Anche in Italia i domini .gov

La proposta era nata di recente in seno alla Naming Authority e ora le istituzioni italiane hanno raggiunto l'accordo per l'uso dei domini .gov.it

Roma - Non è nulla più di una nuova sottoestensione di dominio internet ma l'arrivo dei domini.gov in Italia è stato salutato nelle scorse ore con tutto il risalto di un evento di grande rilievo.

Il ministro all'Innovazione Lucio Stanca, parlando della cosa a Radio Radicale, ha infatti affermato che si tratta addirittura "di un piccolo cambiamento che ha la portata però di una rivoluzione". Stanca ha spiegato che gli accordi con le organizzazioni internazionali di supervisione del sistema dei domini sono stati raggiunti nei giorni scorsi e che da poche ore l'Italia è autorizzata a gestire i nuovi.gov, che suoneranno come ".gov.it" per indicare siti istituzionali.

In realtà la speranza del Ministro è che le nuove estensioni non si limitino ad indicare i siti di "interesse governativo" ma rappresentino anche una forma di certificazione per i cittadini che il sito visitato è effettivamente un sito della Pubblica Amministrazione.
"Il.gov - ha spiegato Stanca - sarà gestito dal mio dipartimento e fra poco emetteremo una direttiva a tutta la Pubblica Amministrazione con i criteri per qualificare i siti con questa certificazione". Verranno dunque realizzati nuovi siti o migreranno verso i nuovi indirizzi siti già esistenti ma soltanto dopo la verifica, stando a quanto ha dichiarato il Ministro, del rispetto delle massime garanzie sulla privacy, sulla sicurezza dei dati raccolti e sulla trasparenza di gestione.

Nessun dominio.gov.it è ancora registrato ma è in attesa una registrazione.

Va detto che la proposta di varare nuovi domini di secondo livello di questo tipo era apparsa di recente in seno alla Naming Authority proprio per l'interesse che sulla questione sembrava emergere dagli ambienti governativi.

Per tutte le news sui domini è a disposizione il Canale Domini di Punto Informatico.
TAG: domini
21 Commenti alla Notizia Anche in Italia i domini .gov
Ordina

  • Finalmente il Presidente del Consiglio potrà cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione: Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un redirect immediato a www.governo.it
    non+autenticato
  • Eh, no: ma basta; che p*lle!
    non+autenticato
  • è possibile in questo paese fare un
    discorso serio che riguardi lo Stato
    senza dire minchiate
    su Berlusconi? Forse no...

    > Finalmente il Presidente del Consiglio potrà
    > cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione:
    > Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un
    > redirect immediato a www.governo.it
    non+autenticato
  • e' possibile fare un discorso politico serio in questo paese?
    parlando di berlusconi, sicuramente no...

    il problema e' che ormai gli aneddoti sul Silvio rasentano l'assurdo, non sai se ridere o piangere...
    altro problema e' che la gente spesso non se ne rende conto, e da' appoggio al nano di arcore e ad altri figuri simili...

    QUESTO e' il vero problema dell'italia

    - Scritto da: guido
    > è possibile in questo paese fare un
    > discorso serio che riguardi lo Stato
    > senza dire minchiate
    > su Berlusconi? Forse no...
    >
    > > Finalmente il Presidente del Consiglio
    > potrà
    > > cambiare dominio alla sua Azienda/Nazione:
    > > Mediaset.it diverrà Mediaset.gov, sarà un
    > > redirect immediato a www.governo.it
    non+autenticato
  • > QUESTO e' il vero problema dell'italia
    >

    Il vero problema dell'Italia sei tu, insieme con la scarsissima cultura democratica della Sinistra italiana.
    non+autenticato
  • Il signor Berlusconi/Mussolini/Unto-dal-Signore/Salvateci-dai-comunisti-che-mangiano-i-bambini/Faccio-le-leggi-per-garantirmi-l'impunità è l'ultima persona a poter insegnare a chicchessia cosa è la democrazia.

    - Scritto da: Veritas
    > > QUESTO e' il vero problema dell'italia
    > >
    >
    > Il vero problema dell'Italia sei tu, insieme
    > con la scarsissima cultura democratica della
    > Sinistra italiana.
    non+autenticato
  • guarda che berlusconi - cultura democratica sono un ossimoro.
    come berlusconi - onesta' intellettuale (e non solo),
    berlusconi - capacita' di governare un paese, berlusconi - ministro degli esteri

    e mi fermo qui...

    quando la gente e' talmente ottusa da non voler capire (come stai facendo tu) c'e poco da discutere...

    mi auguro che tu ti svegli, un giorno.
    non+autenticato
  • Sul voler capire ci sarebbe tanto da dire...
    Vi siete accorti cosa vogliono dire le varie riforme (pensioni, scuola, sanità, ecc.,ecc.)?
    Se continuate a parlare di onestà intellettuale e simili, mi sa che non le avete capite. Leggetevele a fondo e vedrete che nel giro di 10 anni di questo passo saremo al livello di terzo mondo (con tutto il rispetto per quest'ultimo): un paese dove i ricchi continueranno a vivere tranquilli, anzi sempre più ricchi, i poveri vivranno d'elemosina (l'aumento di un numero insignificante di pensioni al minimo docet), e la classe media semplicemente scomparirà in quanto non sarà più possibile pagare nè la sanità nè l'istruzione. E' veramente questo che volete (e mi riferisco anche a chi ha votato la casa delle libertà)? O pensate veramente che tutto andrà meglio per tutti? E su che basi? E con queste premesse?
    Tsk,tsk...
    non+autenticato
  • Ma l'articolo non parlava del dominio .gov.it? Che c'entrano berlusconi e la democrazia?!
    non+autenticato
  • "ma soltanto dopo la verifica, stando a quanto ha dichiarato il Ministro, del rispetto delle massime garanzie sulla privacy, sulla sicurezza dei dati raccolti e sulla trasparenza di gestione."

    perché non verificare INVECE che siano visibili by ANY BROWSER?
    che siano "a prova di cieco" ?

    che i documenti in essi contenuti siano in HTML 3.0 o al massimo in ascii-128-dos ? Oppure che per ogni documento sia SEMPRE PRESENTE una SERIE di versioni. E se non c'è una serie di versioni, ci sia un esportatore on line di quei documenti, in altro formato portabile.

    che tutto sia prodotto senza stupide spese per il cittadino... che non ci sia favoritismo verso certe ditte di produzione software monopolistiche.

    che ci sia SEMPRE del feedback (e-mail e qualcuno COMPETENTE che risponda senza parlare in politichese, oppure forum tipo PI) e ci siano delle faq sempre aggiornate.

    che le parti non dirette SOLO agli italiani, ma che sono davvero GOVERNATIVE, dato che sono su internet, siano IN INGLESE (la lingua di internet).

    (Oppure in latino, cazzo, perché deve essere il francese la lingua ufficiale?)

    non+autenticato
  • sottoscrivo in pieno: che si stilino una serie di norme SERIE appunto sul tipo:
    - niente css, niente flash, niente applet etc: quelle pagine sono li per informare, non per fare spettacolo
    - sempre presente un motore di ricerca SERIO per il sitp
    - ogni pagina abbia indicazione del nome dell'autore e dell'autorizzatore/proprietario/amministratore che dir si voglia raggiungibili via mail
    non+autenticato
  • D'accordo, tranno sulla versione di HTML : perche' dovrebero essere in 3.0? Anche col 4 si può fare benissimo, rispettando i dettami del WAI del w3c.
    E nessuno e' obbligato ad usare browser vecchi...
    non+autenticato
  • Non posso che concordare appieno!
    A quando la petizione?Occhiolino
    non+autenticato
  • ma andate a gagare!!!
    non+autenticato
  • Vorrei sapere a cosa e a chi dovrebbe servire!
    non+autenticato
  • ciao,

    il link al sito del nic con lo stato di registrazione del dominio gov.it e` inutile: gov.it e` un nome riservato (vedi http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html ) e quindi non sara` assegnato a chi chiede di registrarlo
    non+autenticato
  • - Scritto da: xpoint
    > gov.it e` un nome riservato (vedi
    > http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html

    Il nostro governo non è il signor Ciccio Brambilla. Leggi: non ti preoccupare che se a Palazzo vogliono gov.it, avranno gov.it.
    non+autenticato

  • - Scritto da: bubba
    >
    > Il nostro governo non è il signor Ciccio
    > Brambilla. Leggi: non ti preoccupare che se
    > a Palazzo vogliono gov.it, avranno gov.it.
    Sara' mica che il NIC lo ha riservato proprio per questo scopo?
    non+autenticato


  • - Scritto da: xpoint
    > ciao,
    >
    > il link al sito del nic con lo stato di
    > registrazione del dominio gov.it e` inutile:
    > gov.it e` un nome riservato (vedi
    > http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html


    Dal sito che tu stesso hai linkato..:

    Oltre ai "Nomi Riservati corrispondenti all'Italia" elencati in tabella 1.1, sono nomi riservati e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato anche i seguenti:

    IPS:

       gov.it
       governo.it


    "e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato"

    è ovvio che non lo lasceranno registrare a Mario Rossi..
    non+autenticato


  • - Scritto da: xpoint
    > ciao,
    >
    > il link al sito del nic con lo stato di
    > registrazione del dominio gov.it e` inutile:
    > gov.it e` un nome riservato (vedi
    > http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html

    É *EVIDENTE* che é un nome riservato!!!!!
    É riservato al GOVERNO!!!!!!

    Leggete quanto recita il documento di cui l'url sopra:

    Oltre ai "Nomi Riservati corrispondenti all'Italia" elencati in tabella 1.1, sono nomi riservati e assegnabili solo agli Organi Istituzionali dello Stato anche i seguenti:

    IPS:
       gov.it
       governo.it

    ISO/IEC 10021:
       prmd=gov; admd=; c=it;
       prmd=governo; admd=; c=it;

    X.500:
       Org=gov; c=it;
       Org=governo; c=it;
    non+autenticato
  • > il link al sito del nic con lo stato di
    > registrazione del dominio gov.it e` inutile:
    > gov.it e` un nome riservato (vedi
    > http://www.nic.it/NA/nomi-riservati-curr.html

    Il documento dei Nomi Riservati riporta infatti gov.it tra i domini riservati alla pubblica amministrazione. Non vedo cosa ci sia di strano.
    non+autenticato