BMG infila la protezione sui promo CD

Dal prossimo mese il colosso discografico proteggerà con tecnologie anti-copia tutti i suoi CD promozionali destinati a deejay, giornalisti e rivenditori. Che faranno da cavie per la sperimentazione di nuove tecnologie anti-copia

BMG infila la protezione sui promo CDRoma - Dopo aver introdotto per prima, sul mercato europeo, CD di musica protetti dalla copia, il colosso discografico BMG ha espresso l'intenzione di estendere l'adozione dei "lucchetti" digitali anche ai cosiddetti "promo CD", i CD promozioni distribuiti gratuitamente a radio, giornalisti e rivenditori.

BMG sospetta infatti che i promo CD vengano spesso utilizzati per uploadare su Internet brani musicali appartenenti ad album che, talvolta, devono ancora uscire in commercio.

L'etichetta ha però assicurato che questi CD, che verranno protetti attraverso la sua tecnologia Digital Access, potranno essere riprodotti anche su PC e player portatili. Questo sarà possibile grazie all'inclusione di un file compresso e criptato per ogni traccia audio presente nel CD. Sebbene BMG non abbia specificato altri dettagli sulla protezione adottata, è probabile che questa si basi sull'ormai celeberrima Cactus Data Shield di Midbar.
Ogni promo CD protetto verrà distribuito insieme ad un'etichetta che avvertirà della tecnologia utilizzata e riporterà un e-mail di supporto.

Ma la mossa di BMG non sembra avere come unico scopo quella di evitare che deejay, giornalisti o negozianti "birboni" si divertano a rilasciare su Internet brani in anteprima: il colosso tedesco sembra infatti voler sfruttare il canale dei CD promozionali per testare nuove tecnologie anti-copia e - parole di Pete Jones, CEO di BMG - "valutare il feedback e continuare a monitorare lo sviluppo tecnologico". Evidentemente BMG si è accorta che trasformare i consumatori in un branco di cavie non è particolarmente salutare per il suo business...

E così, mentre da un lato sale il coro delle proteste di chi considera le tecnologie di protezione un'inammissibile limitazione ai diritti dei consumatori, dall'altro le major del settore sembrano sempre più decise nel proseguire una strada che - nelle loro speranze - dovrebbe portare ad una sensibile riduzione della pirateria e ridimensionare il fenomeno del file-sharing. La domanda che tutti si pongono è: questa politica pagherà?
34 Commenti alla Notizia BMG infila la protezione sui promo CD
Ordina
  • Con quello che costa un CD originale, ero abituato a fare una copia da ascoltare in macchina, da leggere sul lettore portatile o da ascoltare sul PC in ufficio, per evitare di danneggiare il CD originale portandolo in giro.

    Con queste protezioni non potrò farlo, e avrò l'alternativa di rischiare di rovinare il CD originale o di dover tornare alle cassette audio.

    Non sono un "ascoltatore usa e getta", forse le case discografiche pensano di avere come acquirenti solo adolescenti attirati dall'ultimo album e che cessano di ascoltarli dopo un mese.

    A questo punto io obbligherei le case discografiche a dover fornire una nuova copia gratuitamente (o al solo prezzo del supporto se si vuole essere buoni) a chiunque consegni un originale rovinato.
    non+autenticato
  • Hai ragione e se non lo fanno bisogna denunciarli per truffa.
    non+autenticato
  • La musica esce dall'uscita audio digitale/analogica del tuo stereo.
    Se tu hai un pc con digital in puoi attaccare il tuo lettore cd deck e salvarti in .wav le tracce IN DIGITALE, altrimenti vai in analog con qualunque scheda audio sprovvista di digital in.
    Dopodiche' masterizzi tranquillamente e addio protezione.

    MI VOGLIONO SPIEGARE QUELLI DELLA SIAE E LE CASE DISCOGRAFICHE COME E' POSSIBILE PROTEGGERE QUALCOSA CHE DEVE COMUNQUE USCIRE DALL'OUT DEL MIO CD DECK E ARRIVARE AL MIO AMPLI??? ME LO SPIEGATE PER FAVORE? IO NELLA MIA LIMITATEZZA NON CAPISCO COME SI POSSA IMPEDIRE LA COPIA DI UN CD MUSICALE!
    IO NELLA MIA LIMITATEZZA PENSO CHE IL PIRATONE SE NE FREGA DI PERDERE UN'ORA E MEZZA PER AGGIRARE LA PROTEZIONE E POI FARE QUANTE COPIE VUOLE , MENTRE IL CONSUMATORE CHE ACQUISTA REGOLARMENTE SI TROVA CON CON UN CD CHE COSTA MOLTO E OFFRE POCA VERSATILITA'.

    Un applauso. I cd continuo a pagarli 10-13 ? alla faccia vostra e del vostro business schifoso. Dimostrazione che si puo' campare vendendo cd di qualita' a basso costo senza spennare i polli di turno...
    non+autenticato
  • io continuero a registrare la mia musica nel centro sociale sotto casa dove cantano alcuni grandi artisti fra cui ad esempio pavarotti a cui ho dato proprio l'altro giorno un cd di debian gnu/linux stable invece dei soldi del biglietto stamattina e' andato in cina dal maestro xian a cantare all'opera di pechino un'opera che narra le gesta di stallman io invece sono ancora qui perche' devo tirare su da terra le lattine vuote al centro sociale da cui ricavero' energia pulita per volare anch'io a pechino con la debian-mobile che e' come quella di batman ma e' free
    non+autenticato
  • Dai impegnati di più che così è palese che trolleggi. Dai che ce la puoi fare, molti altri su questo forum possono godere del grado di "Troll master", puoi farcela anche te ma devi smorzare i toni se vuoi screditare linux. Così è troppo evidente, impegnati.

    - Scritto da: Linucs
    > io continuero a registrare la mia musica nel
    > centro sociale sotto casa dove cantano
    > alcuni grandi artisti fra cui ad esempio
    > pavarotti a cui ho dato proprio l'altro
    > giorno un cd di debian gnu/linux stable
    > invece dei soldi del biglietto stamattina e'
    > andato in cina dal maestro xian a cantare
    > all'opera di pechino un'opera che narra le
    > gesta di stallman io invece sono ancora qui
    > perche' devo tirare su da terra le lattine
    > vuote al centro sociale da cui ricavero'
    > energia pulita per volare anch'io a pechino
    > con la debian-mobile che e' come quella di
    > batman ma e' free
    non+autenticato
  • - Scritto da: mi
    > Dai impegnati di più che così è palese che
    > trolleggi. Dai che ce la puoi fare, molti

    beh se vuoi tu continua a comprare i cd anzi compra i miei che sono anche registrati bene
    non+autenticato
  • se io prendo l'uscita digitale del mio lettore e la inserisco nell'ingresso della soundblaster e registro il mio mp3...
    ho copiato comunque il mio brano o no ?
    non+autenticato
  • Che i giornalisti deejay e radio usino i cd promozionali per fare copie agli amici, compilation da vendere in discoteca dopo le serate o li trasformino in mp3 da mettere in rete...

    E poi ovviamente si rivendono l'originale ai negozi d'usato... mai capitato di trovare cd con etichette (neppure la fatica di tooglierle!)con scritto "COPIA OMAGGIO - VIETATA LA VENDITA"? A me, qui a Milano, continuamente...
    Anzi, secondo me se la smettessero di mandargli copie omaggio forse sarebbe meglio...

    Eppoi un vero intenditore di musica mica ascolta i dischi sul pc...

    Insomma, fatemi un piacere, evitatemi una campagna a favore dei "poveri giornalisti musicali"...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piccolo Guccio
    > Eppoi un vero intenditore di musica mica
    > ascolta i dischi sul pc...

    A parte il fatto che dubito ci siano intenditori di musica nelle radio italiane (tranne alcune rare eccezioni), forse sei rimasto un po' indietro con le attrezzature utilizzate.
    Oggi come oggi quasi tutte le radio usano softwares di automazione che spesso "rippano" i CD audio per poi archiviare la/le traccia/e (spesso anche in formato compresso) su HD e poi mandarle da una qualsiasi workstation della loro rete interna sul server "on-air".
    Anche per questo motivo credo che questo tipo di politica sia fortemente sbagliata.

    La cosa positiva è che forse anche le radio (finalmente) cominceranno ad attingere musica dalla rete legalmente (quella messa a disposizione dagli artisti emergenti).
    non+autenticato

  • - Scritto da: BrUtE AiD
    >
    > La cosa positiva è che forse anche le radio
    > (finalmente) cominceranno ad attingere
    > musica dalla rete legalmente (quella messa a
    > disposizione dagli artisti emergenti).


    Vero, ma qui casca l'asino: la differenza infatti la fanno le radio (e relativi deejay) in grado di anticipare le tendenze musicali. Non e' facile trovare persone di tale capacita'. Il futuro comunque e' li'.

    In teoria, potenzialmente sono proprio le radio quelle in grado, se ben gestite, di essere non da ostacolo ma da cartina tornasole per gli artisti emergenti. Purtroppo invece spesso succede l'esatto contrario, e questo perche' da qualche parte qualcuno un bel giorno penso di alterare gli equilibri naturali che esistevano tra radio, case discografiche, pubblico e autori. Forse tutto questo e' nato dalla politica massiccia e a tratti esasperata alla caccia della royaltie a tutti i costi condotta dalla SIAE negli ultimi anni.

    Come ho gia detto, presto proteggeranno anche i rutti. Del resto per gli SMS hanno gia' provveduto, no?
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piccolo Guccio
    [CUT]
    > Eppoi un vero intenditore di musica mica
    > ascolta i dischi sul pc...

    Vero, ma mica tanto!

    Esistono apparecchi HiFi hi-end che, per migliorare la lettura, si basano su meccaniche
    di derivazione informatica, accoppiate a elettroniche di ottimo livello.
    Ovvimamente non si tratta di meccaniche provenienti da lettori da due lire, ma ovviamente prese dalle ditte piu' rinomate.

    E cmq, io a casa ho il mio bell'Hifi, ma qui al lavoro ho il mio schifoso lettore da 2 Lire 50x Max ultra-OEM. E, accanto al PC, una pila di CD Audio ORIGINALI. Fortuna mia che non apprezzo molto le ultime uscite discografiche...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)