Microsoft non lascia la mano di Apple

Il Big di Redmond ha deciso di non rinnovare il patto formale che la legava ad Apple, tuttavia ha assicurato che continuerà a supportare il Mac. Su cui presto porterà .NET

Mountain View (USA) - Lo scorso mercoledì, durante un'attesa conferenza stampa, Microsoft ha reso pubblica la propria decisione in merito a quali rapporti mantenere con Apple ora che lo storico accordo siglato cinque anni fa, ed in seguito al quale il big di Redmond si impegnò a supportare la piattaforma Macintosh ed a portare su di essa applicazioni come Internet Explorer e Office, è arrivato al suo naturale termine.

Kevin Browne, a capo della Macintosh Business Unit di Microsoft, ha sostanzialmente confermato ciò che era già nell'aria: il big di Redmond ha deciso di non rinnovare il patto formale con Apple ma, nello stesso tempo, ha comunque assicurato alla rivale-partner la continuità del proprio supporto verso il mondo Macintosh: questo "fino a che - ha detto Browne - tale business avrà un senso".

"Il nostro accordo è finito - ha affermato Browne - ma il nostro business continuerà senz'altro. E per questo genere di collaborazione, non occorrono accordi scritti".
Browne ha spiegato che Microsoft è attualmente focalizzata nello sviluppo di IE, Office e MSN Messenger, ma prevede di portare su Mac anche altri software. Per Office v. X, in particolare, il colosso starebbe preparando un service pack che dovrebbe contenere circa un migliaio di fix e migliorare affidabilità e prestazioni. In seguito, Microsoft dovrebbe poi rilasciare un grosso aggiornamento per IE e, verso la metà del 2003, un update a pagamento per Office.

Non meno importante, per Microsoft, sarà poi l'inizio dei lavori di sviluppo del porting, su Mac, delle tecnologie.NET lato client. Browne ha confermato che quella di Apple è una delle piattaforme prioritarie per l'implementazione di.NET e per l'integrazione con il mondo dei PC.
TAG: apple
43 Commenti alla Notizia Microsoft non lascia la mano di Apple
Ordina
  • Ma che state a di'... non si puo' leggere le boiate che scrivete..
    Neanche i linuzisti segaioli e brufolosi c'hanno le fette di prosciutto davanti agli occhi come voi...
    Microsoft fa il suo mestiere come tutti fanno il loro... e che, volete il coMMunismo informatico di Stato? Bravi... votate Bertinotti, che e' il vostro messia...

    Michele Coppo
    non+autenticato


  • - Scritto da: Michele Coppo
    > Ma che state a di'... non si puo' leggere le
    > boiate che scrivete..
    > Neanche i linuzisti segaioli e brufolosi
    > c'hanno le fette di prosciutto davanti agli
    > occhi come voi...
    > Microsoft fa il suo mestiere come tutti
    > fanno il loro... e che, volete il coMMunismo
    > informatico di Stato? Bravi... votate
    > Bertinotti, che e' il vostro messia...
    >
    > Michele Coppo

    O Che bello !!!!!!

    Sono tornati il Coppo e le sue stronzate ad animare i forum.....
    non+autenticato
  • michele michele...

    in una delle poche volte in cui si discute tranquillamente e con competenza, ci mancavi solo te a fare l'asino...
    non+autenticato
  • "il big di Redmond ha deciso di non rinnovare il patto formale con Apple ma, nello stesso tempo, ha comunque assicurato alla rivale-partner la continuità del proprio supporto verso il mondo Macintosh: questo "fino a che - ha detto Browne - tale business avrà un senso".


    Riuscire a valutare il "senso" degli uomini Microsoft risulta molto difficile.
    Forse la risposta stà nell'intervista fatta a Gates e pubblicata recentemente su Panorama.

    In parole povere: Nessun investimento se non porta business.

    Questo ha una ragione economica ineccepibile, ma personalmente mi nausea.




    non+autenticato
  • Scrivere software per sport può essere
    una bella cosa, ma alla fine ci sono sempre dei
    dipendenti da pagare.

    Che ci vuoi fare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Al
    > "il big di Redmond ha deciso di non
    > rinnovare il patto formale con Apple ma,
    > nello stesso tempo, ha comunque assicurato
    > alla rivale-partner la continuità del
    > proprio supporto verso il mondo Macintosh:
    > questo "fino a che - ha detto Browne - tale
    > business avrà un senso".
    >
    >
    > Riuscire a valutare il "senso" degli uomini
    > Microsoft risulta molto difficile.
    > Forse la risposta stà nell'intervista fatta
    > a Gates e pubblicata recentemente su
    > Panorama.
    >
    > In parole povere: Nessun investimento se non
    > porta business.
    >
    > Questo ha una ragione economica
    > ineccepibile, ma personalmente mi nausea.
    >
    >
    >
    >
    Io ne ho letta una - di intervista di B.G. - via Internet (di cui avevo messo il link qualche mese fa); praticamente (il succo del discorso era): considera la gente qualcosa che anche se patchata di continuo si accontenta e che, a quel punto, non trova ecnomicamente interessante cambiare filosofia di lavoro... come dire: becatevi le patch 'ché non intendo spendere per evitarlo!!!
    Che bravo Bill se le dice pure da solo... mi piacciono le persone oneste! Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anna

    > Io ne ho letta una - di intervista di B.G. -
    > via Internet (di cui avevo messo il link
    > qualche mese fa); praticamente (il succo del
    > discorso era): considera la gente qualcosa
    > che anche se patchata di continuo si
    > accontenta e che, a quel punto, non trova
    > ecnomicamente interessante cambiare
    > filosofia di lavoro... come dire: becatevi
    > le patch 'ché non intendo spendere per
    > evitarlo!!!
    > Che bravo Bill se le dice pure da solo... mi
    > piacciono le persone oneste! Occhiolino

    Non offenderti, ma ti consiglio di rivedere il tuo italiano. Non si capisce nulla!

    non+autenticato
  • "Io ne ho letta una - di intervista di B.G. - via Internet (di cui avevo messo il link qualche mese fa); praticamente (il succo del discorso era)..."

    Insomma... in una intervista Bill ammetteva fra le righe:

    "... considera la gente qualcosa che anche se patchata di continuo si accontenta e che, a quel punto, non trova economicamente interessante cambiare filosofia di lavoro... come dire: beccatevi le patch 'ché non intendo spendere per evitarlo!!!"
    Che cosidera la gente delle persone che se anche gli butti in faccia 2000 Patch dei SW tace e accetta perché sanno che alla M$ sicuramente creano le Pacth per ovviare ai problemi che LA GENTE riscontra avvisandoli (tra l'altro aggiunge) con molte mail (oh, lo ha detto lui non io!!!).
    Bill ammette che per lui è più economicamente efficace continuare così! Ovvero che sia LA GENTE a riscontrare i bachi, a rompersi le p...e ad avvisarlo con le mail e a mettere la Pacth in Home Page!!!
    Ah, ribadisco: l'intervista è seria (mi pare di altroconsumo ma non sono certa) e, alla fine, quello che risporto è quello che ha detto messo in chiave molto ironica da lui... come se ricevere MOLTE mail che lamentano un problema sia positivo prché dimostra quanto attenta è la gente!!!
    Tratta i suoi utenti come degli scemi!

    > > Che bravo Bill se le dice pure da solo...
    > mi
    > > piacciono le persone oneste! Occhiolino
    >
    > Non offenderti, ma ti consiglio di rivedere
    > il tuo italiano. Non si capisce nulla!
    Espressioni tipiche delle mie parti a parte... è chiaro adesso? Sorride
    non+autenticato
  • Riesci, se possibile, anche ad essere + contorta, quando cerchi di spiegarti...
    Mah...e ora vediamo se dici che sono solo io a pensarlo..
    non+autenticato
  • "Browne ha confermato che quella di Apple è una delle piattaforme prioritarie per l'implementazione di.NET e per l'integrazione con il mondo dei PC."

    "Browne ha confermato che quella di Apple è una delle poche piattaforme che non sono controllate da Micro$oft e quindi integrandola con .NET potranno tentare di acquisire controllo anche su quella fetta di utenza che tenta di sfuggirle."

    non+autenticato
  • Esagerazione: la verita' e' che la sezione Mac di M$ produce dollari sonanti e non sono certo cosi' pazzi da tagliare un ramoscello verde!!
    non+autenticato


  • Si perchè alla M$ mancano i soldi!?!?

    Quello che vogliono è il potere!!!
    Semplice no!

    Ciao.
    non+autenticato
  • Il "Potere" ?

    Ms è una azienda leader che vuole rimanere leader.
    Praticamente fa quello che farebbe un qualsiasi azienda che vive solo del "proprio" lavoro.

    ps:
    l'accordo di collaborazione su Mac ha portato molti benefici al mondo Apple sollevandolo dalla profonda crisi in cui si trovava.
    non+autenticato

  • > l'accordo di collaborazione su Mac ha
    > portato molti benefici al mondo Apple
    > sollevandolo dalla profonda crisi in cui si
    > trovava.

    strano, io credevo che averssero venduto sei milioni di iMac perché è una macchina fantastica... bah!
    non+autenticato
  • Nessuno dice che l'iMac non è una macchina fantastica, anzi per me tutti i Mac sono delle grandi macchine, con un ottimo OS,
    ma di fatto l'hardware da solo non basta
    (è storia).

    La quantità e la qualità del software permettono
    ad un ottimo hardware di affermarsi con successo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Raid
    > Nessuno dice che l'iMac non è una macchina
    > fantastica, anzi per me tutti i Mac sono
    > delle grandi macchine, con un ottimo OS,
    > ma di fatto l'hardware da solo non basta
    > (è storia).
    >
    > La quantità e la qualità del software
    > permettono
    > ad un ottimo hardware di affermarsi con
    > successo.

    è vero, ma da qui a dare il successo delle vendite a Microsoft (che per Mac produce solo Office e IE) il passo è lungo...
    non+autenticato
  • La mancanza di IE (ormai una scelta obbligata per il web per leggere il 99% delle pagine su intenet (fonte sun)) e di un ambiente completo per l'office automation compatibile con Office era un grosso limite per chi possiede un Mac.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Raid

    > La mancanza di IE (ormai una scelta
    > obbligata per il web per leggere il 99%
    > delle pagine su intenet (fonte sun))

    La mia esperienza e' diversa: sono costretto a usare Explorer sono in pochi casi. Nella maggior parte dei casi i siti che frequento si vedono bene con tutti gli altri browser (uso prevalentemente mozzilla e omniweb). E non sto parlando di siti scritti apposta per questi browser.

    > e di un
    > ambiente completo per l'office automation
    > compatibile con Office era un grosso limite
    > per chi possiede un Mac.

    Per me non lo e'. Visto che il software lo pago, e' un limite piu' grande il prezzo di acquisto di office. AppleWorks per me va piu' che bene. Molti degli utilizzatori di mac che conosco non hanno realmente bisogno di office. Ti dico di piu': tanto per fare un esempio, a mio avviso FileMaker e' un prodotto piu' importante. In molte delle realta' produttive che facevano uso di mac, con cui ho avuto a che fare, Filemaker aveva molte piu' occasioni d'utilizzo. Office invece veniva usato solo per scrivere qualche lettera, fare quattro conti, insomma mai nulla di stratosferico e che non potesse esser fatto bene con altri prodotti meno costosi. Il formato idem non e' un grosso problema, visto che i convertitori ci sono.
    non+autenticato
  • Dipende dal contesto, nelle aziende (il mio caso)
    ormai Office è troppo importante.

    Comunque sono d'accordo per FileMaker.
    non+autenticato
  • confermo, su filemaker, qui da noi (centro autorizzato apple) gli applicativi del pacchetto office vengo aperti molto raramente (una media di 3/4 volte in un mese, mentre sull'80% dei computer presenti non risultano nemmeno installati) mentre su filemaker si basa il 100% della gestione del nostro settore riparazioni, l'amministrazione viene gestita x mezzo di un software specifico, Apple Works la fa da padrone x tutti gli usi a cui normalmente viene destinato il pacchetto office, mentre effettivamente IE è il browser + usato (1 persona su 8 di media usa Netscape).
    Analizzando il nostro vasto parco clienti le cose non cambiano poi molto fatta eccezione x quei casi di reti miste mac/pc a netta prevalenza PC.
    non+autenticato