quanto in nostro legittimo possesso è una cosa che non vogliamo fare, anche perchè potrebbe essere considerata dal regime come attività illegale; vogliamo pertanto mantenere i diritti di cui sopra senza dover intervenire in merito, e per ottenere ciò abbiamo solo un mezzo: boicottare qualunque sistema, hardware, software, supporto, apparecchiatura tecnologica ... che d'ora in poi non abbia più che chiaramente dichiarata l'assenza di simili obbrobi ...
    Non ce lo dichiarano, non compriamo! O al limite qualcuno della comunità, da essa sovvenzionato, compra per testare, e se c'è puzza di marcio, per avvertire la comunità e mettere all'indice!

    Diamoci da fare se non vogliamo perdere la nostra LIBERTA'
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)