Windows Update, stop alle patch usa&getta

Non tutti sanno che attraverso un'opzione poco pubblicizzata del Windows Update per Windows XP è possibile salvare e catalogare in locale patch e aggiornamenti. Per sottrarsi a procedure obbligate

Windows Update, stop alle patch usa&gettaRoma - Il servizio Windows Update, introdotto con Windows 98, ben presto è diventata una delle funzionalità di più frequente utilizzo da parte degli utenti di sistemi operativi Microsoft, soprattutto ora che Windows XP l?ha integrata nel suo sistema di auto-aggiornamento. E proprio questo fatto ha forse spinto Microsoft, negli ultimi tempi, a rilasciare patch per Windows XP con più frequenza e tempestività rispetto al passato.

Windows Update, nella sua ultima implementazione per Windows XP, per default prevede che l?utente acceda all?apposita area web dove possono essere controllati gli aggiornamenti disponibili e proposti quelli da installare.

Sono previsti tre tipi di aggiornamenti:
1) quelli importanti (che vengono selezionati per il download nella impostazione standard di Windows XP)
2) quelli consigliati
3) quelli dei driver per le periferiche installate
Come nel passato, tali aggiornamenti non sempre si possono scaricare in locale, ma possano solamente essere installati via Internet, costringendo spesso gli utenti a riscaricare la stessa patch più volte nel caso si posseggano più PC (per gli amministratori di rete sono previsti strumenti più avanzati di gestione e installazione degli aggiornamenti su più sistemi).

Per aggirare la filosofia "usa e getta" praticata, di default, da Windows Update, è possibile ricorrere ad una piccola opzione (ben poco pubblicizzata) dello stesso Windows Update: attraverso questa opzione è possibile salvare in locale - in una cartella a scelta ? le patch e i bug fix scaricati ? insieme ai link verso le pagine web che contengono informazioni relative ad ogni aggiornamento.

Ecco le istruzioni per attivare ?Catalogo di Windows Update?, la funzione che permetterà l?archiviazione di tutti gli aggiornamenti.

Lanciare Windows Update e successivamente selezionare ?Personalizza Windows Update?. Attivare l?opzione ?Visualizzazione del collegamento al Catalogo di Windows Update nella sezione Vedere anche? e cliccare su ?Salva Impostazioni? per abilitare tale modifica.
Cliccare su ?Catalogo di Windows Update? (nella colonna ?Vedere anche?).
Tale voce dà accesso a due opzioni: ?Trova aggiornamenti per i sistemi operativi della Microsoft? e ?Trova aggiornamenti driver per le periferiche e i dispositivi hardware?.
Selezionare la prima opzione. A questo punto è possibile scegliere il sistema operativo per il quale si vogliono ricercare gli aggiornamenti e, dulcis in fundo, la lingua di tale sistema operativo.

Ora selezionare il sistema operativo di cui si dispone (tipicamente, ?Windows XP Professional?) e la lingua relativa (tipicamente, quella italiana), quindi scegliere il tipo di aggiornamento (importante, consigliato o multilingue).
Adesso si avrà a disposizione la schermata nella quale poter scegliere gli aggiornamenti da installare e, questa volta, sarà visibile anche una voce chiamata ?Raccoglitore download?: cliccandoci sopra, dopo avere scelto l?aggiornamento da installare, sarà possibile fornire la cartella interna al PC nella quale salvare gli aggiornamenti selezionati.

All?interno di ogni cartella (ne viene creata una per ogni patch scaricata) sarà possibile trovare, come detto in precedenza, l?eseguibile che installa la patch e un link alla pagina web che contiene le relative informazioni: di sicuro, una bella comodità.

Ufficialmente Microsoft sostiene che l?abilitazione del Catalogo di Windows Update sia rivolta ai soli utenti esperti e, per questo motivo, di default viene disabilitata. Tuttavia cercando nella ?Guida in linea e supporto tecnico? non viene fatto alcun cenno al fatto che abilitando il ?Catalogo di Windows Update? si possano salvare in locale le varie patch.
Certo, un utente poco esperto potrebbe involontariamente causare dei malfunzionamenti se dovesse installare gli aggiornamenti in questo modo, ma il rischio è invece di penalizzare l?utente esperto che desidera invece avere accesso alle funzionalità più avanzate del proprio sistema operativo.

Tenendo conto di quanto le connessioni a larga banda, specie in Europa, siano ancora ?merce rara?, è indubbio che il fatto di poter scaricare e conservare le patch in locale possa far risparmiare spesso svariati megabyte di download ogni qual volta si ha la necessità di riutilizzarle.

Prima di concludere, ho realizzato un piccolo esperimento che, ancora una volta, dimostra perché nelle aziende sarebbe sempre preferibile installare le versioni di Windows in lingua inglese.
Ecco il numero di aggiornamenti trovati il 03/04/2002 per Windows XP Professional nelle lingue inglese, norvegese, italiano, tedesco e giapponese:

inglese:
Aggiornamenti importanti e Service Pack: 13
Aggiornamenti consigliati: 17
Funzionalità multilingue: 0

tedesco
Aggiornamenti importanti e Service Pack: 12
Aggiornamenti consigliati: 16
Funzionalità multilingue: 0

giapponese:
Aggiornamenti importanti e Service Pack: 11
Aggiornamenti consigliati: 17
Funzionalità multilingue: 0

norvegese:
Aggiornamenti importanti e Service Pack: 10
Aggiornamenti consigliati: 6
Funzionalità multilingue: 0

italiano:
Aggiornamenti importanti e Service Pack: 7
Aggiornamenti consigliati: 9
Funzionalità multilingue: 0

Giovanni Fleres
TAG: sicurezza
36 Commenti alla Notizia Windows Update, stop alle patch usa&getta
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)