AIVA, aeroplano robot senza cavi

Alcuni ricercatori portoghesi hanno creato un velivolo che utilizza una nuova tecnologia chiamata fly-by-wireless: sistema di navigazione, motori e sensori di bordo sono interconnessi via Bluetooth

Minho (Portogallo) - Il suo nome in codice è AIVA ed è un aeroplano robot ultraleggero sviluppato da un team di ricercatori dell'Università di Minho. AIVA è il primo aeromobile costruito senza giunti meccanici o cavi d'alcun tipo: tutti i collegamenti tra i sistemi di navigazione, i motori ed i sensori di bordo avvengono unicamente via Bluetooh.

Cristina Santos, la progettista di AIVA, spiega al New Scientist che si tratta di un nuovo modo per assemblare aeroplani . Gli esperti lo chiamano fly-by-wireless .

A differenza degli aeroplani tradizionali, infatti, il prototipo di AIVA non contiene nessun groviglio di fili o cavi che collegano i vari componenti e ne permettono il funzionamento. L'assenza di questa ingombrante zavorra all'interno della fusoliera di AIVA lo rende più facile da modificare.
Componenti aggiuntivi o ricambi possono essere semplicemente agganciati o sganciati dall'aereo, senza bisogno d'ulteriori connessioni o strumenti specifici. "Anche i consumi elettrici risultano ridotti", puntualizza Santos. Malgrado i molti punti di forza di questo modello, ancora in fase di sperimentazione, l'uso indispensabile di ricetrasmettitori a radiofrequenze rende particolarmente delicata l'apparecchiatura di bordo di AIVA.

Qualsiasi tipo di trasmissione a radiofrequenza è infatti estremamente sensibile alle interferenze elettromagnetiche : almeno per il momento, l'uso civile o militare della tecnologia fly-by-wireless sembra ancora molto distante e troppo rischioso.

Santos, ingegnere aerospaziale, è comunque convinta che "gli aeromobili senza cavi sono estremamente più leggeri e flessibili" e che rappresentino il futuro della meccanica: entro poco tempo, dichiara la ricercatrice, anche le macchine utilizzeranno dispositivi a radiofrequenza "per controllare l'impianto frenante oppure il volante".
15 Commenti alla Notizia AIVA, aeroplano robot senza cavi
Ordina
  • a me pare una boiata, e per di più pericolosissima con le interferenze che ci possono essere.

    E poi i cavi di alimentazione per tutti i moduli ci dovranno pur essere, basta studiare un protocollo per far passare tutto su quelli assieme all'alimentazione.
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    > a me pare una boiata, e per di più
    > pericolosissima con le interferenze che ci
    > possono
    > essere.
    >
    > E poi i cavi di alimentazione per tutti i moduli
    > ci dovranno pur essere, basta studiare un
    > protocollo per far passare tutto su quelli
    > assieme
    > all'alimentazione.

    Su ultraleggeri e piccoli aerei da turismo, le superfici di controllo sono gestite dal pilota mediante un sistema di tiranti e carrucole collegate a pedaliera e volantino. I flaps almeno sui monomotori Cessna sono comandati elettricamente.
    Questo sistema con macchine del genere è controproducente in quanto bisogna prevedere una batteria MOOOOOOLTO capiente (con conseguenti problemi di peso e baricentro) per poter continuare a comandare i servo delle superfici di controllo in caso di morte prematura dell'alternatore per un tempo accettabile. E quando la batteria è morta, addio controllo dell'assetto
    non+autenticato
  • I commenti che ho letto oggi sono identici ai commenti della gente comune di ieri.
    Andare a 100 Kh è mortale.
    A che può servire un telefono.
    Il telecomando del televisore è radioattivo.
    I vetri elettrici sono pericolosissimi.
    Ecc. ecc.

    Tra 5 anni, minuto più minuto meno, gli aeroplani si costruiranno solo così, anche e soprattutto per motivi di affidabilità.

    Il bluetooh viene utilizzato ora per poter partire e sperimentare, ovviamente studieranno dei protocolli più adatti.


    PS
    Mi è piaciuto il collegamento col telefono-tv, molto azzeccato.Troll di tutti i colori
  • > Tra 5 anni, minuto più minuto meno, gli aeroplani
    > si costruiranno solo così, anche e soprattutto
    > per motivi di
    > affidabilità.
    >
    > Il bluetooh viene utilizzato ora per poter
    > partire e sperimentare, ovviamente studieranno
    > dei protocolli più
    > adatti.
    >
    Spero a prova di dirottatoreA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ubu re
    > I commenti che ho letto oggi sono identici ai
    > commenti della gente comune di
    > ieri.
    > Andare a 100 Kh è mortale.

    ed è vero, andare a 100 KiloH è fatale

    > A che può servire un telefono.
    > Il telecomando del televisore è radioattivo.
    > I vetri elettrici sono pericolosissimi.
    > Ecc. ecc.
    >
    > Tra 5 anni, minuto più minuto meno, gli aeroplani
    > si costruiranno solo così, anche e soprattutto
    > per motivi di
    > affidabilità.
    >
    > Il bluetooh viene utilizzato ora per poter
    > partire e sperimentare, ovviamente studieranno
    > dei protocolli più
    > adatti.
    >
    >
    > PS
    > Mi è piaciuto il collegamento col telefono-tv,
    > molto
    > azzeccato.Troll di tutti i colori
    non+autenticato
  • Che la TV sul telefonino sia una grande invenzione...

    E l'aereo senza cavi ???

    Na boiata pazzesca su cui non mi fiderei mai a volare !
    non+autenticato
  • "gentili signori, e' il comandante che vi parla.
    siamo a quota 5000 metri.
    vi preghiamo di allacciare le cinture e mantenere la calma, purtroppo non riusciamo a fare il pairing con i motori"
    non+autenticato


  • - Scritto da:
    > "gentili signori, e' il comandante che vi parla.
    > siamo a quota 5000 metri.
    > vi preghiamo di allacciare le cinture e mantenere
    > la calma, purtroppo non riusciamo a fare il
    > pairing con i
    > motori"

    ... L'alternatore è kaputt, la batteria tampone è quasi scarica. Pregate forte, pregate bene che forse serve a qualcosa

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Brrr se le macchine hanno problemi con i cavi... (anche di sicurezza) fai te senza!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)