Ok, però ora GeoCities esagera

di A. Massucci. Stavo navigando su uno dei tanti siti italiani ospitati dalle pagine che appartengono ora a Yahoo!. Dopo il terzo click mi è stato detto di ripassare più tardi, perché il sito aveva superato il limite di traffico

Roma - I tempi duri della new economy rischiano di essere tempi duri per tutti e per qualcuno, come gli appassionati webmaster, rischiano di diventare durissimi. Almeno per coloro che dispongono di un sito su "strappamouse" GeoCities dopo il varo delle nuove regole e dei nuovi sistemi di controllo non tanto sui contenuti ma sull'uso che si fa dei singoli siti ospitati dai serveroni dell'azienda, che oggi fa capo a Yahoo!.

Non è certo una novità che da alcuni mesi a questa parte Yahoo!, ansiosa come tutti i grandi nomi della rete di stabilizzare le proprie entrate, abbia deciso di percorrere con una certa velocità e arditezza la strada dei servizi a pagamento. Ed è ovvio che quando si fornisce qualcosa a pagamento si possa finire per trascurare le esigenze di chi ha scelto invece il servizio gratuito, che pure si è avuta l'intelligenza di mantenere.

Accade così che i siti ospitati su GeoCities, inevitabilmente assediati da una grande quantità di spot pubblicitari che ne garantiscono la gratuità e che consentono all'azienda di continuare a fornire i propri servizi, siano da qualche tempo soggetti ad un impietoso controllo sui limiti di traffico quotidiano che scatenano.
In pratica se un sito di successo, che può richiamare l'attenzione di molti utenti, supera la quantità di banda a cui ha diritto nel corso di 24 ore, GeoCities interviene per bloccare il sito e avvertire i visitatori di tornare il giorno dopo, quando le pagine saranno nuovamente disponibili almeno fino a nuova saturazione.

Benché siano regole restrittive, se il webmaster le accetta allora vanno accettate anche da parte dell'utente che in modo del tutto gratuito accede a quel sito. Eppure qualche ora fa mi è proprio capitato di pensare che GeoCities stia esagerando.

Dopo essere entrato su un sito dedicato a Daniele Silvestri e aver cliccato per aprire un paio di pagine, quando ho cliccato sulla terza sono stato interrotto da una pagina di Yahoo! che recitava:

"The web site you are trying to access has exceeded its allocated data transfer. Visit our help area for more information".

Su questa pagina, che mi comunicava come in pratica fossi stato io a far superare il tetto di banda, venivano pubblicizzati una serie di link interni di Yahoo! e campeggiava anche una enorme pubblicità dell'onnipresente telecamerina-spia che viene reclamizzata su mezza internet.

A me pare che GeoCities stia esagerando perché così mi ha di fatto allontanato, e chissà a quanti accade, da un sito che avevo già raggiunto e stavo consultando, tirandomi via dalle mani, dunque, i fogli che stavo leggendo. Credo che l'azienda farebbe bene a riflettere su questa politica così rigida e spero che i webmaster continuino sempre ad avere possibilità di scelta tra i servizi di hosting gratuito.

Alberigo Massucci

Ps. Vi propongo un commento di Gilberto Mondi su GeoCities: Viva GeoCities!
TAG: mondo
36 Commenti alla Notizia Ok, però ora GeoCities esagera
Ordina
  • Dove li mettiamo?? ma cavoli... dico io era un servizio fantastico quello che offriva yahoo, ma no..ora BISOGNA pagare per poter usufruire dei POP.
    Porra... io passo alla concorrenza, con magari qlc mb in piu di spazio web e con possibilita' di accesso tramite pop3.
    Yahoo user deluso!
    non+autenticato
  • Geocity a morì mazzati voi e i servizi vostri
    non+autenticato
  • ...e` quello che ospita anche il mio sito.
    Si chiama www.designheaven.com
    e` tremendamente paradisiaco.

    PERO` attenzione, c'e` il trucco:
    fornisce hosting gratuito "per passione",
    e la passione riguarda la grafica.
    sfondi, fonts, clipart, qualsiasi cosa,
    basta che ce ne sia in discreta quantita`
    ma soprattutto di buona qualita`.
    Non e` necessario che presenti SOLO grafica,
    puo` presentare altre cose, ma la grafica deve
    essere presente.

    Se il vostro sito presenta una sezione grafica
    del genere, potete provare a chiedere al
    designheaven di ospitarlo. Contattateli via
    email all'indirizzo che trovate sul server dei
    siti membri:

    http://members.designheaven.com

    badate bene pero` che:

    - sono UMANI, non COMPUTERS.
    voglio dire, leggono la proposta e possono anche
    rifiutare di ospitare il vostro sito, se non lo
    giudicano abbastanza buono. Quindi impegnatevi.

    - l'offerta e` probabilmente limitata.
    non si tratta di roba grossa come GeoCities,
    non hanno infiniti servers. Per la precisione
    ne hanno tre, molto efficienti, molto potenti,
    connessi a uno dei principali backbones, ma
    comunque solo tre.

    I vantaggi se vi riesce di farvi ospitare sono:

    - accesso FTP naturalmente;
    - bandwidth assolutamente illimitata;
    - 50 Mb di spazio web;
    - assistenza vera (fate un email e vi rispondono).

    Gli svantaggi:

    - solo HTML e grafica, ok anche eseguibili e altri tipi di files (ma non warez, vi cancellano immediatamente), ma quel che volevo dire e`: non esiste supporto per scripting CGI/Perl, PHP o MySQL. Solo HTML e altri files. Niente frontpage extensions (be` almeno di quelle a me non me ne frega nulla, non so a voi...)

    - fate i bravi perche` vi tengono d'occhio,
    dato che hanno relativamente pochi membri.


    ---


    per chi, invece, vuol PAGARE un po' per essere online senza grossi problemi, consiglio l'ez-web-hosting.

    www.ez-web-hosting.com/plans.shtml

    munitevi di numero di carta di credito.
    il pacchetto standard e` molto conveniente:
    per 14 dollari al mese:

    100 Mb di spazio
    5 GB/mese bandwidth (credetemi, e` parecchio)
    supporto CGI, PErl, frontpage, database mySQL
    registrazione dominio
    indirizzo IP fisso
    server virtuale *indipendente* (e` molto importante, credetemi)
    non+autenticato
  • Hai detto tante cose utili, grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Burp
    > Hai detto tante cose utili, grazie.

    Di nulla, grazie per averle letteOcchiolino

    ah... segnalo anche www.webhosts4free.com
    che e` un motore di ricerca per servizi di hosting gratuito (tra cui e` elencato DesignHeaven)... pero` avverto che non ho esperienza personale di altri servizi di hosting ivi elencati. Invece i due che ho menzionato nel post di sopra li uso personalmente e confermo che, almeno per le mie necessita`, si sono rivelati ottimi (e soprattutto affidabili).
    non+autenticato
  • ma questi che offrono hosting gratuito a banda illimitata per caso dopo posso usare liberamente i tuoi file(o sbaglio?) e cmq la responsabilità di tali file è tua .... attenzione ... di solito è cosi'

    per chi volesse pagare poco(10$ mese) in hosting velocissimo e ben accessoriato(inglese)
    http://aletiahosting.com/

    per chi volesse spedere poco(molto poco) per un dedicato con una banda da paura e un'ottima connessione
    http://www.rackshack.net
    rimarrete impressionati

    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Linux
    > ma questi che offrono hosting gratuito a
    > banda illimitata per caso dopo posso usare
    > liberamente i tuoi file(o sbaglio?) e cmq la
    > responsabilità di tali file è tua ....
    > attenzione ... di solito è cosi'

    ?

    in linea generale, nessuno puo' usare una tua opera senza chiederti il permesso, a meno che non venga dichiarata da te come pubblico dominio. Il copyright e' un diritto di base, quale che sia la circostanza. Se loro usano un tuo file e tu hai almeno una prova giuridicamente accettabile che ne sei l'autore e che non sei stato interpellato, puoi tranquillamente denunciarli. Anche se si chiamano GeoCities... la convenzione di Berna e' sempre la convenzione di Berna.

    Non ho capito il discorso sulle responsiabilita'... sei responsabile dei tui files, certo, ma in che senso?
    non+autenticato
  • Non solo esagera, ma non capisco se ha una vera politica, a parte quella di rastrellare più soldi possibile. Mi pare che agisca spesso causalmente.
    Facendo quello che fa ora, allontana utenti e visitatori.
    Come utente/webmaster di uno spazio gratuito Geocities di discreto successo, non so più che pesci pigliare. La recente fusione di Clubs e Gruppi di Yahoo! ha provocato parecchio caos in molte aree, non ultima quella di Geocities. Qui da circa 2 settimane, l'utility PageBuilder funziona malissimo. Due giorni fa ho fatto modifiche a 6 mie pagine e ora mi ritrovo che vari link non vi funzionano. Mi pare di aver capito che a Santa Clara stanno modificando d'ufficio - ovviamente senza avvertire -le estensioni dei file da .html a .page.
    In un gruppo di Geotizens in inglese si dice che anche quelli che hanno pagato lo spazio hanno vari problemi con il PageBuilder.
    Il problema principale é comunque che Yahoo! cambia le condizioni quando vuole (e ha il coltello dalla parte del manico, come si dice), spesso senza neanche avvertire. Se anche pagassi il minimo di $4,95 al mese, chi mi garantisce che tra 2 mesi non saranno $7 o che non ci saranno altri peggioramenti?
    Che tristezza la piega che ha preso Internet! Tra poco si dovrà pagare tutto, o no? Ci si dimentica però che Internet non é mai stata gratis. Dove le mettiamo le spese di hardware, software e linea telefonica? Per molti le nuove spese aggiuntive significheranno l'abbandono e il ridimensionamento del loro uso di Internwet. Bel Progresso!
    non+autenticato
  • Confermo quanto gia' detto e aggiungo che da un mese a questa parte il mio account di posta elettronica che possiedo su geocities dal 1995 non forwarda piu' la posta su yahoo... morale non ricevo piu' corrispondenza da chi mi scrive al vecchio indirizzo!!
    Grazie Yahoo!!!!
    non+autenticato
  • > Che tristezza la piega che ha preso
    > Internet!

    No, in realtà la brutta piega internet l'ha presa da quando ci sono gli abbonamenti gratuiti. ( con il corollario bugiardesco del "tutto gratis tutto illimitato" )


    > Tra poco si dovrà pagare tutto, o
    > no? Ci si dimentica però che Internet non é
    > mai stata gratis. Dove le mettiamo le spese
    > di hardware, software e linea telefonica?

    hahahahahahahahahahahahahahahah


    > Per molti le nuove spese aggiuntive
    > significheranno l'abbandono e il
    > ridimensionamento del loro uso di Internwet.

    Beh, se l'eliminazione del gratis serve anche ad evitare utilizzi impropri di internet da parte di inesperti, tanto meglio.

    In fondo, meglio pochi ma buoni....
    non+autenticato
  • Leggiti l'articolo Troppi addebiti da Yahoo? nelola rubrica TOP Weeks, in particolar modo leggiti i messaggi nel box a fianco e ti farai un'idea piu' precisa di YAHOO-Geocities.

    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)